- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Coronavirus, da oggi treni alta velocità a capienza 100%

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Treno ad alta velocità [3]

Treno ad alta velocità, generica

Roma – Coronavirus, da oggi treni alta velocità a capienza 100%.

Da oggi Frecciargento e Frecciarossa di Trenitalia e Italo possono viaggiare al 100% dei posti. Niente più sedili vuoti, se non per qualche eccezione, per evitare la diffusione di Covid-19. 

Le due aziende hanno specificato che si sono realizzate le condizioni poste dal dpcm del 14 luglio. 

In un comunicato del Mit si spiega che “è consentito derogare al distanziamento interpersonale di un metro” rispettando alcune regole.


Il comunicato del Mit [4]


Mentre ”resta esclusa la possibilità di utilizzare i sedili contrapposti (faccia a faccia) nel caso in cui non sia possibile garantire permanentemente la distanza interpersonale di almeno un metro, ferma restando la possibilità di derogare a tale regola qualora i passeggeri siano conviventi nella stessa unità abitativa”.

Resta comunque obbligatorio l’uso di mascherina e l’autocertificazione di ogni passeggero dove si afferma di non essere affetto da Covid-19 o di non essere stato sottoposto a periodo di quarantena obbligatoria di almeno 14 giorni e di non accusare sintomi (negli ultimi 14 giorni). 

La deroga al distanziamento può essere applicata rispettando però alcune regole. Tra queste, l’aria a bordo deve infatti essere rinnovata sia mediante l’impianto di climatizzazione sia mediante l’apertura delle porte esterne alle fermate, devono essere adottate procedure per garantire che le porte di salita e discesa dei viaggiatori rimangano aperte durante le soste programmate nelle stazioni. Prevista inoltre la misurazione, a cura del gestore, della temperatura in stazione prima dell’accesso al treno. 

Fonti del comitato tecnico scientifico del governo dichiarano però la loro preoccupazione. “E’ una scelta – fanno sapere all’Ansa dal comitato tecnico scientifico del governo – che desta molta preoccupazione”. La decisione di far ripartire i treni con piena capienza non sarebbe stata presa consultando il comitato tecnico scientifico.

Nella mattinata di giovedì, il Mit ha inviato al comitato una richiesta di valutazione del nuovo piano per i treni ma nella riunione che si è tenuta nel pomeriggio il tema non è stato affrontato, visto che sul tavolo c’erano altre questioni.

La questione è all’ordine del giorno nell’incontro in programma giovedì 7 agosto. La situazione potrebbe quindi cambiare nei prossimi giorni. 


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]