Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Coronavirus - Per il servizio a domicilio a supporto dei medici di medicina generale

Asl: “68 interventi nella prima settimana di attività dal Team Uscovid”

Condividi la notizia:

Viterbo - La Cittadella della salute

Viterbo – La Cittadella della salute

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Sono 68 gli interventi effettuati nella prima settimana di attività dal Team Uscovid (Unità speciale Covid) della Asl di Viterbo, entrato in funzione lo scorso 22 di ottobre.

L’Uscovid è un servizio multiprofessionale e multidisciplinare a domicilio a supporto dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta nelle attività di presa in carico dei pazienti con sintomi fortemente riconducibili a infezione da SARS Cov-2 e dei pazienti positivi al Coronavirus, confermati e paucisintomatici.

Il team è composto da un pool di sei medici, assunti specificatamente per questa nuova linea di attività, di sei infermieri e di due TPall.

In soli sette giorni, il team ha effettuato 38 visite, in collaborazione con i loro di famiglia, a casa di pazienti positivi al COVID-19, le cui condizioni cliniche necessitavano di una consulenza medica. In nove di questi casi, il team ha consegnato alle persone visitate, con seri problemi polmonari, dei kit comprendenti di un pulsossimetro, per il monitoraggio della saturazione di ossigeno e per la trasmissione telematica dati ai medici di medicina generale e ai pediatri di libera scelta.

Telemonitoraggio e telesorveglianza, dunque, ma anche consulenze telefoniche che, in 30 casi, hanno consentito al medico di poter avere un confronto costruttivo rispetto alla definizione delle terapie appropriate e alla presa in carico domiciliare dei loro assistiti.

In ulteriori due casi, attraverso la sinergia e la collaborazione tra Uscovid, Servizio sociale aziendale, medici di famiglia e Amministrazioni comunali, è stato possibile evitare il trasferimento di pazienti nelle strutture COVID di Roma, attraverso l’organizzazione di un sistema di presa in carico a domicilio.

“I dati della prima settimana operativa dell’Uscovid – spiega il direttore generale della Asl Viterbo, Daniela Donetti – confermano quanto questo servizio possa essere di aiuto al territorio e quanto possa essere un utile strumento di supporto del Sistema delle Cure Primarie, anche un momento di filtro per evitare accessi inappropriati in Pronto soccorso, garantendo anche a domicilio dei pazienti le misure di distanziamento sociale e le norme igienico sanitarie di contrasto della pandemia da COVID-19. Il Servizio garantisce, inoltre, la continuità degli interventi e il supporto al ‘Sistema COVID’ aziendale, con un collegamento stretto e operativo anche con il secondo livello di presa in carico dei pazienti positivi assistiti presso le Malattie infettive e in tutti i reparti COVID attivati dall’azienda”.

Il Team Uscovid viene attivato dai medici di medicina generale o dagli operatori sanitari del Team operativo Coronavirus della Asl di Viterbo, dopo un adeguato triage telefonico e previa compilazione della check list Seresmi, che allertano il referente Uscovid, per la programmazione di una visita domiciliare, attraverso la mail uscovid@asl.vt.it, attiva dalle 8 alle 20. Nel caso di attivazione dell’Uscovid da parte della Toc, il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta dell’assistito viene immediatamente informato. L’Unità Speciale Uscovid garantisce l’accesso domiciliare entro le 24 ore dalla chiamata, sette giorni su sette.

Asl Viterbo


Condividi la notizia:
29 ottobre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR