Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Sindaci e vari amministratori locali della provincia si uniscono nell'appello alla regione Lazio: "Ci difenda, il deposito qui distruggerebbe la nostra economia"

“Il no alle scorie nucleari nella Tuscia è forte e senza colore politico”

Condividi la notizia:


Federico Grattarola

Federico Grattarola

Vignanello – Riceviamo e pubblichiamo – E’ indiscusso che un sito alle scorie nucleari nazionali vada trovato. Il tema per la nostra provincia però è un altro.

Siamo una provincia che evidenzia una incidenza di patologie tumorali, malformative, e degenerative superiore alla media nazionale. Queste malattie chiamano in causa in maniera diretta o indiretta fattori di rischio presenti in maniera significativa nella nostra provincia, come ripetuti studi hanno evidenziato. E’ appena il caso di ricordare il radon, l’arsenico nelle acque, fitofarmaci e pesticidi.

Non è pensabile non applicare al nostro territorio quel “principio di precauzione” che invita ad evitare in ogni modo la presenza di ulteriori fattori potenzialmente a rischio di comorbilità. Per questo il nostro no deve essere totale e assoluto, lo dobbiamo alla salute dei nostri cittadini e in modo particolare dei nostri figli.

Quando il 45% circa dei siti “verde smeraldo” (quelli con più requisiti di idoneità) viene individuato in una sola provincia, la nostra, è lecito domandarsi perché. La risposta non può essere semplicisticamente “non ce n’erano altre”, ma forse si è voluto identificarla partendo dal presupposto che il nostro territorio, area interna, già gravato da scelte improvvide del passato, quale la centrale nucleare di Montalto di Castro (che attende ancora la bonifica e la riconversione), fosse naturalmente predisposto all’accettazione di questo ulteriore gravame.

Non si mette in discussione che altrove ci possa essere una competizione per un insediamento che richiama una mole di denaro da investire, ma la nostra provincia, la cui economia è prevalentemente fondata sul turismo e agricoltura di qualità, ne uscirebbe drammaticamente danneggiata.

Occorre la mobilitazione di tutti cittadini, sindaci, amministratori e soprattutto della regione Lazio per fermare questa localizzazione.

Una battaglia di questo tipo, sì, non ha colore politico. Non può essere combattuta sotto traccia o in sordina, neppure può essere affidata a tecnici propensi al compromesso. Occorre un no netto e forte, è per questo che chiediamo alla regione Lazio di difendere i diritti dei cittadini della Tuscia mettendo tutto il suo peso in questa battaglia perché difendendo la provincia di Viterbo difende tutto il Lazio.

Tra i firmatari della lettera Federico Grattarola sindaco di Vignanello, Luca Benni sindaco facente funzioni di Montalto di Castro, Piero Camilli sindaco di Grotte di Castro, Marco Perniconi sindaco di Bomarzo, Paolo Dottarelli sindaco di Bolsena, Angelo Giuliani sindaco di Orte.

E ancora Daniele Proietti vice sindaco di Orte, Valeria D’Ubaldo assessore comunale di Orte, Claudia Paolessi assessore comunale di Orte, Alessandra Proietti vice presidente del consiglio comunale di Orte, Enrico Delle Macchie consigliere comunale di Orte, Luisa Ciambella consigliere comunale di Viterbo, Fabio Valentini consigliere provinciale, Bengasi Battisti consigliere comunale di Corchiano, Livio Martini consigliere comunale di Corchiano, Simone Brunelli consigliere comunale di Civita Castellana, Maurizio Conversini consigliere comunale di Tarquinia, Alessio Vettori consigliere
comunale di Sutri, Nunzia Casini consigliere comunale di Sutri, Sandro Giovagnoli consigliere comunale di Ronciglione, Regino Brachetti consigliere comunale di Tuscania, Annarita Prosperi consigliere comunale di Tuscania, Luca Torelli consigliere comunale di Blera, Susanna Cherchi assessore comunale di Marta, Massimo Zeroli consigliere comunale di Bagnoregio, Alfonso Gioia assessore comunale di Ischia di Castro, Antonio Canestrari consigliere comunale di Faleria, Cristina Moretti consigliere comunale di Faleria, Roberto Orsini consigliere comunale di Faleria, Ornella Stefanelli presidente consiglio comunale di Montalto di Castro, Domenico Luciani assessore comunale di Cellere, Mirko De Carolis consigliere comunale di Tessennano, Paola Saltalamacchia consigliere comunale di Bassano in Teverina, Luigi Burlini consigliere comunale di Piansano, Lucia Sonno consigliere comunale di Piansano, Rossano Baldinelli consigliere comunale di Carbognano, Tiziano Cati consigliere comunale di Castel Sant’Elia, Rodolfo Mazzolini consigliere comunale di Castel Sant’Elia, Elvio Parmeggiani consigliere comunale di Castel Sant’Elia, Andrea Amici consigliere comunale di Canino, Marco Berni consigliere comunale di Villa San Giovanni, Sandra Piferi assessore comunale di Acquapendente.

Federico Grattarola
Sindaco di Vignanello


Condividi la notizia:
10 gennaio, 2021

Scorie nucleari nella Tuscia ... Gli articoli

  1. "Depositi di scorie, incolmabile la distanza tra le realtà territoriali e le istituzioni"
  2. Scorie nucleari nel Lazio, il Consiglio regionale dice no
  3. “Scorie nucleari, passa all’unanimità il mio odg contro l’ipotesi che la Tuscia ospiti il sito”
  4. No al deposito scorie radioattive nella Tuscia e in tutto il Lazio
  5. Nasce il Comitato per la salvaguardia del territorio di Corchiano e della Tuscia
  6. "Il consiglio comunale ha detto no all'unanimità al deposito di scorie nucleari"
  7. "Rifiuti radioattivi nella Tuscia, infondate le accuse di Gioventù Nazionale a Zingaretti"
  8. "Il deposito nazionale di rifiuti è un'ipotesi scellerata..."
  9. "Più che dei rifiuti nucleari, abbiamo paura di chi potrebbe gestirli..."
  10. "Dubbi e riserve sui siti ritenuti idonei a ospitare rifiuti radioattivi"
  11. “Ci sono zone con caratteristiche migliori rispetto alla Tuscia”
  12. "Basta col vittimismo, gli amministratori seri propongono soluzioni confrontabili..."
  13. "La Tuscia ha già concesso tanto senza ricevere niente, adesso basta"
  14. "Deposito nazionale, dare alle comunità 60 giorni per le osservazioni non è corretto"
  15. "Proposta di proroga per l’elaborazione delle osservazioni e tavolo tecnico permanente a difesa del territorio"
  16. “Deposito scorie nucleari, presenterò un emendamento per chiedere di allungare i tempi di consultazione”
  17. "Fondamentale che si uniscano tutte le forze per far valere le nostre peculiarità e potenzialità"
  18. "Ho presentato un odg in consiglio regionale contro il deposito dei rifiuti radioattivi"
  19. "La provincia di Viterbo non è idonea a un deposito di scorie nucleari"
  20. “Nessuna decisione presa, il confronto parte ora”
  21. "Nessun comune ospiterà il deposito dei rifiuti radioattivi se non lo vuole"
  22. "Vanno messe in moto tutte le iniziative per tutelare il territorio"
  23. Non è ipocrisia, i rifiuti nucleari sono una potenziale minaccia per la salute...
  24. "Montalto è un paese agricolo: no a stupri ambientali"
  25. "Scorie nucleari, Benni condivida la riunione in provincia con tutto il consiglio comunale"
  26. "L'amministrazione comunale si impegni a dire no alle scorie a Tarquinia"
  27. Riccardo Valentini: "Scorie radioattive, poco chiari i criteri di scelta della aree adatte"
  28. "Referendum territoriale sulle scorie nucleari, noi ci siamo"
  29. "Scorie, un referendum popolare contro il deposito nazionale"
  30. "Scorie, esiste una enorme ipocrisia e una colpevole superficialità in questo dibattito..."
  31. "Nel deposito nazionale quattro diverse barriere e materiali garantiti per 350 anni"
  32. "Scorie nucleari, interrogazione di Rotelli in commissione ambiente"
  33. Pontuale (Pd): "Contrari al deposito di rifiuti radioattivi, ma no allarmismi"
  34. "No alle scorie radioattive nella Tuscia", superate le 15mila firme in 48 ore
  35. "Stoccaggio rifiuti radioattivi nel viterbese, situazione potrebbe creare problema di ordine pubblico"
  36. "Scorie nucleari, l'ipoteca sul futuro della Tuscia va fermata a tutti i costi"
  37. "Deposito rifiuti nucleari, ai territori non si possono solo imporre sacrifici..."
  38. "La Tuscia ha investito nella cultura, nell'ambiente e nel turismo, no alle scorie nucleari"
  39. "Il Lazio non può permettersi un sito di scorie nucleari nella Tuscia"
  40. "Scorie nucleari nella Tuscia, Zingaretti non poteva non sapere"
  41. "La Tuscia deve sviluppare il turismo, non diventare un deposito di scorie radioattive"
  42. "La proposta di deposito dei rifiuti radioattivi a Montalto è offensiva e irragionevole"
  43. "Il M5s legga bene le dichiarazioni, da Lorenzoni solo un attacco al nostro territorio"
  44. Deposito di scorie radioattive vicino a monumenti naturali e parchi nazionali della Tuscia
  45. 11mila firme in 24 ore per dire "No alle scorie radioattive nella Tuscia"
  46. "Deposito nazionale, se mettiamo i rifiuti radioattivi uccidiamo la Tuscia"
  47. "Battistoni dimentica che nel 2010 il suo partito faceva del nucleare il suo cavallo di battaglia?"
  48. "Contro le scorie nucleari arriva la task force di avvocati del Codacons"
  49. "Canino è zona archeologica e ha prodotti Dop, le scorie nucleari qui no"
  50. "Il nostro territorio giudicato 'molto buono' per ospitare le scorie, serve una grande battaglia di tutti"
  51. Novelli: "La comunità caninese contraria allo stoccaggio di rifiuti nucleari"
  52. "La Tuscia non deve diventare la pattumiera d'Italia"
  53. Giampieri (FdI): "Ordine del giorno in ogni consiglio comunale contro deposito nucleare"
  54. "Tutti i comuni della Maremma si uniscano nella lotta alle scorie nucleari"
  55. "I siti individuati confinano con monumenti naturali e parchi nazionali"
  56. "Come giustificare un deposito di scorie radioattive in aree a vocazione agricola e turistica?"
  57. "Pronti a mobilitazioni per esprimere il nostro dissenso"
  58. "Sembra un vizio, ieri le centrali geotermiche e oggi le scorie radioattive"
  59. "Invece di promuovere il turismo ci chiedono di far diventare le nostre terre discariche nucleari"
  60. "Scorie radioattive, difenderemo il territorio dall’ennesimo tentativo di stupro"
  61. "No ai rifiuti tossici in un territorio con già due centrali"
  62. "Completa indifferenza nello svendere un'intera comunità"
  63. Non sarebbe opportuno che i depositi radioattivi fossero distribuiti equamente?
  64. Deposito di scorie radioattive, la Tuscia il territorio con più aree idonee in Italia
  65. Cgil, Cisl, Uil: "Fermamente contrari al deposito di rifiuti radioattivi nella Tuscia"
  66. "L’idea che la Tuscia possa ospitare siti di rifiuti radioattivi è inconcepibile"
  67. "Rifiuti radioattivi, preoccupano i 22 potenziali siti nella Tuscia"
  68. Scorie nella Tuscia, "Scelta scellerata, pronti a fare delle barricate per difendere il nostro amato paese"
  69. Deposito scorie, "La Tuscia minacciata dal piano governativo, urge mobilitazione"
  70. "Una forte cooperazione contro le scorie nucleari nella Tuscia"
  71. "Scorie nella Tuscia, pronti a occupare le zone di deposito e a non pagare le tasse sui terreni danneggiati"
  72. "No alla Tuscia come deposito di scorie, difendiamo il turismo e il nostro patrimonio"
  73. "Scorie radioattive nella Tuscia, la politica si unisca nel dire 'no'"
  74. "Contrari alle scorie radioattive, Montalto di Castro ha già dato tanto"
  75. "Scorie nucleari nella Tuscia, ipotesi grave e irresponsabile"
  76. "Fermo no a qualunque iniziativa che insista con un impatto ambientale sul territorio"
  77. "No alle scorie nucleari, impediremo che ciò avvenga anche con azioni eclatanti"
  78. Parenti (Confagricoltura): "Tuscia ideale per agricoltura e turismo, non per scorie nucleari"
  79. "Scorie nucleari a Montalto di Castro? No grazie, il nostro comune non è in vendita"
  80. "Il governo tuteli l'ambiente del territorio anziché mortificarlo"
  81. Astorre: "Deposito rifiuti radioattivi, il Viterbese non territorio è adatto"
  82. "Anche noi dalla parte dei contrari"
  83. "Inquietante sadismo contro il nostro territorio"
  84. "Sosterrò Giulivi in ogni iniziativa per sventare questo progetto"
  85. Bendetti (Pd): "La Tuscia per le sue caratteristiche non può e non deve ospitare scorie"
  86. "Scorie nucleari? No, grazie!"
  87. Biodistretto Via Amerina: "Opposizione senza se e senza ma ai depositi radioattivi"
  88. "Il Lazio non può sostenere un ulteriore aggravio delle condizioni ambientali"
  89. Leoni (Rifondazione comunista): "Rifiuti radioattivi nella Tuscia? Siamo allarmati"
  90. "No ai rifiuti radioattivi, la Tuscia non può ospitare il deposito nazionale"
  91. "Deposito rifiuti radioattivi ci preoccupano anche se non comprende Carbognano"
  92. Scorie radioattive nella Tuscia, lunedì call conference organizzata dalla Provincia
  93. "Forza Italia in prima linea contro scelta sito di stoccaggio radioattivo"
  94. "Inaccettabile un deposito di scorie nucleari nei comuni della Tuscia"
  95. "Scorie radioattive nella Tuscia: idea assurda"
  96. "Scorie radioattive, faremo di tutto per difendere il nostro territorio"
  97. "Ci opporremo con ogni mezzo"
  98. "Scorie nucleari nel viterbese, ci opporremo in tutte le sedi"
  99. "Lotteremo con tutte le forze affinché venga rispettata la salute dei cittadini"
  100. "Rifiuti radioattivi, possibilità nefasta per la comunità e per il suo sviluppo"
  101. Otto comuni della Tuscia tra le aree idonee al deposito di rifiuti radioattivi
  102. Confartigianato: "No ai rifiuti radioattivi, la Tuscia non deve essere pattumiera d'Italia"
  103. "Inquietante che la Tuscia possa ospitare il deposito nazionale delle scorie radioattive"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR