Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Crisi in comune - Barelli (Forza civica), Serra (Viterbo dei cittadini) e Delle Monache (Impegno comune) chiedono al sindaco di riferire ed eventualmente trarre le conclusioni

“Il sindaco in consiglio dica se ha ancora una maggioranza”

Condividi la notizia:

Viterbo - Consiglio comunale - Francesco Serra

Viterbo – Consiglio comunale – Francesco Serra

Lina Delle Monache

Lina Delle Monache

Viterbo - Giacomo Barelli

Viterbo – Giacomo Barelli

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – È difficile comprendere per gli addetti ai lavori, figuriamoci per i viterbesi, quello che è accaduto ieri in consiglio comunale all’atto della votazione del bilancio, che di fatto ha aperto la crisi al comune di Viterbo.

È tuttavia semplice invece riassumere ciò che fino ad oggi dalla opposizione abbiamo ogni giorno con forza evidenziato e cioè la situazione disastrosa in cui oltre 2 anni di questa amministrazione ha gettato la città senza un progetto senza una idea con un enorme deficit in termini di competenze e capacità da parte della giunta.

A ciò si aggiunga il “cannibalismo politico” da parte soprattutto di alcune forze della “defunta maggioranza” che dal primo giorno non hanno fatto altro che rincorrere posti e poltrone tra verifiche e rimpasti, convinti che l’amministrazione sia soltanto una torta da dividersi e non un servizio per i cittadini e trasformando il comune di Viterbo in un campo di battaglia a 360 gradi per le guerre di potere di alcuni “capibastone” locali per i quali appunto il capoluogo è solo una mucca da mungere o addirittura da barattare nel più bieco mercato delle vacche provinciale che si sia mai visto.

Una situazione politicamente indegna che offende non solo i cittadini ma anche le istituzioni del capoluogo ed alla quale la politica tutta non può che rispondere con una ferma e dura condanna dei metodi prima che dei contenuti.

Una crisi anche istituzionale che non può rimanere confinata nelle “segrete stanze della politica” ma che invece deve essere portata immediatamente alla attenzione dei viterbesi nel l’unico luogo a ciò deputato, il consiglio comunale, ed è per questo che inviteremo il sindaco a riferire immediatamente su quanto sta accadendo in apertura del prossimo imminente consiglio, prima di ogni altro punto all’ordine del giorno.

Una “parlamentarizzazione” della crisi necessaria a verificare per il bene della città di Viterbo se esiste o meno ancora una maggioranza che possa governarla o se viceversa indichi al sindaco la strada ex lege obbligata delle dimissioni con la decorrenza dei 20 giorni prima dello scioglimento del comune.

Non ci sono altre possibilità non accetteremo nessun’altra soluzione che non sia quella della massima trasparenza nei confronti dei Viterbesi di ciò che sta accadendo e delle motivazioni per le quali oggi il comune di Viterbo sia senza un bilancio, allo sbando ed in preda ad i più bassi istinti della politica delle poltrone, il sindaco ha il dovere morale giuridico e politico di riferire immediatamente al consiglio di aprire la discussione e all’esito di trarne le eventuali conseguenze per il bene della città.

Come consiglieri capigruppo della città di Viterbo abbiamo il dovere principale di salvaguardare le prerogative del comune di Viterbo preservandole prima di tutto dalle minacce e dai ricatti di politici senza scrupoli che prima della credibilità minano l’autonomia delle istituzioni democratiche del capoluogo trasformandole in una sorta di “colonie politiche” pronte ad essere scambiate o peggio sacrificate in un “risiko provinciale” giocato sulla pelle dei viterbesi.

Giacomo Barelli capogruppo Forza civica
Francesco Serra capogruppo viterbo dei cittadini
Lina Delle Monache capogruppo Impegno comune


Condividi la notizia:
5 agosto, 2020

Crisi giunta Arena ... Gli articoli

  1. Crisi in comune, ancora tutto in alto mare
  2. "Hanno 'venduto' Viterbo alla partitocrazia e raccolto solo briciole..."
  3. Luigi Buzzi (Fdi): "La candidatura a sindaco a Civita Castellana può avere avuto un ruolo anche a Viterbo"
  4. “Mentre la città è allo sbando e nel degrado, Arena scherza e fa ironia sulla pelle dei viterbesi ”
  5. "Incomprensioni superate, ora decoro della città e opere strategiche"
  6. "Incredibili le affermazioni inesatte dell'opposizione..."
  7. "La priorità di Viterbo non è la piscina, pensiamo alle cose serie"
  8. "Con questa maggioranza non ci può essere nessuna collaborazione né dialogo"
  9. "Dal sindaco non fantasie ma interventi concreti per far ripartire la città"
  10. "Arena è capace di tutto fuorché di risolvere i problemi..."
  11. "Prima la città, poi pensiamo al rimpasto"
  12. "Arena non garantisce neppure la pulizia delle strade, si dimetta e si vada a elezioni"
  13. "Inopportune le dichiarazioni di Arena e Marini, la voglia di stravolgere la realtà non è passata"
  14. "Pronti a fare squadra per il bene della città"
  15. "Gli interessi di partito messi prima del territorio"
  16. "Non c'è niente di peggio della rabbia dei buoni..."
  17. "Il malessere c'era già da tempo, l'abbiamo solo sollevato..."
  18. "In maggioranza a tutti professano fiducia al sindaco ma nessuno ce l'ha"
  19. La crisi entra nel vivo, lunedì Arena incontra i partiti
  20. "Non possiamo permetterci un commissario"
  21. “Ci sarà un rimpasto e Santucci pagherà pegno, nient'altro”
  22. "Io il peggior nemico? Voglio bene al sindaco Arena come a un fratello"
  23. "Il peggior nemico Arena ce l'ha in casa ed è Marini..."
  24. "Marini, Muroni e Achilli firmino la sfiducia ad Arena"
  25. "Col rimpasto di giunta la coalizione ritrovi stabilità"
  26. Anche Muroni e Achilli si autosospendono dalla maggioranza
  27. "Strappassero finalmente la corda, invece di tirarla..."
  28. "Se ci fosse chi vuol far cadere l'amministrazione, dovrebbe andare al Cim..."
  29. Arena pronto ad azzerare la giunta
  30. "Non tollererò più certi atteggiamenti"
  31. Frontini: "Arena sta scrivendo la pagina più triste della storia della città" - Barelli: "Si sancisce una crisi profonda"
  32. "Quando si sta in un partito si rispettano le decisioni prese"
  33. "Basta ricatti e giochini di palazzo..."
  34. Marini (FI): "Non fanno lavorare il sindaco" - Micci (Lega): "Serve la verifica, FdI spieghi che succede"
  35. Marini si autosospende dalla maggioranza e restituisce la delega all'Ambiente
  36. Passa il rendiconto ma la maggioranza è alla resa dei conti
  37. "Il sindaco Arena si dimetta e si vada alle elezioni..."
  38. Arena: "Subito la verifica", FdI ritorna in consiglio e si apre la crisi
  39. "Pronto ad ascoltare proposte, purché non sia un dialogo tra sordi"
  40. "Noi sempre leali in maggioranza e siamo stati presi a calci"
  41. "Arena apra la crisi dimettendosi e verifichi se ha una maggioranza che lo sostiene..."
  42. "La maggioranza sta mandando in malora la città, Arena si dimetta"
  43. Resa dei conti nel centrodestra, giunta Arena in crisi
  44. "Una crisi senza precedenti al comune di Viterbo"
  45. Fdi non si presenta, salta l'approvazione del rendiconto ed è crisi in maggioranza

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR