Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il presidente della Fita provinciale, Bruno Mencarelli, sulla fine delle iniziative

“Sold out per gli spettacoli, ora speriamo di coronare l’ambito traguardo del venticinquesimo anno del festival”

Condividi la notizia:

Viterbo - Comune - Il giardino di Palazzo dei Priori

Viterbo – Comune – Il giardino di Palazzo dei Priori

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – La Fita, in collaborazione con il Comune di Viterbo, Assessorato alla Cultura, ha chiuso la manifestazione denominata Fitaestate 2020.

Sold out per gli spettacoli messi in scena sia nei giardini comunali di Piazza del Comune che in Piazza San Lorenzo.

Si sono esibiti in questa singolare e particolare stagione denominata FITAESTATE 2020 il Teatro Popolare di Tarquinia, la Compagnia FAVL e l’Associazione Culturale  Il Melangolo di Viterbo.-

E sabato infatti l’ultimo appuntamento con l’esibizione di artisti dell’Associazione IL MELANGOLO e della Compagnia FAVL: Elena Cioce, Fosca Speranza, Ilaria Belardo, Noel Barbone, Salvatore Belardo, Laura Sorbini, Leopoldo Esposito, Emanuela Appolloni, in una girandola di monologhi hanno entusiasmato il pubblico presente con una  recitazione tornata sovrana a suonare nel silenzio del suggestivo cortile di Palazzo dei Priori.

Nella osservanza, ed in ottemperanza delle norme del D.P.C.M.  riguardo il contenimento del Cvid 19 , gli artisti hanno dato il meglio di se con perfomances di alto livello professionale.

“Abbiamo partecipato al bando del Comune di Viterbo – ha spiegato il Presidente della Fita Provinciale di Viterbo, Bruno Mencarelli – in quanto non è stato possibile portare a termine la venticinquesima edizione del Festival del teatro FITA. La pandemia ha infatti bloccato tutti gli impegni teatrali in campo nazionale pertanto   il previsto programma che avrebbe dovuto svolgersi presso l’Auditorium dell’Università della Tuscia da settembre fino alla prima decade di dicembre, ha anch’esso avuto il fermo del covid-19.-

Aderendo al bando quindi, abbiamo in qualche modo sopperito in parte alla forzata sosta   delle compagnie che si sono viste tagliare i molti impegni teatrali già in precedenza presi nelle piazze della provincia di Viterbo.-

I lavori del festival per l’organizzazione già alla fine di Marzo erano in stato di avanzamento. La  commissione aveva già selezionato i gruppi provenienti dal Lazio e dalla Toscana, ma tutto ha avuto il brusco stop a causa della nota pandemia che ha colpito l’intera Nazione.

Si spera di coronare l’ambito traguardo del venticinquesimo anno del Festival del Teatro nell’anno 2021”.

Fita Viterbo


Condividi la notizia:
21 settembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR