Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Napoli - Il sindaco De Magristris: "I tempi saranno brevi, con una volontà così forte non c'è carta bollata che tenga"

“Intitoleremo lo stadio San Paolo a Maradona”

Condividi la notizia:

Diego Armando Maradona

Diego Armando Maradona

Napoli – “Intitoleremo lo stadio San Paolo a Maradona”. L’annuncio del comune di Napoli arriva a poche ore dalla notizia della morte dell’ex campione del mondo argentino, scomparso a 60 anni nella sua casa di Tigre. Secondo la stampa argentina, sarebbe stato stroncato da un’insufficienza cardiaca acuta.

E mentre il mondo intero lo piange, nella notte le luci dello stadio partenopeo in cui il numero 10 ha fatto sognare milioni di persone, sono rimaste accese. Quello stadio che presto potrebbe portare il suo nome. A raccogliere l’invito lanciato spontaneamente dalla città è stato proprio il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che su Twitter ha scritto: “Intitoliamo lo stadio a Diego Armando Maradona”.

Un’idea che ha trovato immediatamente terreno fertile anche nella volontà del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis che vorrebbe che fossero trasmesse le immagini di Maradona durante il match che questa sera, alle 21, il Napoli giocherà contro il Rijeka in Europa League.

“Ci siamo mossi già stamattina, faremo i primi passi formali per dedicare lo stadio di Napoli a Maradona” ha annunciato il sindaco De Magistris, spiegando che anche se “ci sono dei tempi, saranno tempi brevi, perché quando c’è una volontà così forte credo che non ci sia carta bollata che tenga”. E l’inaugurazione dello stadio con il nuovo nome potrebbe “coincidere con l’inizio della ripresa delle partite con il pubblico. Napoli è unita attorno a un calciatore che ha fatto la storia della nostra città e ci ha fatto andare nel paradiso del calcio quando sembrava impossibile”. In città proclamato il lutto cittadino.


Condividi la notizia:
26 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR