Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ripartiamo da San Pellegrino - Ieri mattina il sopralluogo nei quartieri medievali del sindaco Giovanni Arena e dell'assessora Laura Allegrini con E-distribuzione - FOTO E VIDEO

“La questione del centro storico va risolta e i cavi elettrici deturpanti vanno sistemati…”

di Daniele Camilli

Condividi la notizia:


Viterbo – Il sindaco Giovanni Arena fa sul serio. “La questione del centro storico – ha detto infatti il primo cittadino – va assolutamente risolta. Così come vanno sistemati i cavi elettrici che deturpano le facciate del quartiere San Pellegrino. E’ un impegno prioritario, un dovere nei confronti della città”. Al punto che l’amministrazione comunale sembra aver elaborato una vera e propria road map per trasformare il volto di questa importantissima parte della città di Viterbo.

Ieri il sopralluogo con E-distribuzione, la società che una volta si chiamava Enel, che ha dato massima disponibilità ad affrontare la situazione.


Viterbo - Giovanni Arena e Laura Allegrini

Viterbo – Giovanni Arena e Laura Allegrini


Con loro l’assessora comunale ai lavori pubblici Laura Allegrini. Insieme hanno percorso la zona medievale individuando gli interventi che si possono fare subito e quelli che richiedono più tempo. Nel frattempo c’erano anche degli operai al lavoro per riparare una perdita d’acqua.



“Il problema – ha sottolineato Arena – è la sovrapposizione di competenze che con i decenni s’è trasformata anche in una vera e propria sovrapposizione di cavi lungo tutto il centro storico”. Non ci sono infatti solo quelli di e-distribuzione, e non è loro il filo che tratteggia perfettamente l’arco di palazzo degli Alessandri. Ci sono anche quelli di altre compagnie, così come cavi di dubbia provenienza non riconducibili invece ad alcuna società.


Viterbo - L'assessora ai lavori pubblici Laura Allegrini

Viterbo – L’assessora ai lavori pubblici Laura Allegrini


“Non possiamo togliere i fili dal muro e farli passare sottoterra – ha poi spiegato Allegrini -. Per farlo dovremmo smantellare l’intera pavimentazione in centro. Cosa che in questo momento non è possibile, né, vista l’emergenza Covid, pensabile. Possiamo però fare altro”. Come? “Seguendo un percorso a tappe”, ha risposto l’assessora ai lavori pubblici”.


Viterbo - Il sopralluogo a San Pellegrino

Viterbo – Il sopralluogo a San Pellegrino


Le tappe della road map comunale sono essenzialmente tre. “La prima – ha detto il sindaco – è la mappatura di quello che c’è, per distinguere ciò che può essere tolto da ciò che invece per forza deve restare. Tra le cose che vanno tolte ci sono tutti gli allacci utilizzati per gli eventi che sono stati fatti in centro negli anni scorsi e che purtroppo stanno ancora lì. Tra questi, anche i cavi di piazza San Carluccio che abbiamo da poco transennato”.

Prima di rimuoverli c’è però un secondo passaggio da fare. “Verificare – ha aggiunto Arena – quelli che possono tornare utili per Natale. Quelli che non lo sono, li rimuoveremo immediatamente. Quelli utili faranno anch’essi la stessa fine una volta finite le feste”.


Viterbo - Il sopralluogo a San Pellegrino

Viterbo – Le tavole scacazzate sotto gli archi di San Pellegrino


Il passaggio più difficile, gestire i cavi che dovranno restare. “Alcuni – conclude il sindaco – non li possiamo togliere. Sarebbe peggio e dovremmo anche negoziare la cosa con i proprietari delle case, con possibili contenziosi. L’idea, che dovremo valutare assieme a e-distribuzione, è quella di coprirli con qualcosa che li renda conformi e in armonia con il contesto storico in cui si trovano”.

Infine due cose. Una certezza e una curiosità. La certezza. “Metteremo mano – ha detto Allegrini – anche alle tre finestre di piazza San Pellegrino che sormontano i due grandi archi a tutto sesto segnalate da Tusciaweb“.

La curiosità. Il comune non riesce a trovare il proprietario delle tavole scacazzate dai piccioni proprio sotto gli archi di San Pellegrino. Pare sia residente ad Orvieto. “Abbiamo contattato il comune – ha detto Arena – ma anche loro non riescono a rintracciarlo”. 

Daniele Camilli


L’inchiesta di Tusciaweb

Multimedia 1: Fotogallery: Il sopralluogo del sindaco Arena – Video: La Road map del comune

Multimedia 2: Fotogallery: Il muro transennato – Le pulizie di fronte alla stazione dei treni – Video: Il muro che rischia di crollare

Multimedia: Fotogallery: Lo scandalo di via delle Caprarecce – Piazza San Carluccio in sicurezza – Il sopralluogo di e-distribuzione – Piazza San Carluccio – Video: Transennati cavi e scatole – Cavi pericolosi  – Fotogallery: Una via strangolata dai filiPiazza San Pellegrino deturpata – Video: I cavi lungo la strada 


Condividi la notizia:
16 ottobre, 2020

Ripartiamo da San Pellegrino ... Gli articoli

  1. Il cimitero di San Lazzaro tra monumenti e degrado
  2. L'arco dell'incuria, abbandonato a sè stesso e con le transenne che stanno lì da mesi
  3. Nella Spoon River cittadina ci sono testimoni preziosi e irripetibili
  4. Via delle Mole... dove per colpa del degrado la gente rischia di rompersi il collo
  5. Niente museo della macchina di santa Rosa, il centrodestra preferisce le lucine di Natale
  6. "Ecco come viene tenuto in considerazione il nostro patrimonio culturale"
  7. "Salvaguardiamo la bellezza del quartiere San Pellegrino che tutto il mondo ci invidia"
  8. Il muro a piazza San Carluccio verrà ripulito per poi mettere in sicurezza i cavi...
  9. Salviamo la Spoon River della città di Viterbo
  10. E' il tempo che abbiamo speso per la nostra città a renderla così importante...
  11. Il degrado parte dal centro storico e arriva fino alle frazioni
  12. Va in malora pure la finestra di piazza del comune da cui si sono affacciati papi e primi ministri
  13. "Il sindaco pensa al quartiere medievale mentre Bagnaia rimane un territorio di serie C"
  14. Transennato anche il muro che rischia di cadere davanti alla stazione di porta Romana
  15. L'abbandono di via delle Caprarecce, tra buche e transenne che stanno lì da anni
  16. Viterbo-Amsterdam 1-0, a piazza San Carluccio cavi elettrici transennati
  17. "Abbiamo restaurato il ponte sul torrente Freddano per amore della nostra terra"
  18. A San Pellegrino? Facciamo un po' come cazzo ci pare...
  19. Sopralluogo di e-distribuzione nel quartiere medievale "per effettuare lavori sugli impianti"
  20. Fogne a cielo aperto a via Santa Maria delle Rose, in pieno centro storico
  21. I cavi elettrici di piazza San Carluccio stanno ancora lì... nonostante tutto
  22. Incredibile il sindaco Arena non è ad Amsterdam e afferma: "Indecorosi i cavi esterni che deturpano le facciate..."
  23. I cavi elettrici di piazza San Carluccio pendono ancora sulle teste delle persone
  24. Cavi elettrici a rischio a San Carluccio, ci mette mano il prefetto
  25. "Viterbo 'turistica' sotto il palazzo dei Papi"
  26. Ma se non riescono a togliere fili pericolosi o stappare un tombino, come fanno a guidare una città?
  27. Cavi elettrici a rischio e incuria a piazza San Carluccio
  28. I fili e l'incuria che strangolano via e piazza San Pellegrino...
  29. Ebbene sì, il sindaco e la sua giunta vivono ad Amsterdam...
  30. Ma il sindaco Arena e la sua giunta vivono ad Amsterdam?
  31. Il muro di fronte alla stazione dei treni di Porta Romana rischia di crollare
  32. "Ho pulito il marciapiedi davanti alla stazione di Porta Romana perché mi sono vergognato per come era tenuto"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR