Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La proposta è dell'assessora Laura Allegrini: "Faremo un bando aperto a tutti"

“Realizzeremo un monumento che simboleggerà la vittoria delle donne sulla violenza”

di Daniele Camilli
Condividi la notizia:

Viterbo – Un monumento a Viterbo contro la violenza sulle donne. Anzi, come l’assessora Laura Allegrini l’ha definito, “un monumento che simboleggerà la vittoria delle donne sulla violenza”.

La proposta, che è dell’assessora ai lavori pubblici di Viterbo, prevede anche più monumenti. Ciascuno in luoghi simbolo della città. E l’intenzione è quella di fare un bando, per chiamare a raccolta gli artisti.

“E’ mia intenzione – ha detto infatti Allegrini – fare un bando per la creazione di un monumento che sottolinei il tema del contrasto alla violenza sulle donne. Un monumento che simboleggerà la vittoria delle donne sulla violenza. Ci sono state varie proposte di artisti. Sarà un bando aperto a cui tutti potranno partecipare. Non penso poi a un monumento soltanto, ma a più monumenti in diverse parti della città. Una città dove da Santa Rosa in poi le donne hanno avuto sempre un ruolo importante”.


Viterbo - Laura Allegrini

Viterbo – Laura Allegrini


Viterbo - Il flash mob di Kyanos

Viterbo – Il flash mob di Kyanos


Il monumento è previsto per il prossimo anno. “Adesso dobbiamo reperire i fondi – ha aggiunto Allegrini – e le associazioni femminili saranno con noi in questa iniziativa per far restare qualcosa di visibile dell’impegno della cittadinanza e delle donne. Per la loro dignità”.


Viterbo - La panchina rossa a piazza del Plebiscito

Viterbo – La panchina rossa a piazza del plebiscito


Ieri la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e la violenza di genere. Una giornata che Viterbo ha organizzato. In più e da più punti, e su diversi fronti. In mattinata la panchina rossa a piazza del plebiscito, voluta dal comune. Nel pomeriggio il flash mob e la conferenza dell’associazione Kyanos della presidente Marta Nori. In serata, l’illuminazione di palazzo dei papi nell’ambito dell’iniziativa Orange the world promossa da Soroptimist international.


Viterbo - Il flash mob di Kyanos

Viterbo – Il flash mob di Kyanos


Infine i laboratori e le vetrine delle attività commerciali hanno esposto per tutta la giornata creazioni artistiche delle artigiane del centro storico. Un’iniziativa di Cna e associazione italiana città della ceramica, in collaborazione con l’assessorato allo sviluppo economico di Alessia Mancini.


 

Viterbo - L'illuminazione di palazzo dei papi

Viterbo – L’illuminazione di palazzo dei papi


“La panchina rossa – ha commentato Allegrini – vuole essere il simbolo della nostra resistenza alla violenza contro le donne. L’obiettivo è metterne altre nelle frazioni del comune”. Quella esposta ieri a piazza del plebiscito dovrebbe poi essere ricollocata nel parco in via Carlo Cattaneo. “La violenza sulle donne – ha aggiunto l’assessora – è un fatto che riguarda anche i viterbesi. In una città apparentemente tranquilla si verificano invece situazioni di disagio che non sono legate alle condizioni sociali, ma sono assolutamente trasversali. Un fatto culturale molto grave”. Come il fatto che in Italia la violenza sessuale è stata considerata dalla legge un reato contro la morale, e non contro la persona, fino al 1996.


Viterbo - L'iniziativa di Cna

Viterbo – L’iniziativa di Cna


In serata, l’illuminazione di palazzo dei papi. Color arancione, quello scelto da Soroptimist international per l’iniziativa Orange the world che ha previsto appunto “l’illuminazione – ha spiegato l’assessora alle politiche sociali del comune di Viterbo, Antonella Sberna – di un monumento simbolo della città”. Con lei, in piazza San Lorenzo, anche il sindaco Giovanni Arena e la presidente del Soroptimist international club Viterbo, Giovanna Verrico.


Viterbo - Antonella Sberna

Viterbo – Antonella Sberna


“Le istituzioni devono fare sempre sinergia con il mondo delle associazioni – ha dichiarato Sberna -. Nel senso più ampio del termine. Le istituzioni devono anche saper creare servizi per sostenere e stare accanto a tutti coloro che subiscono violenza. Inoltre, la grande sfida, e qui faccio riferimento a tutti i servizi educativi, è quella di formare le coscienze per creare una società che dia degli stimoli positivi. In modo tale da prevenire la violenza”.


Viterbo - Luigia Melaragni

Viterbo – Luigia Melaragni


Infine l’iniziativa di Cna, in tutto il centro storico. “Abbiamo voluto mettere insieme tante testimonianze creative – ha commentato la segretaria della Cna Viterbo e Civitavecchia, Luigia Melaragni -, perché c’è bisogno di ribadire il no alla violenza anche e soprattutto in questo momento”.

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
26 novembre, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR