Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Reggio Emilia - La polizia ha arrestato il presunto responsabile

Sparatoria in pieno centro, 5 i feriti di cui uno grave

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Reggio Emilia – Sono cinque i feriti, uno dei quali in gravi condizioni. È questo il bilancio della sparatoria che è avvenuta ieri sera intorno alle 23 a Reggio Emilia.

L’episodio è avvenuto in pieno centro, a piazza del Monte. I colpi sarebbero stati esplosi da un giovane al culmine di una lite i cui motivi sono da chiarire.

Molte persone hanno assistito alla sparatoria, essendo avvenuta nel centro della città emiliana. Sui social girano diverse foto e video dell’episodio. Nelle immagini si vede una persona che apre il fuoco su un gruppo di ragazzi, che immediatamente si mettono a correre per mettersi in salvo. Durante la fuga uno cade, ma si rialza e prosegue la corsa con gli altri. L’aggressore è poi scappato, facendo perdere le tracce tra la folla spaventata. 5 i ragazzi feriti, tra cui uno in condizioni serie.

La polizia di Reggio Emilia fa sapere su Twitter di aver arrestato il presunto responsabile della sparatoria e del ferimento dei 5 ragazzi. Si tratta di un cittadino italiano residente nella città emiliana. I poliziotti hanno anche sequestrato l’arma della sparatoria, che risulta rubata.

Sulla vicenda è intervenuto anche il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, che ieri sera è accorso immediatamente sul posto della sparatoria dopo essere stato allertato dal comandante della polizia locale della città. “Mi auguro che i responsabili vengano individuati quanto prima e puniti con severità – ha scritto nella notte il primo cittadino su Facebook -, perché fatti come questo non devono accadere e vanno necessariamente stroncati”.


Condividi la notizia:
18 ottobre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR