Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Corte d'assise - Pugile 31enne accusato di omicidio - La donna intercettata in procura - Il Ris: "Maria Sestina Arcuri è stata spinta giù per le scale"

La nonna di Andrea Landolfi: “Quel sangue è di quando l’ha buttata giù”

di Silvana Cortignani
Condividi la notizia:

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Giallo di Ronciglione - Le prime immagini della scala da cui Maria Sestina Arcuri è precipitata

La scala da cui Sestina Arcuri è precipitata e il caminetto al pianoterra

Giallo di Ronciglione - Le prime immagini della scala da cui Maria Sestina Arcuri è precipitata

Le scale viste dal piano superiore

Ronciglione - Il pm Franco Pacifici e gli ufficiali dei carabinieri sul luogo della tragedia

Ronciglione – Il pm Franco Pacifici e gli ufficiali dei carabinieri sul luogo della tragedia

Mirella Iezzi

La nonna Mirella Iezzi

Serena Gasperini e Daniele Fabrizi - I difensori di Andrea Landolfi

Serena Gasperini e Daniele Fabrizi – I difensori di Andrea Landolfi

Vincenzo Luccisano

Vincenzo Luccisano – L’avvocato dei familiari di Sestina

Ronciglione – Nuovi particolari, oltre alla proiezione su maxischermo del video tridimensionale della presunta scena del crimine girato dal Ris. La nonna di Andrea Landolfi, il pugile 31enne imputato dell’omicidio della fidanzata Maria Sestina Arcuri, intercettata in procura avrebbe detto: “Non è vero certo (… quel sangue, ndr…) quando l’ha buttata giù”.  

Mirella Iezzi, l’ottantenne anche lei indagata nell’ambito della morte della parrucchiera 26enne precipitata la notte tra il 3 e il 4 febbraio 2019 dalla scala interna della sua casa di via Papirio Serangeli a Ronciglione, dove lei e la coppia stavano trascorrendo il weekend col figlioletto di lui di 5 anni, l’avrebbe detto ai familiari che in quel momento si trovavano con lei.

Per la precisione, il consulente ha detto di avere “sbobinato” dall’ambientale dell’8 marzo 2019 la frase: “Non è vero certo… quando l’ha buttata giù”. Sembrerebbe, ma il dato almeno per ora non è emerso in aula, a proposito di una domanda provocatoria sul sangue, che le sarebbe stata posta poco prima durante l’interrogatorio in cui l’anziana ha perorato la versione della caduta accidentale fornita dal nipote. 

Il particolare, uno dei tanti che secondo l’accusa inchioderebbero alle sue responsabilità l’imputato, è emerso durante l’udienza di ieri davanti alla corte d’assise presieduta dal giudice Gaetano Mautone (a latere Roberto Colonnello), nel corso della deposizione di uno dei consulenti dell’accusa, l’ingegnere Sergio Civino, che ha esaminato anche i cellulari della vittima e di Landolfi. Nonna Lella – come l’avrebbe memorizzata anche Sestina sul suo telefonino –  che è parte civile nel processo, era presente come semore in aula. E c’erano anche la mamma e i due fratelli di Sestina, venuti apposta da Nocara (Cosenza), assieme al difensore Vincenzo Luccisano.

Sulla carta, avrebbe dovuto essere un’udienza molto tecnica, in cui avrebbe dovuto fare la parte del leone il video tridimensionale realizzato col laser scanner dal tenente colonnello Paolo Fratini del Ris. In realtà è emerso anche altro: dalla frase che avrebbe detto la nonna, che per ammissione dello stesso consulente non è stato facile “tradurre” (“Ho esaminato anche se possa avere detto ‘l’ha portata giù’, ma è da escludere”) al sogno premonitore di Sestina, ai litigi della coppia. Landoli, accusato di omicidio volontario, omissione di soccorso e lesioni aggravate (alla nonna), rischia l’ergastolo. 


“Sestina voleva sapere cosa significhi sognare bambini e serpenti morti”

Sestina e il “sogno premonitore”. “La mattina del 3 febbraio ha spiegato l’ingegnere Civino – Sestina ha cercato sul Google cosa significhi sognare bambini e serpenti morti. E poi nel corso della giornata ha ripetuto ancora la ricerca”. Non si sa se si trattasse di un sogno che lei stessa aveva fatto oppure qualcun altro. 

Una giornata cominciata male quella di domenica 3 febbraio 2019. “Prima di pranzo la coppia aveva litigato, come si evince dai messaggi scritti e vocali in chat. Hanno litigato per il figlio di lui e per una foto che Landolfi aveva postato sullo stato di whatsapp. Dopo di che Landolfi è andato via da casa e lei decine e decine di volte gli ha chiesto di tornare. Lui le ha risposto poche volte, mentre lei gli ha fatto ben 45 chiamate senza risposta. Dai messaggi di Sestina emergono recriminazioni da parte della giovane e anche le problematiche alcoliche di Andrea. Ce n’è uno vocale che dura oltre cinque minuti”, ha spiegato Civino.

Nel tardo pomeriggio risulta che Landolfi fosse tornato a casa: alle 20,20 il supertestimone del pub, per il quale è stata disposta una perizia psichiatrica, invia un messaggio a Sestina chiedendole se fosse rientrato e lei risponde “sì”. Poi, come è noto, la coppia esce, va in pizzeria e al pub.

“All’1,36 della notte tra il 3 e il 4 febbraio, Sestina cerca un bed and breakfast a Ronciglione”, dice il consulente che ha passato al setaccio il telefonino. Andrea, Sestina e il figlioletto di lui tornano invece a casa insieme e verso le due la ragazza precipita dalle scale.

Andrea e Sestina, secondo il consulente, che ha passato al setaccio tre-quattro giorni di attività dello smartphone della ragazza, avevano litigato anche il primo febbraio: “A partire dalle 23,27 del primo febbraio fino alla mattina successiva”. 


Fuori dal processo la versione di Andrea Landolfi

Su richiesta dei difensori Daniele Fabrizi e Serena Gasperini, sono state dichiarate inutilizzabili le sommarie informazioni rilasciate ai carabinieri di Ronciglione da Andrea Landolfi alle cinque del pomeriggio di lunedì 4 febbraio 2019, mentre Sestina era ricoverata agonizzante all’ospedale di Belcolle dove era giunta la mattina in ambulanza in seguito alla chiamata effettuata solo verso le 6 al 118, circa quattro ore dopo la caduta.

“Landolfi avrebbe dovuto essere sentito alla presenza di un difensore”, hanno eccepito i legali. “A quell’ora i medici avevano già espresso perplessità sulla caduta dalle scale e una dottoressa aveva già informato il poliziotto del posto di guardia”, hanno sottolineato, facendo notare come Landolfi fosse già iscritto nel registro degli indagati al momento della nomina dei due medici legali che hanno effettuato l’autopsia per la procura. Sestina è morta a Belcolle la mattina di mercoledì 6 febbraio.


Sullo stipite della porta della camera l’impronta di una mano insanguinata

Tracce ematiche ovunque al pianoterra, secondo l’esperto e i consulenti del Ris che hanno preso parte ai sopralluoghi dell’11 febbraio, del 20 febbraio e del 29 maggio 2019 sulla presunta scena del crimine. Gran parte da gocciolamento: vicino al camino, sul divano, dove erano appoggiati un cuscino bordeaux e un asciugamano azzurro intrisi del sangue di Sestina, e anche nel lavandino del bagno.

Tracce, molto blande rispetto al pianoterra, anche al piano superiore: l’impronta di una mano insanguinata (non si sa di chi) sullo stipite della porta della camera, sul pavimento ai piedi del letto e sul lenzuolo dalla parte sinistra del letto matrimoniale.

Non è stato invece tenuto conto delle tracce di vomito, anche sul materasso, come hanno fatto notare i difensori Serena Gasperini e Daniele Fabrizi, chiedendo spiegazioni e anche l’acquisizione di due video girati dai carabinieri.


Proiettato su maxischermo il video tridimensionale

Sestina era piccolina: “Alta un metro e 58 centimetri”. Lo ha riferito il tenente colonnello Paolo Fratini del Ris. illustrando in aula, proiettato su maxischermo, il video della ricostruzione tridimensionale dei vari scenari possibili sul luogo della tragedia, confrontandoli con le lesioni riportate dalla 26enne: la lesione cranico occipitale da impatto molto violento con una superficie piana (frattura del cranio all’altezza della nuca), la lesione alla zona lombo-sacrale, da sinistra verso il centro schiena (compatibile col gradino del rialzo del camino); le lesioni all’emigabbia toracica posteriormente a sinistra, da precipitazione dall’alto. 

“Abbiamo escluso che possano essere rotolati insieme, Landolfi sotto e Sestina sopra, e escludo anche il viceversa, lei sotto e lui sopra. Da escludere perché innaturale anche che sia caduta da sola dal parapetto, sotto il quale avrebbe peraltro trovato una cassapanca, non una superficie piana come quella su cui ha sbattuto la nuca. Secondo le evidenze scientifiche della ricostruzione col laser scanner – ha spiegato il tenente colonnello Fratini, che è laureato in fisica – non è stata una caduta a piombo. E’ invece compatibile con le lesioni e con i vincoli architettonici del luogo, che Sestina abbia ricevuto una spinta a un braccio, sul destro ha dei lividi da afferramento violento, e sia volata di sotto mentre si trovava sui primi gradini della scalinata, sbattendo la nuca sul camino e la regione lombo-sacrale sul suo gradino”. 


Sotto le unghie della vittima il Dna dell’imputato

Prelevato e sottoposto al test del Dna anche il materiale sotto le unghie di Sestina. “Su quattro dita della mano sinistra – ha detto uno dei consulenti – abbiamo trovato un profilo genetico misto, quello della vittima e quello dell’indagato”. 

Nel corso dei vari sopralluoghi, sono stati prelevati anche campioni di intonaco lungo le mura della scalinata, di colore rosso, nero e blu, nonché analizzati vari capi di abbigliamento della vittima: scarponcini, jeans, una maglia grigia, una borsa rossa. Il blu sull’intonaco compatibile con i jeans, il nero con delle scarpe e il roso invece non coerente con i materiali della borsa.


Si procede a ritmi serrati per fare presto

Il processo riprenderà già lunedì 29 giugno. Poi si torna in aula il 2 luglio, il 17 settembre, il 2 ottobre e il 19 ottobre. Decine i testimoni delle parti che devono ancora essere ascoltati. Il 29 giugno saranno sentite anche due ex dell’imputato, sempre per il pm Franco Pacifici. Ancora da fissare, invece, l’interrogatorio di nonna Mirella.

Silvana Cortignani

 

 

 

 

 


Condividi la notizia:
26 giugno, 2020

Cade dalle scale e muore ... Gli articoli

  1. La criminologa Bruzzone: "Inattendibile il figlio di Landolfi, condizionato dalla madre"
  2. Salta l'esame del figlio di Landolfi - La madre: "Non è in grado di rendere testimonianza"
  3. Omicidio Arcuri, tribunale blindato per il figlioletto di Andrea Landolfi
  4. Omicidio Arcuri, il figlioletto di Andrea Landolfi testimone contro il padre
  5. Omicidio Arcuri, riprende oggi il processo con la testimonianza della parrucchiera collega di Sestina
  6. Landolfi: "Sono una persona morta, non ho più anima negli occhi"
  7. Lo psichiatra: "Fittizi i quattro tentativi di suicidio di Andrea Landolfi in carcere"
  8. Omicidio Arcuri, da sciogliere il nodo del supertestimone 32enne di Ronciglione
  9. Riprende il processo per la morte di Sestina, tra i testi dell'accusa un'amica della ex di Landolfi
  10. Sestina, ricoverata in clinica, si è confidata con le parrucchiere del salone dove lavorava
  11. Omicidio Arcuri, il figlioletto di Landolfi "interrogato" dalla madre
  12. Sestina a Andrea otto ore prima della tragedia: "Questa è la nostra prima foto, sei l'amore della mia vita"
  13. In aula risuona la voce di Maria Sestina Arcuri: "Ho solo una vita e viverla così mi spaventa"
  14. Le ex fidanzate del pugile: "Andrea Landolfi quando beve diventa una belva..."
  15. Morte di Sestina, due ex fidanzate pronte a testimoniare contro Andrea Landolfi
  16. Morte di Sestina Arcuri, la scena del crimine ricostruita in 3D
  17. "Sestina ha avuto uno pneumotorace a Belcolle ed è stata intubata in rianimazione"
  18. "Incompatibili con un rotolamento dalle scale le lesioni riportate da Sestina"
  19. "Sestina aveva gli occhi aperti e respirava regolarmente, ma era incosciente"
  20. Sestina soccorsa quattro ore dopo la caduta, testimoniano operatori del 118 e sanitari di Belcolle
  21. "L'ultima serata di Andrea e Sestina? Video e testimoni raccontano una normale famigliola"
  22. Processo Landolfi, sfilano i primi testi contro il 31enne accusato dell'omicidio della fidanzata
  23. Landolfi all'avventore di un pub: "Saluta Sestina, tanto non la vedi più..."
  24. Morte di Sestina Arcuri, in aula l'audio della telefonata del fidanzato Andrea Landolfi al 118
  25. Omicidio Arcuri, saranno sentiti il 14 maggio i primi testimoni contro Andrea Landolfi
  26. Troppo in televisione, il supertestimone contro Andrea Landolfi rischia di tornare in carcere
  27. "Ci sono già le prove contro Landolfi, non c'è bisogno di un detenuto supertestimone"
  28. Lo zio di Landolfi: "La sera, quando beve, Andrea cambia"
  29. Processo al palo causa Covid, difesa al lavoro per far uscire dal carcere Andrea Landolfi
  30. Zio Rocco accusa il pugile Landolfi di omicidio ma poi gli dice: "Andrà tutto bene, ciao campione"
  31. L'ex difensore Giacomo Marini: "Conosco Cipollini, mi ha presentato lui Lanfoldi"
  32. "Voglio parlare col pm, Landolfi mi ha detto di aver buttato Maria Sestina giù per le scale"
  33. "Andrea Landolfi ha detto di avere scaraventato Maria Sestina per le scale"
  34. "La confessione di Landolfi in carcere? La procura saprà valutare i supertestimoni"
  35. "Andrea Landolfi ha confessato l'omicido di Sestina", pronti a testimoniarlo due compagni di cella
  36. "Rivelazioni importanti in carcere", spunta un supertestimone contro Andrea Landolfi
  37. Colpo di scena al processo per la morte di Sestina, Landolfi cambia nuovamente difensore
  38. Landolfi rinuncia, per il Coronavirus slitta il processo
  39. "Stop per Coronavirus del processo a Andrea Landolfi, il legale della nonna viene da Milano"
  40. La mamma di Andrea Landolfi: "Qui a Regina Coeli sta succedendo il bordello"
  41. "Scale pericolose nella Tuscia, la tragica scomparsa di Sestina non è un caso isolato"
  42. Andrea Landolfi: "Sono innocente, faremo venire fuori la verità"
  43. Morte di Sestina Arcuri, la nonna di Landolfi parte civile contro il nipote
  44. Morte di Sestina Arcuri, riprende oggi il processo a Andrea Landolfi
  45. Morte di Sestina Arcuri, si aggrava la posizione della nonna di Andrea Landolfi
  46. "Vieni a Macchiatonda e vediamo chi crepa..."
  47. La mamma di Sestina: "Non mi interessa incontrare la madre di Andrea..."
  48. "La stessa psicologa della procura dice che il figlio di Landolfi non è attendibile"
  49. "Landolfi ha ripulito casa dalle tracce di sangue e vomito lasciate da Maria Sestina"
  50. "Assassina, devi stare in galera come tuo nipote"
  51. La Cassazione: "Maria Sestina Arcuri lanciata dalle scale, non ha potuto difendersi"
  52. "Dal campione di boxe al macellaio della nonna ai superluminari, ecco i testimoni di Landolfi"
  53. "Dal giorno della tragedia, io sono morto insieme a Sestina"
  54. "Morte di Sestina Arcuri, il campione di pugilato Nino Benvenuti tra i testimoni della difesa"
  55. Landolfi incastrato dal figlioletto, Meluzzi consulente
  56. Roberta Landolfi: "Voglio abbracciare la mamma di Sestina"
  57. Andrea Landolfi: "Mio figlio è stato imbeccato per fargli dire che sono colpevole..."
  58. Andrea Landolfi dal carcere: "Non ho ucciso Sestina, sono un uomo generoso e non sono un assassino"
  59. La scala della morte di Sestina Arcuri, nella casa dei misteri…
  60. La madre di Sestina: "E' stato lui a ucciderla" - La madre di Andrea: "Volevano un bimbo"
  61. Morte di Maria Sestina, salta il processo per omicidio al fidanzato
  62. Morte di Maria Sestina Arcuri, al via il processo al fidanzato per omicidio
  63. Morte di Maria Sestina, indagata anche la nonna di Andrea Landolfi
  64. La nonna di Landolfi: "Ho raccolto io Andrea e Sestina, e lei stava bene"
  65. Sì al giudizio immediato, al via a dicembre il processo per omicidio al fidanzato di Maria Sestina
  66. "Morte di Maria Sestina, giudizio immediato per il fidanzato arrestato per omicidio"
  67. Il fidanzato di Maria Sestina Arcuri: "Fu lei a spingermi per le scale"
  68. Accusato dell'omicidio della fidanzata, Andrea Landolfi fa scena muta davanti al giudice
  69. "Andrea Landolfi potrebbe uccidere di nuovo, contro di lui non c'è solo il figlio"
  70. Landolfi a Regina Coeli in attesa dell'interrogatorio di garanzia
  71. In carcere per omicidio volontario il fidanzato di Maria Sestina Arcuri
  72. Landolfi in carcere per omicidio? Ago della bilancia la testimonianza del figlio di 5 anni
  73. Sì o no all'arresto di Andrea Landolfi, col fiato sospeso fino a domani
  74. Andrea Landolfi in carcere? Oggi si decide la sorte del fidanzato di Maria Sestina Arcuri
  75. Andrea Landolfi in carcere? Dopo l'estate la decisione della Cassazione
  76. Arresto di Landolfi, depositato il ricorso in Cassazione
  77. "Questa è l'ultima volta che vedi Maria Sestina..."
  78. "La madre e la nonna avevano paura che Landolfi potesse 'buttare di sotto' anche loro"
  79. Andrea Landolfi: "Ho lanciato Maria Sestina dalle scale"
  80. "Maria Sestina lanciata dalle scale e poi insultata"
  81. "Quello che ha detto il figlio di 5 anni di Landolfi non può valere come prova"
  82. "Il riesame dice che la nonna di Landolfi mente su tutta la linea"
  83. Sì all'arresto di Landolfi, fidanzato di Maria Sestina
  84. I testimoni: "Sestina pronta a lasciare Landolfi, quella notte voleva dormire da sola in albergo"
  85. I Ris per altre 4 ore nella casa della tragedia, sequestrati vestiti sporchi di sangue
  86. Se arriva l'arresto per Landolfi, non sarà immediato
  87. Arresto sì o no, la sorte del fidanzato di Maria Sestina è nelle mani del riesame
  88. "Siamo tranquilli"
  89. Landolfi al 118: "Stavamo giocando e siamo caduti dalle scale, ma la botta più forte l'ho presa io..."
  90. Il figlio di 5 anni di Landolfi: "Ho visto papà buttare Sestina dalle scale"
  91. Ragazza caduta dalle scale, si saprà entro fine mese se il fidanzato sarà arrestato
  92. "Maria Sestina in coma subito dopo la caduta"
  93. "Landolfi in carcere? Non ci sono elementi"
  94. La procura: "Il fidanzato ha ucciso Maria Sestina Arcuri"
  95. Ragazza caduta dalle scale, chiesto l'arresto per omicidio del fidanzato
  96. "Maria Sestina Arcuri volata giù dal pianerottolo delle scale"
  97. "Non incolpo nessuno, voglio sapere cosa è successo a mia sorella"
  98. "Tu con una figlia morta e io con un figlio in galera"
  99. "Sestina non è stata picchiata, ma potrebbe essere stata spinta"
  100. Giallo di Ronciglione, Landolfi indagato anche per omissione di soccorso
  101. "La famiglia Arcuri è distrutta, vuole verità"
  102. "Ho visto Sestina battere la testa, ma non si era fatta nulla..."
  103. "Sestina era il mio amore"
  104. "Andrea caduto dalle scale anche con la ex, ma lui non si fa mai male"
  105. "Ho finito le lacrime, ma ho tanta rabbia"
  106. La ex di Andrea Landolfi: "Mi ha picchiata, tirato i capelli e riempita di morsi"
  107. Cade dalle scale e muore, i Ris per altre cinque ore nella casa della tragedia
  108. "Andrea è ancora in condizioni di affanno psicologico"
  109. "Mio figlio era innamorato, la voleva sposare e avere un bambino da lei"
  110. I Ris tornano nella casa della tragedia, la nonna di Landolfi testimone oculare
  111. "Quei 17 gradini verso la mansarda dove Sestina è caduta..."
  112. "Mia sorella caduta dalle scale? Non ci credo"
  113. “Sestina era irriconoscibile aveva testa e un occhio gonfi"
  114. I Ris per sei ore nella casa della tragedia, sequestrata l'auto della coppia
  115. "Hanno discusso, e lei non era serena..."
  116. Femminicidio o incidente? Fondamentali Ris e autopsia
  117. I vicini: "Quella notte non abbiamo sentito niente"
  118. Donati gli organi della ragazza precipitata dalle scale
  119. Ragazza precipitata dalle scale, il fidanzato indagato per omicidio
  120. Ragazza precipita dalle scale e muore, non si esclude il femminicidio

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR