Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civitavecchia - Polizia- Denunciati quattro coetanei

Giovane aggredito con calci, pugni e bottigliate

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Civitavecchia – Giovane aggredito con calci, pugni e bottigliate.

Gli agenti della polizia di Stato del  commissariato di Civitavecchia hanno identificato e denunciato all’autorità giudiziaria 4 giovani, tutti di nazionalità italiana, che nella notte di giovedì 17 settembre, avrebbero aggredito un loro coetaneo con calci, pugni e colpi di bottiglie.

L’aggressione sarebbe avvenuta attorno alle 3 di notte, al termine di una serata trascorsa a bere in compagnia tra i locali del centro cittadino.

Rintracciati, per i  4 giovani, tutti tra i 20 ed i 28 anni è scattata la  denuncia  per lesioni in concorso aggravate dall’uso di oggetti contundenti.

“Dalla ricostruzione della vicenda e dalle indagini ancora in corso  – si legge nella nota della questura – è emerso che, durante la conversazione, tra la vittima ed uno degli aggressori è nato un diverbio per futili motivi e, improvvisamente, il giovane ha colpito al viso con uno schiaffo il 21enne.

Nonostante il giovane non avesse reagito allo schiaffo – si legge ancora nella nota –  anche gli altri componenti del gruppo hanno iniziato a colpirlo, prima con calci e pugni, poi con le bottiglie di birra che tenevano ancora in mano, fino a farlo cadere a terra.

Il giovane, senza chiamare i soccorsi, si è rialzato e si è avviato barcollante verso la stazione ferroviaria dove è stato notato da una volante del commissariato,  in servizio di controllo del territorio, che si è fermata per prestargli soccorso”.

Notate le escoriazioni sul corpo ed i vestiti sporchi di sangue, i poliziotti gli hanno chiesto cosa fosse successo.

“Il 21enne – si legge nella nota della questura – molto reticente, ha riferito di essere stato aggredito, mentre si trovava su viale Garibaldi, con calci pugni e bottigliate, da un gruppo di ragazzi, alcuni di sua conoscenza ma di cui non aveva alcuna intenzione di fornire le generalità. Il ragazzo ha dichiarato inoltre ai poliziotti di non voler sporgere denuncia e di non aver bisogno di cure mediche”.

Subito dopo, gli agenti della volante, hanno identificato dei ragazzi che si trovavano su Viale Garibaldi, divisi in gruppetti, e hanno notato che alcuni di loro portavano addosso segni riconducibili ad una colluttazione, quali una maglietta strappata o escoriazioni sugli arti che avrebbero giustificato con scuse plausibili quali la caduta accidentale o segni pregressi.

La mattina successiva, gli investigatori, dopo aver risentito la vittima che avrebbe confermato di non voler presentare denuncia e di non aver bisogno di sottoporsi a cure mediche, nonostante fosse ancora dolorante, hanno effettuato, anche grazie al sopralluogo della Polizia Scientifica, un’esatta ricostruzione dell’accaduto, risalendo all’identità dei 4 ragazzi che hanno partecipato all’aggressione.


Condividi la notizia:
20 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR