Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Emergenza Covid - Viterbo - Il comune stanzia 200mila euro - L'assessora Sberna (Servizi sociali): "Siamo uno dei pochi ad avere previsto una misura così importante"

Buoni spesa, fino a 300 euro per famiglie in difficoltà

di Giuseppe Ferlicca

immobiliari-560x80-presentazione--trova-la-tua-casa

Condividi la notizia:

Giovanni Arena

Giovanni Arena

Antonella Sberna

Antonella Sberna

Viterbo – Buoni spesa, fino a 300 euro per famiglie in difficoltà. Il Coronavirus fa sentire i suoi effetti anche nelle tasche di molti cittadini e il comune stanzia 200mila euro, per chi ne ha più bisogno.

Un aiuto, che se non arriverà per Natale, dovrebbe essere disponibile entro la Befana. Tra fine anno e inizio 2021, fa sapere l’assessora ai Servizi sociali Antonella Sberna.

Si tratta di una misura che parte da quella erogata nella prima fase Covid da governo e regione, 700mila euro a Viterbo, sommata ai 180mila euro che in modo stabile l’amministrazione stanzia. Rispetto alla prima volta, adesso presentare domanda sarà più semplice. Niente più carta, solo online.

“Un segnale di forte attenzione – spiega il sindaco Giovanni Arena – alle famiglie che stanno vivendo un momento di precarietà a causa delle poche risorse a disposizione. Abbiamo già iniziato nella prima fase, in attesa dei trasferimenti regionali e dal governo, con fondi propri, poche decine di migliaia di euro, i primissimi aiuti. Oggi abbiamo avuto modo di programmare e impegnato 200mila euro”. Perché le criticità sono aumentate.

“A chi già si trovava in difficoltà – spiega Sberna – si aggiungono le persone che hanno subito l’emergenza sanitaria Covid con tutte le conseguenze. Per la prima domanda, proprio perché si trattava di fare fronte a una situazione emergenziale, abbiamo proceduto con un’autocertificazione. Stavolta ci siamo organizzati, sarà tutto online e quindi eviteremo eventuali problemi di dispersione e non ci saranno complicazioni nell’attribuire le priorità.

Tutto computerizzato e connesso ad anagrafe comunale e Inps, per verificare la correttezza dei dati. L’utente deve solo riempire il modulo e in breve tempo avremo la graduatoria”.

Il requisito, oltre a essere residenti nel comune di Viterbo, è un reddito Isee non superiore a 12mila euro. L’altra volta arrivarono 3500 richieste, molto probabile che si raggiunga lo stesso numero.

“A parità di Isee – precisa Sberna – avrà un punteggio maggiore il nucleo familiare con più figli. Le fasce di contributo sono tre. Nuclei fino a due persone cento euro, da 3 a 5 200 euro e oltre, 200. Qualora fosse necessario, d’intesa con giunta e consiglio, si vedrà se potenziare il fondo”.

Come ricordato dalla funzionaria del settore Servizi sociali Giacinta Ciprini, chi intende presentare richiesta deve collegarsi al sito internet del comune, sezione servizi online – servizi sociali e registrarsi. Quindi entrare nell’area personale e compilare la domanda con autocertificazione.

L’obiettivo del sindaco Arena è erogare le somme il prima possibile. “Faremo di tutto per arrivare entro Natale – sostiene l’assessora Sberna – al massimo sarà per i primi giorni del 2021.

Comunque, chi avesse necessità che esulano dal buono spesa può rivolgersi al segretariato sociale. Il comune di Viterbo è uno dei pochi ad avere previsto una misura così importante”.

Per inviare le domande c’è tempo fino alle 12 del 7 dicembre.

Giuseppe Ferlicca

 


Condividi la notizia:
25 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR