Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Corte d'assise - Omicidio in via San Luca - E tre mesi di isolamento diurno per Michael Pang - I familiari della vittima pretendono un milione di risarcimento

Ha ucciso e straziato il corpo di Norveo Fedeli, la procura chiede l’ergastolo per il 23enne americano

di Silvana Cortignani

Condividi la notizia:

Norveo Fedeli

Norveo Fedeli

Omicidio Fedeli - Michael Aaron Pang

Michael Aaron Pang

Omicidio in via San Luca - Il magistrato Eliana Dolce

Il magistrato Eliana Dolce durante il sopralluogo in via San Luca

Fausto Barili

L’avvocato di parte civile Fausto Barili coi familiari della vittima

Viterbo – Ha ucciso e straziato il corpo di Norveo Fedeli, la procura chiede l’ergastolo per il 23enne americano Michael Aaron Pang. I cinque familiari che si sono costituiti parte civile con l’avvocato Fausto Barili hanno invece chiesto, oltre alla condanna, anche un milione di euro di risarcimento. Non per i danni materiali, ma per la “perdita parentale”.

A distanza di un anno e mezzo esatto dal feroce delitto che all’ora di pranzo del 3 maggio 2019 ha scosso il capoluogo, è giunto oggi al rush finale davanti alla corte d’assise presieduta dal giudice Silvia Mattei il processo per omicidio volontario e rapina al grafico pubblicitario giunto in Italia dal Kansas tre mesi prima che ha massacrato a colpi di sgabello in testa “finché non si è più mosso” il titolare 74enne della storica jeanseria di via San Luca. 

La pm Eliana Dolce, ricostruendo il feroce delitto, ha chiesto anche la pena accessoria di tre mesi  di isolamento diurno, senza concedere alcuna attenuante e con la doppia aggravante di avere ucciso per rapina e con crudeltà la vittima.

Tra i primi ad accorrere sulla scena del crimine, il magistrato ha spiegato come entrando nel negozio per il sopralluogo abbia visto coi suoi occhi la scia di sangue lunga 5-6 metri che da davanti al bancone conduceva al retrobottega dove il cadavere, trascinato dal suo assassino prima della fuga, è stato trovato riverso a terra, faccia in giù, in una pozza di sangue.  

“C’erano schizzi di sangue ovunque”, ha proseguito la pm, parlando di “condotta efferata e sprezzante”, di un omicidio con tutte le aggravanti,  commesso in pieno centro in pieno giorno, ai danni di una vittima fragile come può esserlo un ultrasettantenne.

“Nessuna traccia di colluttazione. Fedeli, colpito prima da un pugno in piena faccia che gli ha fracassato il naso e reso il viso una maschera di sangue, è stato poi massacrato con 17 sgabellate concentrate tutte sulla testa.”, ha detto.

“La prima sgabellata, sferrata frontalmente con la parte della seduta, con talmente tanta violenza che si è rotta ed è volta via, gli ha sfondato il capo, provocandogli un’emorragia al cervello.  Le altre, sferrate con quel che restava dello sgabello, trovato con le gambe piegate, lo hanno raggiunto dietro mentre era già stramazzato sul pavimento, completamente inerme, forse già incosciente”, ha proseguito, ripercorrendo la dinamica del delitto, alla luce degli esiti degli esami della scientifica e dell’autopsia condotta per la procura dal medico legale Mariarosaria Aromatario. 

“Infine l’ultimo sfregio – ha ricordato più volte la pm – quando Pang ha calpestato con i piedi la testa di Norveo Fedeli, con una violenza tale da lasciargli l’impronta della suola della scarpa, mentre il poveretto era faccia a terra, con le mani completamente imbrattate di sangue”. 

“Un’azione efferata dall’inizio alla fine”, ha ribadito il sostituto procuratore Dolce, spiegando il perché dell’aggravante della crudeltà, contestata a metà processo dopo avere sentito i tanti testimoni “tecnici” dell’accusa.

E ancora: “Nessun dubbio sull’intento omicidiario di Pang. Anche se fosse stato aggredito, avrebbe avuto tutto il tempo di allontanarsi e di fermarsi. Invece, dopo avergli dato un pugno e avergli sferrato una prima sgabellata alla fronte, gliene ha date almeno un’altra ventina, se si considera che sono 17 quelle che hanno fracassato la testa di Fedeli. Più altre che non sono andate ‘a buon fine’. ‘Finché non si è pià mosso’, come ha ammesso lo stesso Pang”.

Senza alcuna attenuante: “Dobbiamo pensare alla vittima che, mentre era a terra inerme, in una pozza di sangue, si è vista calpestare il capo da Pang”, ha concluso, chiedendo l’ergastolo con tre mesi di isolamento diurno.

Nulla cambia, per il difensore di parte civile Fausto Barili, la presunta scarsa attendibilità di uno dei testimoni chiave dell’accusa, il titolare di una money transfer e due negozi di kebab, a Viterbo e Vetralla, riascoltato questa mattina in aula su richiesta della difesa. L’uomo, un 57enne d’origine pakistana, la cui deposizione è stata caratterizzata da molte contraddizioni e non ricordo, è lo stesso cui Pang avrebbe confidato che il padre ad aprile gli aveva tagliato i fondi e che doveva vendersi pure il telefono e la play station per rimediare i soldi per il biglietto aereo per tornare negli Stati Uniti. 

Oggi ha detto che Pang gli aveva detto che sarebbe tornato dal Kansas col denaro per rilevare l’attività di Vetralla e che il padre e la madre del 23enne gli avevano fatto pervenire somme consistenti tramite money transfer.

“Qualunque fosse la ragione per cui le sue ‘carte di debito’ erano vuote, lui stesso ha detto di non avere nemmeno verificato, nonostante né il 30 aprile, né il 2 maggio siano passate. Di sicuro, il venerdì mattina del delitto, venendo a Viterbo da Capodimonte per recarsi da Fedeli, Pang sapeva che da quel negozio non se ne sarebbe andato a mani vuote”, ha concluso l’avvocato Barili, chiedendo anche lui la condanna al ‘fine pena mai’, oltre al risarcimento di un milione di euro per la perdita parentale patita dai familiari del commerciante 74enne. 

I difensori Remigio Sicilia e Giampiero Crescenzi discuteranno il prossimo 16 novembre, giorno previsto per la sentenza. 

Silvana Cortignani


Condividi la notizia:
2 novembre, 2020

Omicidio in via San Luca ... Gli articoli

  1. "Pang è un delinquente e basta! Ha massacrato Norveo e mi aspettavo l'ergastolo"
  2. Mancato ergastolo per Pang, Fedeli ucciso con 17 sgabellate ma... non ci fu crudeltà
  3. Condannato a 25 anni e sei mesi di reclusione l'omicida di Norveo Fedeli
  4. Omicidio Fedeli, attesa per le repliche alla richiesta d'assoluzione per legittima difesa di Pang
  5. Omicidio Fedeli, chiesta l'assoluzione per legittima difesa per Pang
  6. Omicidio Fedeli, si decide sull'ergastolo per Pang
  7. Omicidio di Norveo Fedeli, oggi l'accusa decide se chiedere l'ergastolo per Michael Pang
  8. Processo Fedeli, la "dama bionda" non si presenta
  9. Omicidio di Norveo Fedeli, oggi in aula l'amica che aveva accesso ai conti di Pang
  10. "E' venuto in Italia per amore Pang, il killer che suona il violino e fa l'inchino"
  11. L'assassino di Norveo Fedeli: "Ho smesso di colpirlo quando non si muoveva più..."
  12. Commerciante ucciso in centro, oggi l'interrogatorio dell'omicida di Norveo Fedeli
  13. "Pang si è accanito su Norveo Fedeli", contestata all'omicida l'aggravante della crudeltà
  14. Il perito: "Pang ferito da una vite" - La difesa: "Fu un coltello"
  15. "Pang ha fotografato il cadavere di Norveo dopo averlo ucciso"
  16. Omicidio Fedeli, tocca agli esperti di Dna
  17. "Norveo Fedeli, un omicidio che ha messo in crisi tutta la comunità"
  18. Messa in memoria di Norveo Fedeli per l'anniversario della tragica morte
  19. "Il corpo di Norveo massacrato di botte e calpestato ripetutamente da Pang"
  20. "Ma quale rapina, ho reagito a un'aggressione da parte di Norveo Fedeli"
  21. "Alla famiglia di Norveo l'abbraccio virtuale di un'intera città"
  22. Processo a Pang, la madre bloccata negli Usa dalla pandemia
  23. "Il padre non gli mandava più soldi, Pang non aveva denaro nemmeno per tornare negli Stati Uniti"
  24. "Sangue ovunque e sulla testa di Norveo l'impronta di una scarpa dell'assassino"
  25. "Sulla scena del crimine neanche una goccia di sangue dell'assassino"
  26. "Michael Aaron Pang è stato accoltellato dalla vittima durante una colluttazione"
  27. Omicidio Fedeli, niente abbreviato né perizia psichiatrica per Pang
  28. Omicidio di Norveo Fedeli, al via il processo al 23enne americano reo confesso del delitto
  29. No all'abbreviato, sarà processato davanti alla corte d'assise l'omicida di Norveo Fedeli
  30. "Perizia medico-legale sulle ferite riportate dal ragazzo che ha ucciso Fedeli"
  31. Omicidio di Norveo Fedeli, davanti al giudice l'assassino reo confesso
  32. Omicidio Fedeli, Pang chiede l'abbreviato
  33. Omicidio Fedeli, Pang davanti alla corte d'assise il 13 gennaio
  34. Omicidio Fedeli, depositati i risultati di autopsia e rilievi della scientifica
  35. "Grazie ai facchini per la girata dedicata a Norveo"
  36. Omicidio Fedeli, nuovo prelievo di dna per lo statunitense Michael Pang
  37. Omicidio Fedeli, al via le perizie della scientifica di Roma
  38. "Una scena del crimine drammatica, come poche se ne vedono"
  39. Omicidio Fedeli, la scientifica sulla scena del crimine
  40. Omicidio Fedeli, l'ambasciata Usa vuole portare un dizionario a Pang
  41. Ha ucciso Fedeli e ha mangiato un kebab vicino al negozio del delitto
  42. Funzionari dell'ambasciata Usa in carcere per incontrare Pang
  43. “Norveo Fedeli per noi è un caduto sul lavoro”
  44. I parenti di Norveo: "Un omicidio brutale che non ha giustificazioni"
  45. Pang in carcere sta male, sarà visitato da uno psicologo...
  46. L'omicida di Fedeli punta a evitare l'ergastolo
  47. "Vicini al dolore della famiglia Fedeli"
  48. Resta in carcere l'assassino di Norveo Fedeli
  49. "Michael è incensurato, ha scontato con la messa alla prova la guida in stato di ebbrezza"
  50. "Pang era in trattative per rilevare un ristorante a Vetralla"
  51. Pang al gip: "Ho reagito a un'aggressione di Fedeli"
  52. "Un crimine efferato, i familiari della vittima pronti a costituirsi parte civile"
  53. "Il movente non è la rapina e non c'è premeditazione"
  54. Omicidio Fedeli, Michael Pang confessa: "Chiedo perdono"
  55. "Pang ha rischiato di uccidere mio figlio in un incidente"
  56. "Sogna in grande, spingi duro", sulla pagina Facebook di Michael una valanga di slogan motivazionali...
  57. Fedeli insospettito fotografò il ragazzo che lo avrebbe ucciso
  58. "Arresto di Michael Aaron per omicidio, la madre è sotto shock'"
  59. Pang negli Usa era stato già condannato, a nove mesi quando era minorenne
  60. "Basta con la violenza, dobbiamo costruire una città migliore"
  61. "Non parlava con nessuno, abitava qui e ogni tanto prendeva l'auto della donna con cui viveva"
  62. Oggi l'addio a Norveo Fedeli, è lutto cittadino
  63. "Michael Aaron è affranto e disperato, non era mai stato in carcere"
  64. Il brutale omicidio di Fedeli finisce sui media statunitensi
  65. Incensurato, americano e regolarmente in Italia
  66. "Omicidio in via San Luca, la fiaccolata è lodevole ma non è sufficiente"
  67. "Domani saremo tutti di un sentimento"
  68. Uccide Fedeli, si toglie i vestiti insanguinati e sale sul bus per Capodimonte
  69. I vestiti e le scarpe ancora sporchi di sangue in casa del ragazzo fermato
  70. "I cittadini hanno diritto a non avere timore"
  71. Bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio per Norveo Fedeli
  72. "Serve un piano di emergenza contro la criminalità"
  73. "Un uomo sempre sorridente e cordiale"
  74. "Speriamo si possa arrivare a una condanna definitiva quanto prima"
  75. Il presunto omicida di Fedeli fermato mentre passeggiava in piazza
  76. Fermato il presunto omicida di Norveo Fedeli
  77. "Bisogna rafforzare il controllo del territorio"
  78. Colpito alla testa e ucciso con uno sgabello, trascinato e nascosto dietro i vestiti appesi
  79. Feroce omicidio in pieno centro, gli abitanti: "Abbiamo paura..."
  80. "Il negozio era in disordine e a terra c'era tantissimo sangue..."
  81. Omicidio Fedeli, lutto cittadino e corteo silenzioso per le vie del centro
  82. Omicidio in via San Luca, sotto sequestro il negozio Fedeli
  83. "Norveo Fedeli, uomo buono e gentile"
  84. Norveo Fedeli ucciso a sprangate
  85. Omicidio in pieno giorno in un negozio in via San Luca

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR