Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civitavecchia - Lo comunica il Comitato per la difesa del bacino lacuale Bracciano-Martignano, che invita regione Lazio e comuni a costituirsi parte civile

“Il processo per il disastro ambientale al lago di Bracciano slitta al 27 aprile”

Condividi la notizia:

Civitavecchia - Il processo per il disastro ambientale al lago di Bracciano

Civitavecchia – Il processo per il disastro ambientale al lago di Bracciano

Civitavecchia – Riceviamo e pubblichiamo – Il legale di Paolo Saccani, già ai vertici di Acea Ato 2, l’avvocato Gianrico Ranaldi del foro di Cassino, presenta un certificato medico lamentando problemi di salute e l’avvio del procedimento penale per disastro ambientale al lago di Bracciano slitta al 27 aprile 2021 alle ore 10.

Lo ha disposto il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Civitavecchia Giuseppe Coniglio al termine della prima udienza preliminare che si è tenuta ieri mattina.

Il giudice ha preso atto della presenza dei vari imputati e delle parti lese, tra cui il Comitato per la difesa del bacino lacuale Bracciano-Martignano, assistito dai legali Francesco Falconi e Simone Calvigioni.

Il giudice Coniglio ha sottolineato che ulteriori altri impedimenti porteranno ad uno stralcio delle posizioni annunciando che la prossima udienza verrà tenuta ad oltranza.

Con grande rammarico prendiamo atto dello slittamento dell’avvio del processo che arriva a tre anni dai fatti contestati a seguito dell’impedimento di uno dei maggiori imputati. Rimane ferma la nostra volontà di costituirci parte civile. Rinnoviamo inoltre l’appello al ministero dell’Ambiente affinché si costituisca in giudizio quale parte civile. Si tratta infatti dell’unico ente che, in base alla normativa vigente, può chiedere il risarcimento per danno ambientale.

Abbiamo accolto con favore la volontà del parco naturale regionale di Bracciano-Martignano, rappresentato ieri dal direttore Daniele Badaloni, di voler presentare la propria costituzione di parte civile e ci auguriamo che anche la regione Lazio, tra le parti della concessione che (secondo l’accusa, rappresentata dal sostituto procuratore Delio Spagnolo e secondo la denuncia da noi presentata a giugno 2017) sarebbe stata violata, presenti la propria costituzione di parte civile nel procedimento in corso.  

Analogo appello per una costituzione di parte civile lo rivolgiamo ai comuni rivieraschi di Bracciano, Anguillara e Trevignano e al consorzio Lago di Bracciano. Organismo, quest’ultimo, ieri presente in aula nella persona del presidente Renato Cozzella.

Comitato per la difesa del bacino lacuale Bracciano-Martignano


Presunzione di innocenza
Per indagato si intende semplicemente una persona nei confronti della quale vengono svolte indagini preliminari in un procedimento penale.

Nel sistema penale italiano vige la presunzione di innocenza fino alla sentenza definitiva. Presunzione di innocenza che si basa sull’articolo 27 della costituzione italiana secondo il quale una persona “non è considerata colpevole sino alla condanna definitiva”.


Condividi la notizia:
10 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR