Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Corte d'assise - Omicidio di Norveo Fedeli - Le rivelazioni dello psichiatra della difesa secondo il quale l'imputato è sano di mente

“E’ venuto in Italia per amore Pang, il killer che suona il violino e fa l’inchino”

Condividi la notizia:

[DTDinfo id=”adsenseinterno”]
Norveo Fedeli

La vittima – Norveo Fedeli

Michael Aaron Pang

L’omicida – Michael Aaron Pang

Omicidio Fedeli - Michael Aaron Pang

Michael Aaron Pang ripreso dalla videsorveglianza

Viterbo – (sil.co.) – “E’ venuto in Italia per amore Michael Aaron Pang”. Lo ha rivelato lo psichiatra  Claudio Manni, perito di parte della difesa, durante l’udienza di ieri del processo in corte d’assise all’omicida di Norveo Fedeli, il commerciante 74enne barbaramente ucciso nel suo negozio il 3 maggio 2019. Spiegando come sia sano di mente il killer, un 23enne americano d’origine asiatica che suona il violino e fa l’inchino. Gli atteggiamenti ostentatamente formali gli verrebbero dal padre adottivo, un medico del Kansas d’origine cinese. 

Oltre a suonare in un’orchestra sinfonica giovanile e a fare l’inchino quando saluta, l’assassino di Fedeli, d’origine sudcoreana, nato a Seul il 22 marzo 1997 e cresciuto negli States, sarebbe anche molto religioso.

“Frequentava assiduamente la chiesa con la madre e ha fatto volontariato a favore dei senza tetto di Overland Park, la città di 180mila abitanti da dove è venuto a Viterbo per amore di una donna conosciuta tramite Internet”, ha proseguito lo psichiatra Manni, nominato dai difensori Remigio Sicilia e Giampiero Crescenzi.

“Il tipico bravo ragazzo della provincia americana, che andava bene a scuola e non è mai stato coinvolto in una rissa o in qualche episodio violento in vita sua”, ha concluso il medico, sottolineando che a scatenare la ferocia con cui ha ucciso Fedeli potrebbero essere stati la barriera linguistica e il fatto di essersi sentito come in trappola. 

“Mi sono sentito intrappolato e paralizzato”, ha detto l’imputato, interrogato ieri per oltre tre ore davanti alla corte d’assise, per giustificare il fatto di non essere scappato dal negozio dopo essere riuscito a sottrarsi facendogli lo sgambetto, a detta sua, dall’aggressione della vittima, Norveo Fedeli, che durante la colluttazione avrebbe sferrato un coltello e lo avrebbe colpito alle mani con la lama.

“Quando ho visto che si rialzava da terra, sempre urlando e col coltello in mano, ho cercato un oggetto con cui difendermi e lo sguardo mi è caduto su uno sgabello. Fedeli era tra me e l’uscita, ero all’angolo, sono entrato nel panico”, ha proseguito.

Con quello sgabello, però, lo ha colpito e colpito ancora finché la vittima non è rimasta immobile: “Non so quante volte, fino a quando non si è mosso più”, ha detto. 

Pang, insomma, avrebbe sorvolato l’oceano per amore di una donna. Si tratta della 47enne d’origine tedesca presso la quale il giovane alloggiava a Capodimonte, madre di una bambina con dei problemi di salute cui Pang, in assenza della madre, avrebbe anche fatto da affettuosa bambinaia. “La bimba non stava bene, aveva qualcosa, spesso era ricoverata in ospedale. Lui aveva un atteggiamento paterno, dolce e premuroso. Quando uscivano, la portava in braccio”, ha detto una testimone, aggiungendo che secondo lei l’imputato dava anche una mano in termini economici alla  “famiglia”. 

E forse anche a un pakistano 57enne, amico della donna e titolare di due negozi di kebab, a Vetralla e Viterbo, cui l’imputato avrebbe fornito gratis servizi informatici per le sue attività e pagato anche i 500 euro d’affitto di uno dei negozi, col dire che erano le rate per entrare in società. Pang non avrebbe avuto né le chiavi del negozio del kebabbaro, né quelle di casa della “fidanzata”, la quale in compenso avrebbe avuto i codici d’accesso del suo conto in banca. 

Solo pochi mesi fa, inoltre, il 23enne avrebbe scoperto che la sua “girlfriend” nega di essere la sua fidanzata e ha barato sull’età approfittando della sua avvenenza. “Io sapevo che aveva 28 anni”, ha ammesso l’imputato. Avrebbe saputo la verità dall’avvocato Sicilia durante uno degli incontri nel carcere di Mammagialla, dove il 23enne è recluso ormai da quasi un anno e mezzo.

Un profilo all’apparenza distante dal feroce omicida cui è stata contestante l’aggravante della crudeltà e dell’efferatezza. 

Lo stesso che, secondo l’accusa, avrebbe calpestato la testa di Fedeli quando era ormai cadavere: “Sono inciampato sul suo corpo mentre lo trascinavo sul retro per sentire se respirava. E che poi lo ha fotografato: “Volevo fare un video, poi mi sono reso conto che non aveva senso e mi sono fermato”, la versione dell’imputato. 


Condividi la notizia:
15 settembre, 2020

Omicidio in via San Luca ... Gli articoli

  1. Omicidio Fedeli, chiesta l'assoluzione per legittima difesa per Pang
  2. Omicidio Fedeli, si decide sull'ergastolo per Pang
  3. Ha ucciso e straziato il corpo di Norveo Fedeli, la procura chiede l'ergastolo per il 23enne americano
  4. Omicidio di Norveo Fedeli, oggi l'accusa decide se chiedere l'ergastolo per Michael Pang
  5. Processo Fedeli, la "dama bionda" non si presenta
  6. Omicidio di Norveo Fedeli, oggi in aula l'amica che aveva accesso ai conti di Pang
  7. L'assassino di Norveo Fedeli: "Ho smesso di colpirlo quando non si muoveva più..."
  8. Commerciante ucciso in centro, oggi l'interrogatorio dell'omicida di Norveo Fedeli
  9. "Pang si è accanito su Norveo Fedeli", contestata all'omicida l'aggravante della crudeltà
  10. Il perito: "Pang ferito da una vite" - La difesa: "Fu un coltello"
  11. "Pang ha fotografato il cadavere di Norveo dopo averlo ucciso"
  12. Omicidio Fedeli, tocca agli esperti di Dna
  13. "Norveo Fedeli, un omicidio che ha messo in crisi tutta la comunità"
  14. Messa in memoria di Norveo Fedeli per l'anniversario della tragica morte
  15. "Il corpo di Norveo massacrato di botte e calpestato ripetutamente da Pang"
  16. "Ma quale rapina, ho reagito a un'aggressione da parte di Norveo Fedeli"
  17. "Alla famiglia di Norveo l'abbraccio virtuale di un'intera città"
  18. Processo a Pang, la madre bloccata negli Usa dalla pandemia
  19. "Il padre non gli mandava più soldi, Pang non aveva denaro nemmeno per tornare negli Stati Uniti"
  20. "Sangue ovunque e sulla testa di Norveo l'impronta di una scarpa dell'assassino"
  21. "Sulla scena del crimine neanche una goccia di sangue dell'assassino"
  22. "Michael Aaron Pang è stato accoltellato dalla vittima durante una colluttazione"
  23. Omicidio Fedeli, niente abbreviato né perizia psichiatrica per Pang
  24. Omicidio di Norveo Fedeli, al via il processo al 23enne americano reo confesso del delitto
  25. No all'abbreviato, sarà processato davanti alla corte d'assise l'omicida di Norveo Fedeli
  26. "Perizia medico-legale sulle ferite riportate dal ragazzo che ha ucciso Fedeli"
  27. Omicidio di Norveo Fedeli, davanti al giudice l'assassino reo confesso
  28. Omicidio Fedeli, Pang chiede l'abbreviato
  29. Omicidio Fedeli, Pang davanti alla corte d'assise il 13 gennaio
  30. Omicidio Fedeli, depositati i risultati di autopsia e rilievi della scientifica
  31. "Grazie ai facchini per la girata dedicata a Norveo"
  32. Omicidio Fedeli, nuovo prelievo di dna per lo statunitense Michael Pang
  33. Omicidio Fedeli, al via le perizie della scientifica di Roma
  34. "Una scena del crimine drammatica, come poche se ne vedono"
  35. Omicidio Fedeli, la scientifica sulla scena del crimine
  36. Omicidio Fedeli, l'ambasciata Usa vuole portare un dizionario a Pang
  37. Ha ucciso Fedeli e ha mangiato un kebab vicino al negozio del delitto
  38. Funzionari dell'ambasciata Usa in carcere per incontrare Pang
  39. “Norveo Fedeli per noi è un caduto sul lavoro”
  40. I parenti di Norveo: "Un omicidio brutale che non ha giustificazioni"
  41. Pang in carcere sta male, sarà visitato da uno psicologo...
  42. L'omicida di Fedeli punta a evitare l'ergastolo
  43. "Vicini al dolore della famiglia Fedeli"
  44. Resta in carcere l'assassino di Norveo Fedeli
  45. "Michael è incensurato, ha scontato con la messa alla prova la guida in stato di ebbrezza"
  46. "Pang era in trattative per rilevare un ristorante a Vetralla"
  47. Pang al gip: "Ho reagito a un'aggressione di Fedeli"
  48. "Un crimine efferato, i familiari della vittima pronti a costituirsi parte civile"
  49. "Il movente non è la rapina e non c'è premeditazione"
  50. Omicidio Fedeli, Michael Pang confessa: "Chiedo perdono"
  51. "Pang ha rischiato di uccidere mio figlio in un incidente"
  52. "Sogna in grande, spingi duro", sulla pagina Facebook di Michael una valanga di slogan motivazionali...
  53. Fedeli insospettito fotografò il ragazzo che lo avrebbe ucciso
  54. "Arresto di Michael Aaron per omicidio, la madre è sotto shock'"
  55. Pang negli Usa era stato già condannato, a nove mesi quando era minorenne
  56. "Basta con la violenza, dobbiamo costruire una città migliore"
  57. "Non parlava con nessuno, abitava qui e ogni tanto prendeva l'auto della donna con cui viveva"
  58. Oggi l'addio a Norveo Fedeli, è lutto cittadino
  59. "Michael Aaron è affranto e disperato, non era mai stato in carcere"
  60. Il brutale omicidio di Fedeli finisce sui media statunitensi
  61. Incensurato, americano e regolarmente in Italia
  62. "Omicidio in via San Luca, la fiaccolata è lodevole ma non è sufficiente"
  63. "Domani saremo tutti di un sentimento"
  64. Uccide Fedeli, si toglie i vestiti insanguinati e sale sul bus per Capodimonte
  65. I vestiti e le scarpe ancora sporchi di sangue in casa del ragazzo fermato
  66. "I cittadini hanno diritto a non avere timore"
  67. Bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio per Norveo Fedeli
  68. "Serve un piano di emergenza contro la criminalità"
  69. "Un uomo sempre sorridente e cordiale"
  70. "Speriamo si possa arrivare a una condanna definitiva quanto prima"
  71. Il presunto omicida di Fedeli fermato mentre passeggiava in piazza
  72. Fermato il presunto omicida di Norveo Fedeli
  73. "Bisogna rafforzare il controllo del territorio"
  74. Colpito alla testa e ucciso con uno sgabello, trascinato e nascosto dietro i vestiti appesi
  75. Feroce omicidio in pieno centro, gli abitanti: "Abbiamo paura..."
  76. "Il negozio era in disordine e a terra c'era tantissimo sangue..."
  77. Omicidio Fedeli, lutto cittadino e corteo silenzioso per le vie del centro
  78. Omicidio in via San Luca, sotto sequestro il negozio Fedeli
  79. "Norveo Fedeli, uomo buono e gentile"
  80. Norveo Fedeli ucciso a sprangate
  81. Omicidio in pieno giorno in un negozio in via San Luca

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR