Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Torino - Quando sono arrivati nell'appartamento, gli agenti sono rimasti sorpresi dalla disponibilità della donna che li invitava a entrare

Coltivava le piante di marijuana del figlio, le aveva detto che era luppolo per la birra

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Torino – La vicenda è tragicomica. Dopo essere venuti a conoscenza che in un appartamento del quartiere Santa Rita, a Torino, c’era una coltivazione di marijuana, gli agenti sono intervenuti e sono rimasti sorpresi dalla disponibilità dell’anziana ottantenne e dal suo invito a entrare in casa.

Le piante effettivamente c’erano, ma la donna pensava che fossero di luppolo per la produzione di birra. O almeno così le aveva detto il figlio, che aveva portato le piante nell’abitazione della madre un paio di settimane prima. Le aveva anche detto di innaffiarle, cosa che la donna ha fatto tanto che le piante avevano raggiunto un’altezza di un metro e mezzo circa. 

I poliziotti sono quindi andati a casa del figlio, nel quartiere Mirafiori, dove era presente anche la moglie. Lì gli agenti hanno trovato altre 18 piante di marijuana, una lampada per la coltivazione indoor e diversi semi. Nell’abitazione, la polizia ha anche trovato alcuni proiettili di diverso calibro inesplosi.

L’uomo e la moglie, rispettivamente di 49 e 28 anni, sono stati arrestati per detenzione e coltivazione delle piante di marijuana. L’uomo è stato anche denunciato in stato di libertà per detenzione abusiva di armi.


Condividi la notizia:
30 luglio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR