Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Per effetto soprattutto del lockdown, Francigena fa i conti con minori entrate pure per parcheggi e farmacie

Bus deserti, col Covid 60% di biglietti in meno

Condividi la notizia:

Viterbo - Enrico Contardo

Viterbo – Enrico Contardo

Viterbo – (g.f.) – Francigena, crolla il numero dei passeggeri sui bus -60% finora durante l’anno.

Il Coronavirus ha tenuto lontano dai mezzi pubblici a Viterbo gli utenti, che già normalmente non li affollano.

Complice il periodo di lockdown, il crollo è stato di oltre la metà. A fornire i numeri in commissione è stato l’assessore Enrico Maria Contardo (Società partecipate).

Per la società partecipata del comune, il trasporto non è il solo settore che ha risentito della pandemia e relativa modifica delle abitudini.

Pure sui parcheggi a pagamento non è andata meglio. “C’è stato un calo negli incassi pari al 40% – spiega Contardo – mentre sulla bigliettazione dei bus la diminuzione è pari al 60%”.

Non sono risultate indenni pure le due farmacie comunali. “Con un calo del 14%.

Per i bus, nelle prossime azioni di governo – ricorda Contardo – si arriverà a coprire un terzo della bigliettazione, che per Viterbo vuol dire 100mila euro, incassandone normalmente 300mila.

Poi, con economie di scala, cassa integrazione quando i bus non circolavano e ricorso alle ferie l’amministratore delegato sta cercando di ridurre al minimo il deficit”.

 


Condividi la notizia:
15 ottobre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR