Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Meteo - La temperatura raggiungerà i 38/40 gradi - Il ministero della salute: "Possibili effetti negativi anche sulle persone sane e attive" - Consigli per affrontare l'ondata di calore

Sabato rovente nella Tuscia, oggi Viterbo tra le città più calde d’Italia

Condividi la notizia:

Caldo record

Caldo record

Viterbo – Sabato da bollino rosso, Viterbo tra le 14 città più calde d’Italia. 

Secondo l’ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute, oggi primo agosto ci saranno condizioni da “bollino rosso” a Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Firenze, Frosinone, Latina, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Torino, Verona e Viterbo, dove sono attesi picchi di 38/40 gradi. 

“Si tratta – spiega il bollettino – di ondate di calore con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio quali anziani, bimbi molto piccoli e affetti da patologie croniche”.


I primi segnali di sofferenza dovuti al caldo

senso di spossatezza

debolezza

mal di testa

temperatura corporea elevata

sete intensa

perdita di conoscenza

crampi muscolari

tachicardia
In presenza di questi sintomi è necessario distendere immediatamente, in un luogo fresco, la persona colpita dal malore, sollevarle le gambe in alto, idratarla con dell’acqua e bagnarle il viso per abbassare la temperatura corporea. Nel caso in cui la persona colpita da malore non si riprende contattate immediatamente il 118.


Come difendersi dal caldo

Evitate di uscire nelle ore più calde della giornata, indicativamente trale 12 e le 18.

Indossate abiti di colore chiaro e non aderenti, di cotone, lino o fibre naturali. Evitate abiti scuri e di fibre sintetiche che con il caldo possono anche provocare fastidiose allergie.

Bevete molta acqua (almeno un litro e mezzo al giorno) per idratare la pelle e l’organismo.

Seguite una dieta ipocalorica e privilegiate il consumo di frutta e verdura in quanto contengono una grande percentuale di acqua.

Consumate pasti leggeri: preferite la carne bianca e il pesce, limitate i carboidrati ed evitate i cibi ricchi di grassi.

Limitate il consumo di caffè, alcolici e bevande gassate che hanno un effetto diuretico e aumentano i liquidi espulsi dall’organismo e non disponibili per il processo di raffreddamento.

Rinfrescate gli ambienti di casa solo la mattina presto e la sera mantenendo tapparelle e finestre chiuse durante il giorno.

Evitate le bevande troppo calde o troppo fredde in quanto nel primo caso aumentano la temperatura corporea, nel secondo possono provocare crampi e congestioni.

Fermate il calore esterno creando corridoi di aria fresca tra le porte e le finestre. Mantenete chiuse le finestre durante il giorno e utilizzate tende dai colori chiari.

Utilizzate piante rampicanti per balconi e terrazze: proteggono le mura domestiche dai raggi solari.

Se avete installato in casa un impianto di climatizzazione, fate attenzione ai flussi d’aria diretti e alle temperature troppo basse.

Conservate i medicinali in frigo.

Prestate particolare attenzione alle persone anziane: misurate loro regolarmente la pressione e la temperatura corporea.

Se decidete di esporvi al sole, non dimenticate di riparare la testa con un cappello.

Non praticate jogging e attività fisica nelle ore più calde della giornata.

Se state assumendo farmaci per diabete, ipertensione o altre patologie, non esitate a consultare il vostro medico di famiglia in modo da valutare se c’è l’eventualità di possibili reazioni causate dal sole e dalle alte temperature


 

Come difendersi dal caldo in casa di notte

Indossate un pigiama o una camicia da notte di cotone leggero.

Usate lenzuola di cotone dai colori chiari.

Optate per una doccia fresca prima di andare a dormire: favorisce il sonno.

Non sprecate corrente elettrica e spegnete tutti gli apparecchi elettronici in casa, anche quelli in stand-by in quanto emettono comunque calore.

Fate una cena leggera e privilegiate piatti freschi in modo da non dover accendere i fuochi o il forno.


Condividi la notizia:
1 agosto, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR