--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'appuntamento è per domenica 24 maggio alle 17

Unitus, incontro online sulle ciliegie

Condividi la notizia:

Viterbo - L'università della Tuscia

Viterbo – L’università della Tuscia

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – (Quasi) tutte le sfumature di rosso di cui non avete mai osato chiedere: ovvero le ciliegie.

L’appuntamento è per domenica 24 maggio alle 17 con Saverio Senni (Dafne – università della Tuscia). Dopo la prima diretta streaming tenutasi il giorno di Pasquetta sotto un ciliegio in fiore, questo rappresenta il secondo appuntamento della primavera 2020 sul Prunus avium, il ciliegio dolce. La diretta viene proposta da Saverio Senni, docente al dipartimento Dafne dell’università della Tuscia, e sarà trasmessa su Facebook dalla pagina UnitusDafne e da quella personale del docente.

“Il grande racconto sul prunus avium” è un viaggio nel mondo delle ciliegie attivando i nostri “sette sensi” (i cinque tradizionali più quelli che fanno capo alla conoscenza e alle emozioni). Un racconto sul ciliegio anche nel senso letterale, in quanto Saverio Senni parlerà del ciliegio e delle ciliegie, seduto su un albero del suo giardino di casa, carico di frutti.

Non v’è dubbio che nella nostra storia questa specie, i suoi fiori e i frutti, abbiano ispirato come forse nessun’altra specie pittori, musicisti, scrittori, poeti, cineasti, stilisti e via dicendo. Assaggiando ciliegie sul proprio albero, Saverio Senni proporrà un’esperienza irripetibile, accostando l’inaccostabile, vagheggiando di musica, di letteratura, di originali ricerche scientifiche, ma anche di furti di ciliegie e delle tecniche migliori per il loro assaggio, delle caratteristiche salutistiche e molto altro ancora a prefigurare un’originale e a suo modo unica “macedonia” sensoriale e culturale.

Insomma, un vero atto d’amore per una specie che coi suoi frutti è nella nostra storia, da millenni. Con la partecipazione straordinaria di Angela Nanetti, i Rolling Stones, un prunus avium carico di ciliegie, Stefano Mancuso, Abbas Kariostami, Michele Serra, Stefano Predieri, Vincenzo Rabito, Massimo Ranieri, altri alberi di ciliegio,  Stefano Speranza, Oriana Fallaci, Beppe Fenoglio, Bob Dylan.

Università della Tuscia


Condividi la notizia:
21 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR