Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bruxelles - Compresa la Cina - Fuori dalla lista Stati Uniti, Brasile, Russia, India, Turchia e Israele dove l'emergenza Covid-19 è ancora preoccupante

Coronavirus, l’Ue riapre le frontiere a quindici nazioni

Condividi la notizia:

Aerei

Aerei

Bruxelles – Coronavirus, l’Ue riapre le frontiere a quindici nazioni.

Gli stati membri dell’Unione europea hanno deciso di riaprire le frontiere a quindici Paesi dopo l’isolamento dovuto all’emergenza coronavirus. 

Quindi da domani 1 luglio i cittadini di Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone , Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Corea del Sud, Tailandia, Tunisia e Uruguay potranno viaggiare nell’Unione europea.

Nella lista c’è anche la Cina, ma solo a condizione che Pechino accetti i cittadini Ue nel suo territorio.

Fuori dalla lista i Paesi dove l’emergenza coronavirus è ancora preoccupante: Stati Uniti, Brasile, Russia, India, Turchia e Israele.

Comunque ogni singolo stato membro dell’Ue deciderà in modo autonomo. Infatti il documento firmato è solo una indicazione non vincolante.


Condividi la notizia:
30 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR