Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Interviene Vincenzo Frallicciardi, segretario della sezione locale del Partito democratico

“Mai così in basso la politica amministrativa di Montefiascone”

Condividi la notizia:

Vincenzo Frallicciardi

Vincenzo Frallicciardi

Montefiascone – Riceviamo e pubblichiamo – L’amministrazione comunale che fa capo al sindaco Paolini è in carica ormai da quattro anni e fra pochi mesi si ritornerà a votare, quindi è tempo di bilanci che, per la giunta in carica, sono molto negativi sia in termini politici sia amministrativi.

Ormai è diffusa nell’opinione pubblica una pesante bocciatura dell’operato dell’amministrazione in carica perché non è stata percepita alcuna azione programmatica e risolutiva delle problematiche che interessano Montefiascone.

Turismo, commercio, occupazione, sostegno alle attività produttive, cultura, ambiente, riqualificazione urbana, viabilità, funzionamento della macchina amministrativa sono tutti indici in negativo persino in arretramento rispetto al passato.

Progetti e finanziamenti di rilievo sono completamenti inesistenti così come sono ai minimi termini i rapporti con le istituzioni provincia e regione.

Persino il tradizionale ruolo di Montefiascone capofila tra i comuni del Distretto è ormai depotenziato e messo in discussione.

In poche parole la qualità della vita dei cittadini di Montefiascone è peggiorata e le prospettive sono tutt’altro che rosee.

Come si è arrivati a tutto questo?

Intanto c’è da fare una premessa: l’amministrazione in carica è stata eletta con appena un terzo del voto degli elettori, quindi ha vinto per una serie di concause favorevoli ma non ha mai riscosso il consenso e la fiducia della maggioranza dei cittadini.

Poi amministrando negli anni ha evidenziato il vero volto che la caratterizza: una aggregazione di potere fine a se stessa con grossi limiti politici ed organizzativi. In pratica si è seguita una politica amministrativa autoreferenziale tendente a soddisfare le necessità del proprio consenso politico penalizzando l’interesse generale della comunità montefiasconese.

La dimostrazione concreta di questa stortura sta proprio nella crisi che, da subito, ha interessato la maggioranza di governo del comune che progressivamente ha perso ben sei consiglieri dimessisi anche da incarichi di primo piano come presidente del consiglio e assessore.

Sono rimasti veramente in pochi, appena 8ottodi maggioranza contro otto dell’opposizione e se continuano a rimanere a galla è grazie al sostegno dell’attuale presidente del consiglio transitato alla maggioranza nonostante sia stato il candidato sindaco di una lista contrapposta a quella in carica. Misteri della politica.

Quindi la situazione è veramente grave ed è fonte di preoccupazione per l’attuale maggioranza che sa di rischiare grosso, persino la sua caduta anticipata rispetto alla scadenza naturale.

A questo punto entra in ballo la vicenda del consigliere Cimarello a cui viene contestata l’ipotesi di intervenuta incompatibilità per un contenzioso con il comune.

Al riguardo, in quanto segretario del Partito Democratico di Montefiascone, intervengo solo sugli aspetti politici della vicenda perché sugli aspetti tecnici ci saranno gli organi preposti per esprimersi al riguardo.

Ebbene in termini politici l’azione intimidatrice, vessatoria e strumentale intentata contro il consigliere comunale Luciano Cimarello, nonché capogruppo della lista Citta Nuova e iscritto al Partito Democratico, è vergognosa ed indice di una bassezza umana e politica indicibile.

Come anticipato in premessa le motivazioni alla base di questo comportamento arrogante e pretestuoso stanno tutte nella difficoltà interna alla maggioranza che, con questo espediente, tenta di spostare l’attenzione dell’opinione pubblica dalla sua manifesta incapacità e nel contempo di rafforzarsi facendo fuori l’esponente più in vista dell’opposizione, magari contando su manovrine successive tese a incrementare la maggioranza numerica.

La cosa è ancora di più evidente vista la pervicacia di questa effimera maggioranza nel perseguire comunque il risultato nonostante il consigliere Cimarello abbia fatto venire meno le possibili cause della sua incompatibilità ritirandosi dal contenzioso che aveva intrapreso contro il comune.

Questa non è la politica che interessa ai cittadini di Montefiascone, questa non è democrazia partecipativa, questa non è il rispetto dei ruoli di garanzia tra maggioranza ed opposizione!

Si viene eletti per espletare un mandato conferito dagli elettori a cui unicamente gli amministratori si devono ispirare il loro servizio finalizzato al benessere della collettività.

Qualcuno di questa maggioranza non ha ben chiaro quest’ovvietà, che in politica dovrebbe essere più che scontata, comportandosi con una arroganza feroce e presunzione intollerabile ritenendo che i suoi interessi siano al di sopra degli interessi generali.

Al Partito democratico di Montefiascone non può stare bene questa situazione che viola continuamente le regole della convivenza democratica e della correttezza amministrativa quindi, nel condannare questi soprusi, invita tutta la cittadinanza a prendere coscienza del rischio e della gravita che corre la gestione della cosa pubblica a Montefiascone.

Non è più possibile girarsi dall’altra parte, è doveroso che ogni cittadino faccia sentire la propria voce affinché la maggioranza che governa il Comune adegui il suo comportamento ai criteri indispensabili di correttezza e di rispetto delle regole democratiche in attesa che gli elettori, alle prossime elezioni, possano esprimere il loro giudizio sull’operato dell’attuale amministrazione.

Vincenzo Frallicciardi
Segretario Partito democratico Montefiascone


Condividi la notizia:
1 agosto, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR