Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Il giornale di mezzanotte - Sport - Ciclismo - L'organizzazione ha aggiunto una tappa e applicato alcune piccole modifiche, più l'eliminazione dei territori viterbesi e romani

La Tirreno – Adriatico cambia percorso e taglia fuori la Tuscia

di Samuele Sansonetti
Condividi la notizia:

Sport - Ciclismo - La Tirreno-Adriatico 2017 a Viterbo

Sport – Ciclismo – La Tirreno-Adriatico 2017 a Viterbo

Viterbo – La Tirreno – Adriatico cambia percorso e taglia fuori la Tuscia.

La 55esima corsa dei due mari, rinviata a marzo per Covid e partita lunedì, è stata sottoposta alla modifica di alcune parti del tragitto.

Poche le variazioni, ma sostanziali. Le principali sono due: l’aggiunta di una tappa (da sette sono diventate otto) e l’eliminazione totale dell’attraversamento nel Lazio, tra le province di Viterbo e Roma.

Ben cinque tappe rimangono praticamente le stesse. Le prime due, la crono di Lido di Camaiore e la Camaiore – Follonica, sono invariate, così come la ultime tre: la Pieve Torina – Loreto, la Castelfidardo – Senigallia e la crono di San Benedetto del Tronto.

A cambiare, invece, sono la terza e la quarta: la Follonica – Sacrofano, con gli attraversamenti viterbesi e romani, diventa la Follonica – Saturnia mentre la Terni – Sassotetto viene spezzata in Terni – Cascia e Norcia – Sassotetto. Da qui, dunque, l’aggiunta di una tappa alle sette inizialmente previste.

Le uniche strade a rimanere a bocca asciutta sono quelle romane e viterbesi. In particolare, nella provincia di Viterbo, la corsa ciclistica avrebbe dovuto attraversare all’incirca 100 chilometri. Tanti i punti toccati: dall’ingresso a Farnese passando per Ischia di Castro, Valentano, Marta, Viterbo, le frazioni di Tobia e San Martino al Cimino, la salita di Poggio Nibbio, Ronciglione e Monterosi.

“Grazie alle otto tappe abbiamo potuto rendere un po’ più dura la corsa e dare equilibrio tra le frazioni per i velocisti, per i finisseur e per gli scalatori oltre alla consueta cronometro conclusiva – ha spiegato Stefano Allocchio, direttore di corsa di Rcs sport, alla presentazione del nuovo percorso -. Abbiamo trovato nelle amministrazioni locali, nonostante il cambio di data, la massima disponibilità che ci permetterà di organizzare una Tirreno – Adriatico di qualità. Avremo al via quasi tutti gli atleti che poi parteciperanno al Giro d’Italia di ottobre e siamo convinti che, come negli ultimi anni, sarà una corsa dei due mari di altissimo livello”.

Samuele Sansonetti


Articoli: Dopo due anni la Tirreno – Adriatico torna a parlare viterbese di Samuele Sansonetti


La Tirreno – Adriatico 2020
in alto il percorso ufficiale prima del rinvio per Covid
in basso il percorso ufficiale in corso di svolgimento


Condividi la notizia:
9 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR