- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Altri 30mila contagi e 352 morti, ma con più di 200mila tamponi

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Roberto Speranza [3]

Roberto Speranza

Roma – Con 30mila 550 contagi, quella di oggi diventa la seconda giornata per numero di nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia dall’inizio della pandemia. Lo dice il bollettino del ministero della Salute, che aggiorna a 790mila 377 il totale dei casi accertati dallo scorso febbraio.

A fronte dei nuovi casi, sale anche il numero dei tamponi effettuati, oggi più di 211mila. Il rapporto positivi/tamponi effettuati scende così al 14,4% (ieri era al 15,5%).

Praticamente uguale a ieri il numero dei morti, 352 anziché 353. Il totale si porta a 39mila 764, col rischio di sforare quota 40mila già domani.

Gli attualmente positivi aumentano di 25mila 093 unità, portandosi a 443mila 235. Contenuta, per fortuna, è la crescita dei malati in terapia intensiva, che sono 67 in più rispetto a ieri e diventano 2292. I ricoverati in ospedale con sintomi meno gravi salgono a 22mila 116, in aumento di oltre mille unità nelle ultime 24 ore. I contagiati in isolamento domiciliare, asintomatici o con sintomi lievi, sono 418mila 827, cioè il 94,5% del totale.

La Lombardia continua a primeggiare nel numero dei nuovi casi registrati (7758), ma sempre a fronte di un quantitativo di tamponi effettuati (poco meno di 44mila) che è quasi il doppio di quelli che si registrano nella seconda regione per numero di tamponi, cioè il Lazio (che ne conta oggi 26mila e 600).

Le altre regioni con alto numero di casi sono la Campania (4181 con 21mila 700 tamponi) e il Piemonte (3577 con 16mila tamponi). Inversione di tendenza del Molise, che oggi fa registrare “solo” 26 nuovi positivi.


Coronavirus – Il bollettino del ministero della Salute del 4 novembre

Coronavirus - Il bollettino del ministero della Salute del 4 novembre [4]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]