Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Catanzaro - Ha già annunciato le sue dimissioni, ma sottolinea: "Sono estraneo ai fatti" - Impegnato personale dia, polizia, carabinieri e guardia finanza

‘Ndranghtea: maxi blitz in tutta Italia, tra gli indagati il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa

Condividi la notizia:

Catanzaro – Maxi operazione in tutta Italia contro la ‘Ndrangheta. Il blitz, coordinato dalla procura distrettuale di Catanzaro, vede impegnati duecento donne e uomini della direzione investigativa antimafia e centosettanta unità tra polizia di stato, arma dei carabinieri e guardia di finanza con il supporto di quattro unità cinofile e un elicottero. 13 persone sono state arrestate e finite in carcere, altre 35 ai domiciliari. 


Udc - Lorenzo Cesa

Lorenzo Cesa


Tra gli arrestati ci sarebbero “molti” colletti bianchi di Catanzaro e provincia: sarebbero infatti coinvolti imprenditori di spessore ed esponenti della pubblica amministrazione collusi, secondo l’accusa, con le organizzazioni criminali. A finire ai domiciliari anche l’assessore al bilancio della regione Calabria, Franco Talarico, dell’Udc.

Indagato, come riferisce Repubblica, anche il segretario nazionale dell’Udc Lorenzo Cesa, che ha già annunciato le sue dimissioni. 

“Ho ricevuto un avviso di garanzia su fatti risalenti al 2017. Mi ritengo totalmente estraneo, chiederò attraverso i miei legali di essere ascoltato quanto prima dalla procura competente. Come sempre ho piena e totale fiducia nell’operato della magistratura – ha spiega Cesa, come riporta l’Ansa -. E data la particolare fase in cui vive il nostro paese rassegno le mie dimissioni da segretario nazionale come effetto immediato”. 

Oltre alle misure cautelari, la procura della repubblica di Catanzaro ha disposto l’esecuzione di numerosi sequestri di beni costituiti da compendi aziendali, immobili, autoveicoli, conti correnti bancari e postali per un valore che è stato definito “ingente”.


Condividi la notizia:
21 gennaio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR