Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Agricoltura - Il piano prevede d'introdurre nuove tecniche di pascolo per bovini e ovini nel Lazio - Partner dell'iniziativa Deafal e Phy Dia

L’università della Tuscia lancia il progetto Voisin

Condividi la notizia:

Pecore

Pecore

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Un progetto innovativo per rispondere alle esigenze di produttori, consumatori, istituzioni e ambiente. L’università degli studi della Tuscia lancia Voisin, un percorso formativo dedicato agli allevatori laziali di bovini e ovini, sia da latte che da carne. L’obiettivo è quello di introdurre nel Lazio una tecnica innovativa di pascolamento, denominata Pascolamento razionale Voisin- Prv, ossia il pascolo turnato intensivo controllato.

Il Prv, già applicato e largamente usato in Sudamerica, Stati Uniti e Africa, può essere impiegato proficuamente nel territorio laziale, che dispone di una gran quantità di aree a pascolo o potenzialmente tali, nonché di aziende di bovini e ovini da latte che potrebbero fare ampio ricorso al pascolamento, previo adattamento e collaudo di alcuni aspetti tecnici.

Tra questi, è necessario comprendere quali sono le specie foraggere più idonee per costituire il prato stabile, il carico zootecnico e la tecnica alimentare nei periodi di assenza di erba verde. Inoltre, per trovare ampia diffusione, la tecnica sarà fatta conoscere sia agli allevatori che ai consumatori, attraverso idonei campi dimostrativi fruibili presso le aziende che compongono il gruppo operativo.

I partner del progetto sono tre aziende agricole laziali che da anni praticano il Prv: Donnola Mariana, Cippitelli Andrea e Tularù. A queste si affianca Deafal, broker per l’innovazione, e Phy Dia, in qualità di partner scientifico privato.

La prima fase del progetto Voisin si svolgerà online, con quattro webinar a cura dell’agronomo Matteo Mancini e dell’ingegnere Mariana Donnola, che si terranno da fine agosto a metà settembre. Le date esatte saranno comunicate privatamente ai partecipanti. Per candidarsi è necessario essere regolarmente iscritti all’anagrafe regionale delle aziende agricole. La partecipazione è gratuita.

La seconda fase del progetto Voisin prevede la possibilità per i corsisti che hanno assistito ai webinar di entrare a far parte del gruppo operativo e implementare nella propria azienda zootecnica le pratiche del Prv, tramite il finanziamento della regione Lazio. Per partecipare occorre aderire al gruppo operativo entro il 30 settembre 2020 sottoscrivendo un atto notarile.

Successivamente verrà presentato alla regione Lazio il progetto per la fase esecutiva, che se approvato riceverà un finanziamento a fondo perduto fino a 200mila euro. Tale contributo sarà utilizzato per acquistare il materiale occorrente per la gestione dei pascoli, per la progettazione dell’impostazione della tecnica in azienda, per fare le analisi di laboratorio e i business plan.

Le aziende dovranno in parte anticipare le spese, che poi verranno compensate non appena arriverà il finanziamento regionale.

Deafal


Condividi la notizia:
5 agosto, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR