Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - La coppia aveva seminato il panico tra gli esercenti di Torpignattara e Centocelle - Fermati mentre tentavano di rompere la vetrina di una farmacia

Mettono a segno una serie furti in pochi giorni, arrestati dalla polizia un uomo e una donna

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Roma – Avevano messo a segno nei giorni scorsi numerosi furti nei quartieri di Torpignattara e Centocelle, seminando il panico tra gli esercenti. Nella notte di sabato la polizia, allertata dagli imprenditori della zona, ha arrestato i responsabili, un uomo di 43 anni e la sua complice 33enne.

I due si erano concentrati sulle attività commerciali della zona, principalmente farmacie e supermercati. Il modus operandi della coppia era sempre lo stesso: infrangevano le vetrine dei negozi con un sasso o con l’aiuto di un veicolo, poi entravano dentro per impadronirsi dei soldi o di oggetti di valore.

I furti ripetuti nel giro di pochi giorni avevano creato un vero e proprio allarme tra gli esercenti della zona i quali, in più occasioni, avevano richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Le particolari modalità con cui i reati venivano realizzati e il fatto che ad essere colpiti fossero esercizi commerciali della stessa zona, hanno immediatamente spinto gli investigatori a pensare che dietro i furti ci fosse la stessa regia, probabilmente qualcuno che conosceva bene il territorio. 

Nel corso della notte di sabato, dopo essere stati allertati da tre segnalazioni di tentato furto, gli agenti della polizia sono riusciti ad arrestare i due responsabili mentre tentavano l’ennesimo furto ai danni di una farmacia. L’uomo è stato sorpreso mentre cercava di sfondare la vetrata del negozio con un sasso di grandi dimensioni.

Gli arrestati sono stati giudicati con rito direttissimo. L’uomo è ora agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, la complice è in attesa di giudizio. Non si escludono comunque ulteriori provvedimenti nei loro confronti.


Condividi la notizia:
30 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR