Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'appello del consigliere comunale Valter Rinaldo Merli

“Vincete la paura dell’ago e donate il sangue”

Condividi la notizia:

Valter Rinaldo Merli

Valter Rinaldo Merli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Ieri si è svolto un consiglio comunale importante, dove abbiamo deciso di destinare le risorse dell’anno 2020 dell’imposta di soggiorno alle strutture ricettive, hotel, alberghi, B&B, per poter investire in servizi che rendano la nostra città e le strutture più appetibili ai turisti.

Ma alla luce di questi fatti, ritengo che ci siano anche altre importanti questioni. Infatti, il mio intervento di ieri in consiglio comunale verteva sul volontariato attivo da parte di tutte quelle associazioni che prestano il loro tempo libero per aiutare il prossimo in difficoltà economica.

Sopra le righe si sono distinti per il volontariato: Cri, protezione civile, l’Emporio solidale “I care” di Viterbo e l’Avis di Viterbo. Proprio su questa ultima associazione volevo spendere due parole.

Essendo donatore Avis da quasi 30 anni e avendo già un certo numero di donazioni, essendo anche referente presidente del gruppo Avis in consiglio comunale, ho ringraziato nel mio intervento a nome del presidente comunale Mechelli, tutti i consiglieri di maggioranza e minoranza che hanno portato il loro contributo nel mezzo della pandemia con due donazioni separate, una a marzo e una ad aprile, con ottimo risultato.

Come ha detto più volte l’Avis, in questo momento c’è molto bisogno di sangue.

Purtroppo molte persone non vanno a donare per la paura del contagio, quindi le riserve si riducono di molto e il pericolo è quello di arrivare al limite minimo.

Per queste ragioni, esorto i consiglieri comunali che non hanno mai donato, tutti i cittadini che possono farlo, a vincere la paura dell’ago, vedrete che, una volta vinta quella paura, sarà tutto più facile per le nuove donazioni. E, soprattutto, vi sentirete la sensazione di aver fatto del bene.

Mi voglio soffermare su un concetto molto importante che è uscito ora nel mezzo della pandemia: il plasma iperimmune. Anche ieri ne ho parlato nel mio intervento.

Una lettera del presidente Avis nazionale Briola è stata inviata a tutti i donatori, dopo gli incoraggianti risultati per la cura del virus con il plasma iperimmune.

La terapia con l’utilizzo del plasma appare efficace e i risultati lo dimostrano, grazie agli anticorpi sviluppati dai pazienti che sono guariti.

Somministrando il plasma dei guariti nei pazienti affetti da Covid-19, la carica virale e i sintomi si riducono in pochi giorni, non lasciando effetti collaterali, contrariamente ai medicinali molto forti utilizzati per aggredire il virus.

La sperimentazione è in quattro ospedali in Lombardia, dove il contagio del virus è alto: al San Matteo di Pavia, gli ospedali Carlo Poma di Mantova, il Maggiore di Lodi e l’Asst di Cremona.

Quindi la terapia al plasma iperimmune, in attesa del vaccino, appare molto importante.

Il plasma è stato somministrato già a 50 pazienti affetti da Covid-19 e i risultati sarebbero incoraggianti, perché questo tipo di plasma contiene gli anticorpi contro il virus Sars-Cov2.

A pensarci bene, quindi, un gesto di grande solidarietà compiuto da chi ha già vinto la battaglia, che può salvare la vita di chi è invece nel bel mezzo del conflitto.

Secondo qualche primario pneumologo, il plasma, per ora, è l’unico rimedio specifico per il Covid-19.

Lo studio, nei prossimi giorni, proseguirà anche in altri ospedali, in Veneto, Umbria e Toscana.

Vincete la paura di andare a donare: donate sangue per guarire.

Valter Rinaldo Merli
Consigliere comunale Lega
Comune di Viterbo


Condividi la notizia:
8 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR