Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vetralla - Le avevano fatto credere di averlo trattenuto in caserma - L'Arma: "Non esigiamo pagamenti, chiunque riceva richieste di questo tipo ci contatti immediatamente"

Si fingono carabinieri e chiedono 1900 euro a un’anziana per il rilascio del figlio

immobiliari-560x80-presentazione--trova-la-tua-casa

Condividi la notizia:


Carabinieri

Carabinieri

Vetralla – Fingono di essere carabinieri e chiedono 1900 euro a un’anziana per il rilascio del figlio.

Nelle ultime settimane si sono verificati alcuni casi di truffe ad anziani su tutto il territorio della provincia.

L’ultimo, in ordine di tempo, è avvenuto nei giorni scorsi a Vetralla dove una donna di 75 anni avrebbe ricevuto una telefonata da sedicenti carabinieri che l’hanno informata che il figlio era trattenuto in caserma e che per il suo rilascio avrebbe dovuto pagare 1900 euro in contanti ad un incaricato appositamente inviato a casa sua.

“Poco dopo – si legge nella nota dei carabinieri – un complice si è presentato a casa sua per riscuotere la cifra, consegnata senza sospettare il raggiro”.

Sull’episodio stanno indagando i militari della stazione di Vetralla.

I carabinieri  – si legge ancora nella nota – non esigono pagamenti o contributi in contanti, pertanto raccomandano che chiunque riceva richieste di questo tipo contatti immediatamente – anche telefonicamente – la stazione del luogo, o il 112, per verificare le notizie ricevute”.


Condividi la notizia:
14 gennaio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR