Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Martedì 12 gennaio in videoconferenza

Livia Soffi e Michele Reticcioli al Ruffini per “A volte ritornano…”

Condividi la notizia:


Viterbo - Il liceo scientifico Paolo Ruffini

Viterbo – Il liceo scientifico Paolo Ruffini

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Martedì 12 gennaio si terrà, online, il primo incontro della sesta edizione del ciclo di seminari “A volte ritornano …”

Se la scuola è ancora in didattica a distanza l’incontro sarà alle 15. Se la scuola è tornata, anche solo parzialmente, alla didattica in presenza l’incontro sarà alle 16.

A parlare della propria attività di ricerca saranno Livia Soffi e Michele Reticcioli, entrambi ex studenti del liceo scientifico “P. Ruffini”.

Livia Soffi è ricercatrice dell’istituto nazionale di fisica nucleare presso il dipartimento di fisica dell’università di Roma “La Sapienza“ dove ha conseguito la laurea in fisica nucleare e subnucleare e il dottorato di ricerca.

Nel 2019 è diventata ricercatrice presso il dipartimento di fisica dell’università di Roma “La Sapienza “, affiliata all’istituto nazionale di fisica nucleare. Livia lavora al Cern di Ginevra, dove ha sede l’Lhc, il più grande acceleratore di particelle del mondo, collaborando con l’esperimento Cms che è uno dei 4 grandi esperimenti che analizzano i dati raccolti dalle collisioni di particelle che avvengono all’interno dell’acceleratore. E’ attualmente titolare del corso di laboratorio di calcolo nel corso di laurea in fisica presso l’università di Roma “La Sapienza”. Negli ultimi due anni ha co-organizzato la visita al Cern per gli studenti del liceo Ruffini.

Michele Reticcioli, dopo essersi diplomato al liceo Ruffini, ha conseguito la laurea triennale in fisica e poi la laurea specialistica in fisica dei materiali presso l’università de L’Aquila. Ha infine completato la sua formazione accademica con il dottorato di ricerca presso l’università di Vienna. Dopo un breve periodo come ricercatore post-dottorato al politecnico di Vienna, è oggi assistente universitario all’università di Vienna, dove è titolare di alcuni corsi di fisica quantistica e computazionale.

La sua attività di ricerca è focalizzata nell’applicazione e sviluppo di metodi computazionali per lo studio delle proprietà quantistiche in materiali rilevanti nel campo tecnologico contemporaneo.

Nel seminario di martedì 12 gennaio i due ricercatori parleranno del mondo della ricerca in matematica e fisica nelle sue molte declinazioni e applicazioni. Si parlerà di fisica delle particelle elementari, astrofisica e innovazione tecnologica e del profondo legame che intercorre tra queste e la comune esperienza del quotidiano.

Per partecipare all’incontro è sufficiente collegarsi al link: https://meet.google.com/acs-qfcy-syw.

Per eventuali, ulteriori chiarimenti rivolgersi all’insegnante referente prof. Ercoli A. alessandro.ercoli@posta.istruzione.it

Professor Alessandro Ercoli
Responsabile del progetto


Condividi la notizia:
8 gennaio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR