Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'obiettivo è garantire una corretta e completa presa incarico multidisciplinare per tutte le persone con sclerosi multipla

Aism e casa di cura Villa Immacolata, rinnovata la collaborazione

Condividi la notizia:

Casa di cura Villa Immacolata

Casa di cura Villa Immacolata

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – L’associazione italiana sclerosi multipla, sezione provinciale di Viterbo, nonostante la grande emergenza nazionale dovuta al Coronavirus, è rimasta attiva e pronta a rispondere a tutte le esigenze emerse dalle persone coinvolte nella sclerosi multipla di tutto il territorio provinciale, collegandosi in rete con tutti i servizi emergenziali attivati.

Nei giorni scorsi è avvenuto un incontro tra Aism e la casa di cura centro di riabilitazione Villa Immacolata di Viterbo per rinnovare una collaborazione, volta a garantire una corretta e completa presa incarico multidisciplinare per tutte le persone con sclerosi multipla, come definito nel Pdta Sm – percorso diagnostico terapeutico e assistenziale per la sclerosi multipla deliberato dalla Asl di Viterbo in concerto con Aism.

All’incontro, per conto della casa di cura – centro di riabilitazione Villa Immacolata di Viterbo hanno partecipato: Romeo Gatti, capo dipartimento, Pietro Matteucci, responsabile ex art.26, Maria Antonietta Perugini, direzione area riabilitativa e case management, Ilaria Paolasso, primario di neurologia e Sabrina Proietti, psicologa.

Rispetto Aism hanno partecipato Vito Di Noto, vicepresidente della sezione Aism di Viterbo e Francesco Borzacchini, referente nazionale per le regioni Lazio, Umbria e Toscana.

Dal centro sono state avanzate proposte innovative che vedranno un coinvolgimento di diverse figure multidisciplinari, all’interno di un percorso riabilitativo individuale, volto non solo a mantenere o a migliorare le capacità residue ma ad implementarne una più completa inclusione sociale. Si intende potenziare tecniche innovative per garantire una migliore qualità di vita a tutte le persone che per cause non volute, ogni giorno, affrontano una grande sfida contro la sclerosi multipla.

Il vicepresidente della sezione Aism di Viterbo, Vito Di Noto si è reso disponibile ad una fattiva collaborazione con il centro a favore delle persone con sclerosi multipla ed è convinto che dalla stessa, si potranno ottenere ottimi risultati.

Ricordiamo che uno degli obiettivi primari che persegue la nostra associazione, è quello di arrivare ad avere una stretta collaborazione con tutti i centri di riabilitazione dislocati nel territorio e con tutti gli stakeholder coinvolti nella sclerosi multipla.

Aism Viterbo


Condividi la notizia:
3 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR