Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Volley - La ragazza di Civita Castellana racconta il suo debutto nel massimo campionato nazionale, impreziosito da un ace in battuta

“Mamma mia, ho fatto punto in serie A1”, l’esordio da favola di Michela Ciarrocchi

di Alessandro Castellani

Condividi la notizia:

Sport - Volley - Michela Ciarrocchi esordisce in serie A1

Sport – Volley – Michela Ciarrocchi esordisce in serie A1

Sport - Volley - Michela Ciarrocchi

Sport – Volley – Michela Ciarrocchi

Civita Castellana – Da Civita Castellana all’Olimpo della pallavolo. Michela Ciarrocchi ha coronato sabato pomeriggio il suo sogno sportivo, esordendo in serie A1. Un esordio impreziosito anche da un ace in battuta, che la fa entrare ufficialmente nell’elenco delle giocatrici che hanno realizzato almeno un punto nel massimo campionato nazionale.

Classe 1999 e 21 anni ancora da compiere, Ciarrocchi è alla sua prima stagione al Casalmaggiore, formazione della provincia di Cremona. Il suo esordio su un parquet di A1 è avvenuto sul campo più difficile: quello di Conegliano, al cospetto della squadra campione del mondo.

Una partita persa 3-1, ma che Michela ricorderà per il resto della sua vita.

In che momento della gara sei entrata?
“Sono entrata in battuta in tutti i set e nel primo, quello che abbiamo vinto, sono anche riuscita a fare un ace. Anche se il palazzetto era semivuoto a causa delle normative anti-Covid, è stata comunque un’emozione incredibile. Anche perché avevo di fronte le campionesse del mondo”.

L’allenatore ti aveva preparato al fatto che saresti entrata in campo?
“Devo dire che me l’aspettavo, perché nelle partite del precampionato ero stata già impiegata più volte e sempre in battuta, che è uno dei miei punti forti”.

E quindi non ti hanno tremato le gambe nemmeno un po’, quando lui ti ha detto “tocca a te”?
“Sinceramente all’inizio neanche troppo, ero molto concentrata sulla partita. Quando ho fatto l’ace, però, ho realizzato tutto quello che stava succedendo. E mi sono detta: ‘Mamma mia, ho fatto punto in serie A1′”.

Racconta brevemente la tua storia pallavolistica.
“Ho iniziato a 8 anni alla Jvc Civita Castellana, la squadra della mia città. Da lì, dopo qualche anno, mi sono spostata a Viterbo e poi a Roma, nel settore giovanile del Volleyro’ Casal de’ Pazzi. In seguito mi sono trasferita a Orvieto, dove ho giocato per due stagioni in serie A2, e l’anno scorso sono stata a Pinerolo, sempre in A2. Ora sono al Casalmaggiore, con cui ho firmato un contratto annuale per la mia prima esperienza in A1”.

Che legami hai oggi con Civita Castellana e in generale con la Tuscia pallavolistica?
“Ho un bellissimo rapporto con Anna Laura Giovannetti, la mia prima allenatrice. Ci vediamo e ci sentiamo ancora oggi. A Civita Castellana ho fatto praticamente solo il minivolley, ma di quel periodo conservo dei ricordi fantastici, perché sono stati gli unicianni in cui la pallavolo era divertimento puro. Già da quando andai a giocare a Viterbo, infatti, le cose si erano fatte più serie e l’impegno che ci mettevo era quasi da professionista”.

Come vanno le cose a Casalmaggiore?
“La squadra sta attraversando un momento delicato, perché la capitana Carli Lloyd è incinta e ha dovuto interrompere l’attività. Ora ci stiamo riorganizzando e sono convinta che saremo comunque in grado di dire la nostra. Alla prima partita abbiamo perso 3-1, ma avevamo di fronte Conegliano, cioè le campionesse del mondo”.

E con il gruppo come ti trovi, le giocatrici più grandi ti stanno aiutando a inserirti?
“Sì, sto benissimo qui. Le due centrali titolari hanno grande esperienza, giocano in A1 da tanti anni e sono sempre pronte ad aiutarmi quando chiedo dei consigli. Ma in generale devo dire che sono stata accolta bene da tutte le compagne, che sono delle ragazze davvero dolcissime”.

Dopo l’esordio con un punto già segnato, come sogni di proseguire la tua stagione?
“Naturalmente in futuro spero di avere delle chance per giocare un po’ di più, ma comunque per quest’anno il mio obiettivo è dare il massimo supporto alla squadra per quello che mi verrà richiesto”. 

Alessandro Castellani


Condividi la notizia:
24 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR