Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Il ministro della salute Roberto Speranza ha firmato una nuova ordinanza che entrerà in vigore il 29 novembre

Calabria, Lombardia e Piemonte diventano arancioni, Liguria e Sicilia gialle

Condividi la notizia:

Roberto Speranza

Roberto Speranza

La mappa delle regioni italiane divisa per zone rosse, arancioni e gialle

La mappa delle regioni italiane divisa per zone rosse, arancioni e gialle

Coronavirus – Calabria, Lombardia e Piemonte diventano zone rosse, mentre Liguria e Sicilia passano a quella gialla. È quanto disposto da una nuova ordinanza firmata dal ministro della salute Roberto Speranza che entrerà in vigore domenica 29 novembre.

“La zona arancione in Lombardia viene dichiarata da venerdì, sabato l’ordinanza viene pubblicata sulla Gazzetta ufficiale e per una questione burocratica si parte da domenica – ha annunciato Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia -. Il comportamento serio dei lombardi tenuto in queste settimane ha consentito di poter ottenere oggi che la Lombardia entrasse nella zona arancione. Però non bisogna abbassare la guardia, bisogna assolutamente tenere conto che siamo in una situazione in cui il virus c’è ed è ancora pericoloso”.

Inoltre attraverso un video sulla sua pagina Facebook, Fontana ha riassunto i punti cardine di questa nuova situazione per la Lombardia: le classi di seconda e terza media tornano in presenza, gli spostamenti sono consentiti all’interno del proprio Comune dalle 5 alle 22 senza autocertificazione e i negozi riaprono nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro.

“Da domenica 29 il Piemonte sarà in zona arancione – ha scritto su Facebook il presidente della regione Alberto Cirio -. Me lo ha appena confermato il ministro della salute Speranza. Una notizia positiva che è il frutto di tanti sacrifici dei piemontesi e del grande lavoro dal nostro sistema sanitario. Questo è un passo importante perché permetterà a molte nostre attività commerciali di riaprire già da questa domenica, ma che dobbiamo vivere con grande senso di responsabilità. Non possiamo sprecare questo grande sforzo, non possiamo permetterci di tornare indietro. La strada è quella giusta, continuiamo a percorrerla insieme con senso di responsabilità e prudenza”.

Restano in zona rossa Toscana, Abruzzo, Valle d’Aosta, Campania e la Provincia di Bolzano.


Condividi la notizia:
27 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR