Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Lo comunicano i consiglieri regionali M5s

“Edilizia scolastica, stanziati 82,5 milioni per la sicurezza delle scuole nel Lazio”

Condividi la notizia:

La classe di una scuola

La classe di una scuola

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – Circa 82,5 milioni agli enti locali del Lazio per interventi di edilizia scolastica e per garantire così la sicurezza delle scuole della nostra regione e di studenti, insegnanti, operatori e tutta la comunità scolastica.

Gli 82,5 milioni destinati al Lazio sono così ripartiti tra le varie province: 56,1 a Roma; 9,6 a Latina; 9,1 a Frosinone; 4,5 a Viterbo; 3,2 a Rieti.

Un tesoretto derivante dagli 855 milioni complessivi assegnati in tutta Italia a 104 enti locali dal decreto interministeriale, già firmato dalla ministra Lucia Azzolina (M5s) e ora controfirmato dal ministro dell’Economia e delle Finanze, per interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole secondarie di secondo grado.

Per accedere ai fondi, come spiegato sul sito del Miur, gli enti locali dovranno presentare al ministero dell’Istruzione, entro il prossimo 17 novembre, gli elenchi degli interventi da finanziare, indicandone anche l’ordine di priorità (nei limiti delle risorse disponibili), e compilando l’apposito applicativo. 

Come spesso abbiamo segnalato a tutti i livelli, e in regione Lazio abbiamo chiesto e ottenuto un consiglio regionale straordinario proprio per l’edilizia scolastica, la scuola deve essere prima di tutto un luogo sicuro, ma non sempre, purtroppo, lo è stata. Stiamo sanando gravi lacune che abbiamo ereditato nel settore dell’edilizia, investendo in sicurezza e innovazione.

Il prossimo passo sarà il Recovery Fund: buona parte delle risorse europee dovranno servire a migliorare il sistema dell’istruzione, anche per rendere più vivibili, confortevoli e moderni gli ambienti di apprendimento.

I consiglieri regionali M5s del Lazio


Condividi la notizia:
7 ottobre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR