Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ladispoli - A lanciare l'allarme dipendente di un hotel

Finisce in mare col deltaplano, salvato dalla guardia costiera

Condividi la notizia:

Ladispoli - Marina di San Nicola

Ladispoli – Marina di San Nicola

Ladispoli – Ammaraggio di un deltaplano in località Marina di San Nicola, soccorso il pilota.

Ieri notte il personale della guardia costiera di Ladispoli, sotto il coordinamento della sala operativa della capitaneria di porto di Civitavecchia, ha salvato un pilota di deltaplano ammarato in località Marina di San Nicola – Ladispoli.

Alle ore 20,45 circa, il custode di un hotel della zona, notando un deltaplano in difficoltà in procinto di precipitare in prossimità della costa, ha allertato la guardia costiera. È stato disposto l’immediato intervento della motovedetta d’altura CP 305 e dei militari dell’ufficio marittimo di Ladispoli.

Pochi minuti dopo è arrivata un’altra telefonata del segnalante che comunicava l’avvenuto ammaraggio, a circa dieci metri dalla costa, in prossimità dell’hotel.

Il personale di Ladispoli, raggiunta la struttura e la scogliera antistante, avvistava immediatamente il malcapitato in acqua, provvedendo al suo soccorso.

Nonostante l’impatto, l’uomo di 67 anni, dotato di casco protettivo e giubbotto di salvataggio, ha riportato solamente alcune escoriazioni superficiali. È stato richiesto tuttavia l’intervento del 118 per il successivo trasporto, alle ore 21.20 circa, presso la struttura ospedaliera più vicina per i dovuti accertamenti.

La CP 305, giunta in prossimità della zona d’impatto, non riscontrava alcuna forma di inquinamento da idrocarburi o di altra natura. Il deltaplano semi affiorante, ammarato a pochi metri dalla riva, su un fondale di circa 3 metri, verrà recuperato a spese del pilota sotto la vigilanza dell’Autorità marittima.


Condividi la notizia:
30 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR