Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Stasera il confronto - Il premier Giuseppe Conte: "Dobbiamo correre"

Recovery plan, la bozza arriva in consiglio dei ministri: più soldi a sanità e scuola

Condividi la notizia:

Roma – “Martedì sera vogliamo fare il consiglio dei ministri per approvare il Recovery plan. Dobbiamo correre”. A dirlo ai microfoni del Tg3 è il premier Giuseppe Conte all’uscita di un bar nel centro di Roma. Stasera quindi, come annunciato, la bozza del piano di ripresa e resilienza arriva in consiglio dei ministri. 


Giuseppe Conte

Giuseppe Conte


Sul tavolo ci sono quasi 223 miliardi di euro. Un piano articolato in 171 pagine, 6 missioni, 47 linee di intervento e 4 tabelle. Il documento, inviato già ieri sera ai partiti, promette di spendere subito, nel 2021, 25 miliardi di euro per gli obiettivi individuati e aumenta le risorse per i due importanti capitoli di istruzione e digitale. 

Ovviamente un posto primario ha la sanità, alla quale, secondo la bozza, vanno assegnati quasi 20 miliardi di interventi, 19,72 per l’esattezza. Rispetto alla prima stesura i cambiamenti sono molti: aumentano le risorse per il capitolo istruzione e ricerca, che passano da 27,91 a 28,49 miliardi, e quelle per la digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, che passano da 45,86 a 46,18 miliardi.

L’approvazione del Recovery Plan è, quindi, il prossimo obiettivo dell’esecutivo. Ma questo non spegne le tensioni visto che il rimpasto sembra essere ormai alle porte. Molti dei nodi saranno sciolti già da questa sera. Resterà da vedere se le ministre renziane, Teresa Bellanova e Elena Bonetti, si dimetteranno aprendo così la crisi. Ma intanto il Pd chiede a Conte una svolta. “La parola d’ordine deve essere costruire insieme e l’imperativo è fare presto”, dice il capogruppo alla camera dei dem, Graziano Delrio.


Condividi la notizia:
12 gennaio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR