Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ripartiamo da San Pellegrino - Giacomo Barelli (Forza civica): "Un'opera restituita ai cittadini e al futuro" - FOTO E VIDEO

“Salvato l’affresco di Matteo Giovannetti a Pianoscarano, capolavoro del Trecento viterbese”

di Daniele Camilli
Condividi la notizia:


Viterbo – Salvato e restituito. All’unanimità, e su proposta dell’opposizione. Un’affresco, sta all’ingresso della chiesa di Sant’Andrea, quartiere di Pianoscarano, Viterbo. E’ di Matteo Giovannetti, il pittore dei papi e della corte di Avignone. Trecento viterbese, rarissimo. L’attribuzione è dello storico e critico d’arte Federico Zeri.

La chiesa di Pianoscarano è antichissima. Risale al XII secolo. Apre al quartiere e da sempre rappresenta  un punto di riferimento per chi ci abita, e per tutti.


Viterbo - L'affresco di Matteo Giovannetti

Viterbo – L’affresco di Matteo Giovannetti


“Affresco salvato e restituito ai cittadini e al futuro – ha detto il consigliere comunale Giacomo Barelli (Forza civica) che ha proposto l’emendamento -. Nel bilancio 2020 è stato accolto e approvato all’unanimità un emendamento che stanzia 5 mila euro per il restauro e la riqualificazione dell’affresco. Un affresco del trecento viterbese attribuito ad un autore importante come Matteo Giovannetti. Altre due opere dello stesso autore si trovano una nella chiesa di Santa Maria nuova, un’altra all’interno degli uffici della Fondazione Carivit”.



Matteo Giovannetti, formatosi alla scuola del pittore Simone Martini, e amico personale dello scrittore Francesco Petrarca, fu il tramite tra il giottismo d’impronta senese e l’arte gotica francese. Fu chiamato ad Avignone da papa Clemente VI a decorare il palazzo dei papi dove diresse un’équipe internazionale di pittori.   


Viterbo - La chiesa di Sant'Andrea a Pianoscarano

Viterbo – La chiesa di Sant’Andrea a Pianoscarano


“L’intervento – prosegue Barelli – ha avuto un duplice obiettivo. Innanzitutto artistico, volto a salvare e tenere vivo nella memoria il trecento viterbese, che rischia di scomparire. Ha poi un importante appeal turistico per Viterbo e il quartiere di Pianoscarano. Restituiamo così alla chiesa di Sant’Andrea uno dei suoi capolavori”.


Viterbo - Il consigliere comunale Giacomo Barelli

Viterbo – Il consigliere comunale Giacomo Barelli


Un capolavoro in un punto strategico del centro storico. E in una città dove le tracce del trecento sono veramente poche. Pianoscarano è infatti uno dei quartieri più antichi della città che, nel corso dei secoli, ha mantenuto intatto il suo tessuto sociale e antropologico. All’interno del quartiere anche una delle sedi dell’università degli studi della Tuscia. Il complesso di San Carlo, recuperato dall’incuria più di vent’anni fa e ora sede di alcuni insegnamenti dell’ateneo. A pochi passi dalla chiesa di sant’Andrea anche la casa di Luigi Petroselli, figura storica del partito comunista italiani, e il sindaco di Roma più importante di sempre, che nel quartiere ha giocato un ruolo fondamentale. Una vera e propria arteria democratica che dal circolo Arci il Cosmonauta scorreva fino alla casa di Petroselli passando per la sede Biferali del Pci.


Viterbo - L'affresco di Matteo Giovannetti

Viterbo – L’affresco di Matteo Giovannetti


“L’affresco di Matteo Giovannetti – spiega lo storico dell’arte Fulvio Ricci – è importantissimo per due motivi. Il primo, la carenza di documenti pittorici trecenteschi a Viterbo. Non ci sono molte testimonianze. Anche a causa del trasferimento della corte papale ad Avignone e la peste della prima metà del XIV secolo. Tutto questo aveva comportato uno sforzo da parte della comunità viterbese nel realizzare degli affreschi ex voto che si richiamavano alla Madonna”. 


Viterbo - La chiesa di Sant'Andrea a Pianoscarano

Viterbo – La chiesa di Sant’Andrea a Pianoscarano


L’opera ritrae una Madonna in trono con bambino. “Madonna del latte – precisa Ricci – per cui una Madonna che dà abbondanza, fiancheggiata da due immagini di cui ne resta soltanto una, probabilmente quella che non si vede è un’altra immagine di Maria. Si tratta quindi di un documento importante dal punto di vista storico, antropologico e pittorico”.


Viterbo - Lo storico dell'arte Fulvio Ricci

Viterbo – Lo storico dell’arte Fulvio Ricci


Le condizioni attuali dell’affresco “non sono proprio ottimali – prosegue Ricci – e ciò ha comportato nel corso degli anni un eccesso di disinteresse. Il rischio era non tenere l’affresco nella giusta considerazione. Invece una riqualificazione estetica restituirebbe alla cittadinanza un documento, e ai fedeli un elemento di devozione”.

Daniele Camilli


Multimedia: Fotogallery: La chiesa e l’opera – Video: L’affresco di Matteo Giovannetti 


Condividi la notizia:
30 novembre, 2020

Ripartiamo da San Pellegrino ... Gli articoli

  1. Degrado in città, transenne "pericolose" per i pedoni al semaforo di porta Romana
  2. Transenne di Natale in via San Girolamo...
  3. Il Paese delle fiabe compie tre anni
  4. Giovanni Arena: "Museo civico, positiva e importante la proposta di rilancio presentata dall'opposizione"
  5. Il balcone delle meraviglie in piazza del Comune...
  6. Decine di opere d'arte del museo civico Rossi Danielli sparse per la città...
  7. Rilancio del museo civico: trenta per cento di spazi in più, sotterranei visitabili e un meeting point
  8. "Il museo civico è abbandonato e le sue opere sono tenute male..."
  9. "Pietà e Flagellazione sono tenute male e il civico più che un museo sembra un magazzino"
  10. La torre "azzoppata" di via della Pace...
  11. "Museo civico, chiederò l'accesso agli atti per capire meglio cosa hanno fatto gli studenti di beni culturali e a che titolo"
  12. L'eterna saga dei cavi a Piazza San Carluccio che il comune ancora non ha tolto...
  13. Pianoscarano, l'erba in via dei giardini ha circondato pure Padre Pio...
  14. "Appena possibile il dipinto del '700 sarà nuovamente visibile"
  15. Il ponte Camillario rischia di scomparire e con i luoghi dove furono uccisi Ilario e Valentino
  16. Sebastiano del Piombo danneggiato e trafitto dall'incuria
  17. Topi, insetti, polvere e incuria... l'abbandono del museo civico di Viterbo
  18. Lo scandalo della facciata graffita di via Annio, violentata da tubi, incuria e abbandono
  19. "Centro storico, per risolvere i problemi di incuria e degrado ci sono soldi e strumenti, ma il comune non ha idee e non vuole farlo"
  20. "Ho ripulito la zona davanti a Santa Maria delle Fortezze, il comune venga almeno a ritirare i sacchi"
  21. Il dipinto del '700 "scomparso" sta per essere restaurato
  22. Il dipinto del '700 "scomparso" in via Saffi...
  23. Il cimitero di San Lazzaro tra monumenti e degrado
  24. L'arco dell'incuria, abbandonato a sè stesso e con le transenne che stanno lì da mesi
  25. Nella Spoon River cittadina ci sono testimoni preziosi e irripetibili
  26. Via delle Mole... dove per colpa del degrado la gente rischia di rompersi il collo
  27. Niente museo della macchina di santa Rosa, il centrodestra preferisce le lucine di Natale
  28. "Ecco come viene tenuto in considerazione il nostro patrimonio culturale"
  29. "Salvaguardiamo la bellezza del quartiere San Pellegrino che tutto il mondo ci invidia"
  30. Il muro a piazza San Carluccio verrà ripulito per poi mettere in sicurezza i cavi...
  31. Salviamo la Spoon River della città di Viterbo
  32. E' il tempo che abbiamo speso per la nostra città a renderla così importante...
  33. Il degrado parte dal centro storico e arriva fino alle frazioni
  34. Va in malora pure la finestra di piazza del comune da cui si sono affacciati papi e primi ministri
  35. "Il sindaco pensa al quartiere medievale mentre Bagnaia rimane un territorio di serie C"
  36. "La questione del centro storico va risolta e i cavi elettrici deturpanti vanno sistemati..."
  37. Transennato anche il muro che rischia di cadere davanti alla stazione di porta Romana
  38. L'abbandono di via delle Caprarecce, tra buche e transenne che stanno lì da anni
  39. Viterbo-Amsterdam 1-0, a piazza San Carluccio cavi elettrici transennati
  40. "Abbiamo restaurato il ponte sul torrente Freddano per amore della nostra terra"
  41. A San Pellegrino? Facciamo un po' come cazzo ci pare...
  42. Sopralluogo di e-distribuzione nel quartiere medievale "per effettuare lavori sugli impianti"
  43. Fogne a cielo aperto a via Santa Maria delle Rose, in pieno centro storico
  44. I cavi elettrici di piazza San Carluccio stanno ancora lì... nonostante tutto
  45. Incredibile il sindaco Arena non è ad Amsterdam e afferma: "Indecorosi i cavi esterni che deturpano le facciate..."
  46. I cavi elettrici di piazza San Carluccio pendono ancora sulle teste delle persone
  47. Cavi elettrici a rischio a San Carluccio, ci mette mano il prefetto
  48. "Viterbo 'turistica' sotto il palazzo dei Papi"
  49. Ma se non riescono a togliere fili pericolosi o stappare un tombino, come fanno a guidare una città?
  50. Cavi elettrici a rischio e incuria a piazza San Carluccio
  51. I fili e l'incuria che strangolano via e piazza San Pellegrino...
  52. Ebbene sì, il sindaco e la sua giunta vivono ad Amsterdam...
  53. Ma il sindaco Arena e la sua giunta vivono ad Amsterdam?
  54. Il muro di fronte alla stazione dei treni di Porta Romana rischia di crollare
  55. "Ho pulito il marciapiedi davanti alla stazione di Porta Romana perché mi sono vergognato per come era tenuto"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR