Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Madrid - Oltre 1.550.000 i casi accertati nel paese da inizio pandemia - Massima attenzione sul Natale

Precedenza al personale sanitario e agli ospiti delle Rsa, la Spagna prepara il suo piano vaccini

Condividi la notizia:

Madrid

Madrid

Madrid – (b.b.) – Vaccinazioni a partire dalla prima metà dell’anno, dando precedenza al personale sanitario e ai residenti delle Rsa. È il piano della Spagna per combattere la pandemia da Covid-19 e piegare in maniera massiccia la curva dei contagi, che da ottobre ha subìto una brusca impennata, raggiungendo picchi di oltre 24mila 500 nuovi casi in un solo giorno.

La strategia prevede la suddivisione della popolazione spagnola in 18 fasce a cui gradualmente verranno somministrate le dosi, partendo però dai soggetti più a rischio. Circa due milioni e mezzo di persone. Ad annunciare la manovra è il ministro della Salute Salvador Illa. Il piano delineerebbe tre fasi di priorità in base alla disponibilità dei vaccini: una prima “con somministrazione molto limitata” di dosi che va da gennaio a marzo; una seconda, da marzo a giugno, in cui le vaccinazioni saranno aumentate “progressivamente”; e l’ultima per immunizzare tutti i 18 gruppi di popolazione contemplati. Lasciandosi così, si spera, definitivamente alle spalle questa seconda ondata di Coronavirus.

Secondo i dati diffusi dall’Organizzazione mondiale della sanità, in Spagna dall’inizio della pandemia si sono registrati oltre 1.550.000 casi e più di 42.600 morti. E da metà ottobre il paese si è trovato a fare i conti con un aumento progressivo di contagi, che solo nell’ultima settimana pare aver allentato la morsa. Negli ultimi sette giorni, infatti, il trend positivo farebbe ben sperare: -48,61 per cento di casi. Ma il ministro Illa frena ogni entusiasmo: “Bisogna fare attenzione”.


I dati Covid-19 in Spagna diffusi dall’Organizzazione mondiale della sanità

Dati Covid in Spagna - Oms


Intanto come tutti i paesi europei, anche la Spagna si trova a fare i conti con le imminenti festività natalizie. Stando a quanto riferisce El Pais, il governo starebbe pensando di estendere il coprifuoco all’una di notte per il 24 e il 31 dicembre e limitare a 6 il numero massimo di persone sedute a tavola per il tradizionale cenone. Così come sarebbero da ridurre al minimo gli spostamenti e “tutti i viaggi non strettamente necessari”, anche se al momento non dovrebbero essere imposti confini territoriali.

“Negli incontri familiari – si legge nella bozza del documento su cui il governo di Madrid starebbe lavorando e riportato dal quotidiano El Pais – si raccomanda di limitare la partecipazione” alle persone che vivono sotto lo stesso tetto. “Nel caso in cui ci sia un membro esterno non convivente, gli incontri saranno fino a un massimo di sei persone e dovranno essere garantite tutte le misure di prevenzione, indipendentemente dal fatto che siano familiari o meno”. Quindi usare la mascherina, lavarsi spesso le mani, arieggiare spesso l’ambiente e mantenere le distanze di sicurezza.  


I dati Covid-19 in Spagna diffusi dall’Organizzazione mondiale della sanità

Dati Covid in Spagna - Oms


 


Condividi la notizia:
25 novembre, 2020

Covid nel mondo ... Gli articoli

  1. “La Turchia conteggiava come Covid solo i sintomatici, i dati sono ancora ribassati”
  2. Milioni di americani in viaggio per il giorno del ringraziamento, gli Usa temono un aumento dei contagi
  3. "Entro la fine dell'anno al via la vaccinazione di massa in Russia"
  4. Covid - Uccisi 17 milioni di visoni, è bufera politica sulla gestione della crisi sanitaria in Danimarca
  5. In Argentina contagi in calo e fine del lockdown, ma le folle per la morte di Maradona fanno temere nuovi picchi
  6. Più di 4mila contagi nelle ultime 24 ore, da oggi la Croazia entra in lockdown parziale
  7. Più di 500 nuovi positivi per la prima volta da marzo, la Corea del Sud alle prese con la terza ondata
  8. Lo Zambia dichiara l'insolvenza dei debiti, è la prima nazione in era Covid
  9. “Rinunciate ai brevetti sui vaccini, nessun paese può essere lasciato indietro”
  10. Calano i contagi e la pressione sul sistema sanitario, il Regno Unito verso la fine del lockdown
  11. In lockdown parziale da metà ottobre, calano i contagi in Olanda
  12. Superati i 9 milioni di contagi in India, è il secondo paese più colpito nel mondo
  13. Un "compagno di coccole" per superare il secondo lockdown in Belgio
  14. Crescono i contagi in Romania, il presidente: “Riformeremo da zero il sistema sanitario”
  15. I contagi si stabilizzano ma lentamente, la Merkel punta a misure più restrittive
  16. Gli effetti del lockdown d'oltralpe, la Francia si lascia alle spalle il picco dei contagi
  17. Accelerano i contagi in Iran, oltre 100 città in zona rossa
  18. Isola felice del Covid, da tre giorni il Nicaragua è senza nuovi contagi
  19. Contagi costantemente in calo, così l'Arabia Saudita sta sconfiggendo il Coronavirus
  20. Il Covid in Giappone torna a far paura, in arrivo la terza ondata
  21. Solo 10 casi nelle ultime 24 ore, dopo mesi di lockdown l'Australia è quasi Covid-free
  22. "La tregua di quest'estate è finita, ora anche in Svezia la situazione è molto grave”
  23. La seconda vita di Wuhan, da focolaio mondiale a locali aperti e niente mascherina

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR