Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Regione - Il presidente di Coldiretti Lazio David Granieri dopo la firma del decreto

“Decontribuzione filiere agroalimentari, ottimo risultato per rilanciare le imprese”

Condividi la notizia:

David Granieri

David Granieri

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – Sarà lo Stato a farsi carico con 426 milioni di euro previsti dal Decreto Rilancio delle contribuzioni delle imprese.

Soddisfazione è stata espressa da Coldiretti Lazio per la firma da parte del ministro delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, del decreto per l’esonero dei contributi per le filiere agroalimentari.

I fondi sono finalizzati all’esonero straordinario dai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro dovuti per il periodo che va dal primo gennaio al 30 giugno 2020. 

Un provvedimento che riguarda le filiere agroalimentari.Il testo è stato poi inoltrato al Mef, dopo la firma della ministra Bellanova, per l’adozione definitiva del provvedimento. 

“Siamo soddisfatti di questo risultato – spiega il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri -. Come Coldiretti ci siamo fatti promotori della decontribuzione. L’esonero del versamento dei contributi è un aiuto concreto alle aziende. L’obiettivo è chiaramente quello del rilancio delle imprese, sia da un punto di vista produttivo, che occupazionale delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura”. 

Coldiretti Lazio


Condividi la notizia:
20 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR