- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Caso di Covid in comune, test e tamponi per giunta e dipendenti

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Franco Vita [3]

Franco Vita

Nepi – (r.s.) – Resterà chiuso almeno fino a martedì il comune di Nepi dopo che un dipendente [4] è risultato positivo al Coronavirus. Già ieri, quando è stato scoperto il contagio, le porte del municipio non sono state aperte. Per questa mattina “provvederemo – fa sapere il sindaco Franco Vita – alla sanificazione di tutto il palazzo”.

Verranno sottoposti al tampone, invece, i dipendenti che potrebbero aver avuto contatti con il collega infetto. Il piano che sembrerebbe destare maggior apprensione è il terzo, quello dedicato alla ragioneria e ai tributi. “La persona contagiata – assicura Vita – ha pochi rapporti con il pubblico, ma il terzo piano (ragioneria e tributi) resterà chiuso fino all’esito dei tamponi e per il periodo di quarantena che deciderà la Asl”.

Test, all’inizio della prossima settimana, per tutti i dipendenti comunali ma anche per l’intera giunta. “Lunedì mattina – comunica il sindaco – abbiamo deciso, amministratori e dipendenti, di sottoporci all’esame sierologico. Quindi anche lunedì il comune resterà chiuso. Qualora l’esito di tutte queste analisi sarà negativo, da martedì provvederemo alla riapertura parziale degli uffici”.

Ma il lavoro non si ferma, complice anche la tecnologia. “Per eventuali urgenze – sottolinea Vita – è possibile contattare gli uffici per via telematica perché alcuni dipendenti lavorano in smart working”.

Il dipendente è risultato positivo insieme ad altre due persone. “Tutte e tre – rende noto il primo cittadino – hanno partecipato, con altri non di Nepi, a una cena a Campagnano di Roma. Il contagio è stato dunque causato da contatti con persone non dipendenti del comune, quindi dall’esterno”.

Il sindaco Vita invita alla calma. “Come sollecitatomi dall’unità di crisi Covid della Asl – conclude – evitiamo inutili ed eccessivi allarmismi. Rispettiamo le prescrizioni e ricordo che, in base all’ordinanza del presidente della regione Lazio, è obbligatorio indossare le mascherine anche all’aperto”.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]