Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - Fusco (Lega) dice che i suoi sono fedeli alla linea: "Faremo ogni sforzo per uscirne più coesi"

“Pronti a fare squadra per il bene della città”

Condividi la notizia:

Umberto Fusco

Umberto Fusco

Viterbo – Quest’anno niente “dopo santa Rosa”. Al massimo “dopo Ferragosto”. La crisi che minaccia di far sgretolare l’amministrazione comunale va risolta senza aspettare neanche un minuto. Ne è convinto il senatore salviniano Umberto Fusco, capogruppo provinciale della Lega. Che dice che i suoi sono “fedeli alla linea” e si rifiuta di vedere nero. 

“Tutte le crisi si superano, sono convinto che sarà così anche per questa, ma dobbiamo fare in fretta – dice -. C’è una città che ci sta aspettando”.

Il sindaco Giovanni Arena ha convocato tutti i partiti di maggioranza per lunedì. Con che atteggiamento vi presenterete a questa riunione?
“Costruttivo. Prima ascolteremo cosa ha da dirci il sindaco: è lui che ci deve raccontare in che stato vede la maggioranza. Io parlo per il mio partito. Mi guardo bene dall’esprimermi a nome di altri. Sono convinto che si può andare avanti. Servono attenzione e sacrificio per superare i disaccordi e provare a fare quello che la gente ci chiede. La pulizia della città come prima cosa”. 

Qualcosa del tipo: gettare il cuore oltre l’ostacolo. 
“Per forza. La città è ferma e deve ripartire. Basta cominciare da quei punti importanti per il territorio sui quali siamo d’accordo. Primo tra tutti: la pulizia. Usciamo da un lockdown che ha paralizzato la nazione. Non possiamo tentennare ancora. Oggi come oggi bisogna essere decisi, consapevoli e ritrovare coesione nel rispetto dei viterbesi, gente educata e di spessore, che merita risposte. Hanno bisogno di politici che si impegnino per far ripartire questo grande comune”. 

Tra le priorità della città rientra anche la piscina comunale?
“Il sindaco crede fortemente che la gestione della Fin porterebbe miglioramenti. Indubbiamente si è perso molto tempo per arrivare una decisione. Noi siamo una voce sola e non diciamo no. Abbiamo solo detto, subito dopo l’approvazione del rendiconto, che serviva di verificare la solidità della maggioranza. Questo proprio perché siamo responsabili e teniamo prima a mettere in sicurezza la stabilità dell’amministrazione, poi a qualunque altra cosa”. 

Come si è arrivati a questi continui scontri in maggioranza a Palazzo dei Priori?
“Per me è difficile dare una risposta. Credo sia mancato un lavoro di squadra. Ma l’allenatore è il sindaco…”. 

Rimetterà in piedi la squadra? 
“Noi appoggiamo Arena e faremo tutti gli sforzi. Certo, mettere d’accordo tante teste non è facile, ma credo che tutti ci metteranno la volontà. Nessuno ci ricaverebbe qualcosa. Le crisi mettono solo panico e generano ulteriore attesa. Per il bene della città, invece, la questione va risolta subito e penso ci sia la disponibilità di tutti”. 

C’è chi ha collegato le dinamiche viterbesi a quelle di Civita Castellana, dove Fratelli d’Italia ha deciso di presentarsi autonomamente con un suo candidato. Lei che ne pensa? 
“Io Civita Castellana la lascerei a Civita Castellana. Non mi sembrano situazioni paragonabili. Nelle piccole realtà ci sono dinamiche diverse da quelle nazionali. A volte, poi, neanche troppo. Basti pensare a Zingaretti, che governa con i Cinque Stelle ma ieri ha detto a chiare lettere che non sosterrebbe una nuova candidatura della Raggi a Roma, tanto per dirne una. La politica si fa con le forze che hai a disposizione. Io ho iniziato da solo. Adesso siamo il primo partito a livello nazionale e quello con più assessori a Viterbo. Semplicemente, a Civita Castellana non si è riusciti a trovare un accordo. Succede”.  


Condividi la notizia:
17 agosto, 2020

Crisi giunta Arena ... Gli articoli

  1. Crisi in comune, ancora tutto in alto mare
  2. "Hanno 'venduto' Viterbo alla partitocrazia e raccolto solo briciole..."
  3. Luigi Buzzi (Fdi): "La candidatura a sindaco a Civita Castellana può avere avuto un ruolo anche a Viterbo"
  4. “Mentre la città è allo sbando e nel degrado, Arena scherza e fa ironia sulla pelle dei viterbesi ”
  5. "Incomprensioni superate, ora decoro della città e opere strategiche"
  6. "Incredibili le affermazioni inesatte dell'opposizione..."
  7. "La priorità di Viterbo non è la piscina, pensiamo alle cose serie"
  8. "Con questa maggioranza non ci può essere nessuna collaborazione né dialogo"
  9. "Dal sindaco non fantasie ma interventi concreti per far ripartire la città"
  10. "Arena è capace di tutto fuorché di risolvere i problemi..."
  11. "Prima la città, poi pensiamo al rimpasto"
  12. "Arena non garantisce neppure la pulizia delle strade, si dimetta e si vada a elezioni"
  13. "Inopportune le dichiarazioni di Arena e Marini, la voglia di stravolgere la realtà non è passata"
  14. "Gli interessi di partito messi prima del territorio"
  15. "Non c'è niente di peggio della rabbia dei buoni..."
  16. "Il malessere c'era già da tempo, l'abbiamo solo sollevato..."
  17. "In maggioranza a tutti professano fiducia al sindaco ma nessuno ce l'ha"
  18. La crisi entra nel vivo, lunedì Arena incontra i partiti
  19. "Non possiamo permetterci un commissario"
  20. “Ci sarà un rimpasto e Santucci pagherà pegno, nient'altro”
  21. "Io il peggior nemico? Voglio bene al sindaco Arena come a un fratello"
  22. "Il peggior nemico Arena ce l'ha in casa ed è Marini..."
  23. "Marini, Muroni e Achilli firmino la sfiducia ad Arena"
  24. "Col rimpasto di giunta la coalizione ritrovi stabilità"
  25. Anche Muroni e Achilli si autosospendono dalla maggioranza
  26. "Strappassero finalmente la corda, invece di tirarla..."
  27. "Se ci fosse chi vuol far cadere l'amministrazione, dovrebbe andare al Cim..."
  28. Arena pronto ad azzerare la giunta
  29. "Non tollererò più certi atteggiamenti"
  30. Frontini: "Arena sta scrivendo la pagina più triste della storia della città" - Barelli: "Si sancisce una crisi profonda"
  31. "Quando si sta in un partito si rispettano le decisioni prese"
  32. "Basta ricatti e giochini di palazzo..."
  33. Marini (FI): "Non fanno lavorare il sindaco" - Micci (Lega): "Serve la verifica, FdI spieghi che succede"
  34. Marini si autosospende dalla maggioranza e restituisce la delega all'Ambiente
  35. Passa il rendiconto ma la maggioranza è alla resa dei conti
  36. "Il sindaco Arena si dimetta e si vada alle elezioni..."
  37. Arena: "Subito la verifica", FdI ritorna in consiglio e si apre la crisi
  38. "Pronto ad ascoltare proposte, purché non sia un dialogo tra sordi"
  39. "Noi sempre leali in maggioranza e siamo stati presi a calci"
  40. "Il sindaco in consiglio dica se ha ancora una maggioranza"
  41. "Arena apra la crisi dimettendosi e verifichi se ha una maggioranza che lo sostiene..."
  42. "La maggioranza sta mandando in malora la città, Arena si dimetta"
  43. Resa dei conti nel centrodestra, giunta Arena in crisi
  44. "Una crisi senza precedenti al comune di Viterbo"
  45. Fdi non si presenta, salta l'approvazione del rendiconto ed è crisi in maggioranza

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR