Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Consiglio comunale - Assenze pesanti nel centrodestra - Salta la seduta per affidare la gestione dell'impianto a Fin

Disastro piscina, Arena non ha i numeri e la maggioranza affoga

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Viterbo - Consiglio comunale

Viterbo – Consiglio comunale

Viterbo - Consiglio comunale - Stefano Evangelista

Viterbo – Consiglio comunale – Stefano Evangelista

Viterbo – Disastro piscina in consiglio comunale, per il centrodestra. Troppe assenze, salta la seduta.

Il buongiorno si è visto dal mattino, con cinque ore passate senza concludere nulla. Ma il meglio, si fa per dire, è arrivato nel pomeriggio.

Ripresa dei lavori fissata alle 15,30, si parte un’ora dopo perché la maggioranza non ha i numeri. Espletati tutti i tentativi di contattare uno fra gli assenti, l’appello ha sancito l’inesorabile. L’opposizione esce, i presenti sono 16 più il primo cittadino. Pochi. Anche se Arena prova a scherzare: “Il sindaco però vale doppio…”

Non ci sono i numeri e la seduta in cui doveva essere approvata la delibera per affidare l’impianto natatorio alla Federazione italiana nuoto è saltata.

Va deserta una seduta fondamentale, per la quale il primo cittadino si è parecchio speso. Impossibile non leggerci un chiaro segnale politico.

Nel centrodestra, pesano le assenze di Gianmaria Santucci e Sergio Insogna (Fondazione), quest’ultimo apertamente contrario al provvedimento.

Nella Lega, Vittorio Galati non c’era, ma una defezione c’è stata anche nel gruppo del sindaco Arena, Isabella Lotti (Forza Italia).

Assenze che parlano di un forte disagio in maggioranza nel portare avanti un provvedimento che l’opposizione ha smontato, pezzo per pezzo. Assenze politiche.

Con le norme anticovid è possibile essere presenti in consiglio comunale ma anche connettersi in remoto. Non è complicato collegarsi da qualsiasi parte ci si trovi. Soprattutto in una situazione in cui la coalizione è in difficoltà. Non a caso il sindaco Arena fino all’ultimo era al telefono, nel tentativo probabilmente di rimediare un esponente volenteroso della sua maggioranza.

Ma nessuno si è voluto “sacrificare”. L’sos non è stato raccolto e il consiglio comunale è affondato.

L’unico gruppo che in massa ha garantito la presenza è quello di Fratelli d’Italia.

Lo scivolone della maggioranza è stato particolarmente brutto. Qualcuno si sarà fatto male.

Giuseppe Ferlicca


– Sulla piscina la maggioranza annaspa e Ricci all’opposizione: “siete dei fregnoni”


Condividi la notizia:
31 luglio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR