Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Fare verde segnala il degrado

“Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell’Olivo”

Condividi la notizia:

"Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell'Olivo"

“Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell’Olivo”

"Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell'Olivo"

“Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell’Olivo”

"Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell'Olivo"

“Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell’Olivo”

"Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell'Olivo"

“Pantano ed erba alta nel terreno nel quartiere di Madonna dell’Olivo”

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – L’associazione ambientalista Fare Verde denuncia la situazione di degrado e pericolo in cui si trova un vasto terreno nel quartiere Peep-Madonna dell’Olivo, a Tarquinia.

I volontari, chiamati da alcuni abitanti dei palazzi che si affacciano su via Pertini e via Dalla Chiesa, hanno effettuato un sopralluogo per accertare lo stato in cui versa l’area denominata “Orti di Bruschi”.

“Il terreno è ricco di acqua affiorante e si trova al centro del quartiere Madonna dell’Olivo, dietro a un noto centro commerciale – dichiara Silvano Olmi, presidente regionale di Fare Verde – durante il sopralluogo abbiamo constatato che un vero e proprio ruscello sgorga dal terreno e lo ha ormai ridotto ad un pantano, con il rischio di far proliferare le zanzare. Quest’acqua andrebbe incanalata e non dispersa.

Inoltre, il terreno è stato solo in parte ripulito dalle erbacce e in alcuni punti l’erba è altissima. C’è un edificio diroccato, che è in stato di abbandono da troppi anni e andrebbe recuperato per farne un centro di aggregazione per il popoloso quartiere.
Infine, nel terreno che è privo di recinzione, abbiamo trovato un container da cantiere e diversi cumuli di rifiuti composti da materiale elettrico e scarti di lavori edilizi.

Urge un intervento di bonifica – conclude Silvano Olmi – lanciamo un appello all’amministrazione comunale affinché l’area sia bonificata e resa fruibile per i cittadini e si studi la possibilità di recuperare l’acqua che sgorga copiosa dal terreno”.

Associazione ambientalista Fare Verde


Condividi la notizia:
29 giugno, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR