Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ambiente - Il presidente Niccolò Sacchetti fa il punto sulla vasta area compresa tra Fiumicino, Maccarese, Ostia, Cerveteri e Piana di Tarquinia

“Nessun problema di irrigazione nel consorzio di bonifica litorale nord”

Condividi la notizia:

Niccolò Sacchetti, presidente del consorzio di bonifica litorale nord

Niccolò Sacchetti, presidente del consorzio di bonifica litorale nord

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Con i fiumi Tevere e Marta a piena portata, servizio irriguo senza difficoltà per le aziende agricole dell’Agro Romano.

Nessuna interruzione tra Fiumicino, Maccarese, Ostia, Cerveteri e Piana di Tarquinia – città e territori che compongono il vasto perimetro del consorzio di bonifica litorale nord, nato dalla fusione di Tevere Agro Romano, Maremma Etrusca e Pratica di Mare e oggi governato dal presidente Niccolò Sacchetti – fatte salve quelle causate dai black-out energetici che si sono verificati nei momenti di massimo consumo.

Le squadre degli operai hanno lavorato senza soste per intervenire rapidamente, anche nel periodo di Ferragosto, nelle località dove si sono verificati guasti e perdite alla rete irrigua, registrando una media di mezza dozzina di riparazioni al giorno su condotte e tubazioni vetuste e provate dall’usura.

“Anche quest’anno faremo uno sforzo ulteriore per garantire serenità ai nostri consorziati e regolarità alle produzioni agricole. Abbiamo attivato in largo anticipo il servizio irriguo – spiega Sacchetti – e lo chiuderemo più tardi del solito, verso la fine di ottobre. Siamo chiamati, come Consorzio, ad una ulteriore prova impegnativa, ma siamo nelle condizioni operative per poter affrontare questa sfida con sufficiente tranquillità”.

A fronte di una rassicurante disponibilità di acqua e della ragionevole prospettiva di non correre il rischio di deficit idrico, il Litorale Nord continua a garantire gli apporti necessari per salvaguardare il buon esito delle coltivazioni avviate nell’Agro Romano, a Cerveteri e nella Piana di Tarquinia – soprattutto pomodori e produzioni orticole.

“La riorganizzazione della rete consortile di Roma e Basso Viterbese ha già dato prime, importanti risposte all’utenza, con una qualità ed efficienza del servizio irriguo e delle attività di manutenzione che hanno messo in evidenza la notevole capacità operativa della struttura tecnica, messa a dura prova dalla pressochè quotidiana richiesta di interventi.

Gli investimenti programmati per il potenziamento delle reti, degli impianti e delle condotte – aggiunge il direttore del consorzio litorale Nord, Andrea Renna – saranno determinanti per migliorare i tanti servizi che offriamo al territorio.

Oggi i consorzi sono chiamati non solo ad essere partner qualificati del settore produttivo agricolo, ma anche alleati degli enti locali nella manutenzione idraulica del territorio per aumentarne la resilienza rispetto ai violenti fenomeni atmosferici causati dai cambiamenti climatici. È una sfida a tutto campo – conclude Renna – che ci vede protagonisti al servizio della qualità della vita e della sicurezza delle attività produttive e delle comunità locali”.

Niccolò Sacchetti
Presidente del Consorzio di bonifica litorale nord


Condividi la notizia:
4 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR