Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Washington - Discorso nel segno della pacificazione nazionale del neopresidente Biden - Assente Donald Trump, che questa mattina ha raggiunto con la moglie Melania la sua residenza a Mar-a-lago

“Uniti per combattere l’odio e le disuguaglianze…”

di Edoardo Venditti

Condividi la notizia:

Washington – Joe Biden è ufficialmente il 46esimo presidente degli Stati Uniti. È in corso infatti la cerimonia del giuramento del democratico e della vicepresidentessa Kamal Harris.


Il primo discorso di Joe Biden come presidente degli Stati Uniti

Il primo discorso di Joe Biden come presidente degli Stati Uniti


Dopo i fatti di Capitol Hill, con centinaia di manifestanti pro-Trump che hanno assaltato il Congresso, gli ex presidenti statunitensi hanno deciso di partecipare alla cerimonia di inaugurazione di Biden per rilanciare l’immagine e la forza della democrazia americana. Presenti anche i giudici della Corte suprema. 

Tra i grandi assenti il presidente Donald Trump che, come aveva anticipato da diversi giorni, ha disertato la tradizionale cerimonia. A presenziarla al suo posto l’ex vicepresidente Mike Pence. Dopo aver lasciato questa mattina la Casa Bianca insieme alla moglie Melania, il Tycoon è salito a bordo di un aereo per raggiungere la base militare di Andrews. Prima di salire poi sull’elicottero che lo avrebbe portato all sua residenza a Mar-a-lago, Trump ha affermato: “Sono stati quattro anni incredibili, abbiamo raggiunto tanti risultati insieme. Abbiamo tagliato le tasse, abbiamo snellito la burocrazia. Abbiamo centrato molti obiettivi. Continuerò a lottare sempre per voi. Ritorneremo in qualche modo. Ci rivedremo presto”.


Kamala Harris all'Inauguration Day

Kamala Harris all’Inauguration day


A cantare l’inno nazionale statunitense alla cerimonia di insediamento della nuova amministrazione è stata la cantante Lady Gaga, che nei mesi scorsi, in piena campagna elettorale, è scesa in campo supportando il progetto politico di Biden e Harris


Lady Gaga canta l'inno americano all'Inauguration day

Lady Gaga canta l’inno nazionale all’Inauguration day


A giurare per prima è stata la vicepresidentessa Kamala Harris, poi è stata la volta di Joe Biden, che si è impegnato a proteggere e difendere la costituzione degli Stati Uniti. “Questa è la giornata dell’America, della democrazia, della storia e della speranza – ha affermato Biden nel suo primo discorso da presidente degli Stati Uniti -. Solo qualche giorno fa la violenza ha cercato di scuotere le fondamenta di questa nazione, ma noi siamo uniti per portare avanti il trasferimento pacifico del potere, come facciamo da oltre due secoli. Ringrazio i miei predecessori per la loro presenza e sono consapevole della forza della nostra costituzione e della nostra nazione. Ho appena fatto il giuramento sacro, come hanno fatto altri patrioti prima di me. La storia americana non dipende da nessuno di noi, ma da tutti noi. Noi, il popolo, cercheremo un’unione più perfetta. Questa è una grande nazione e noi siamo un buon popolo”.

“Per ripristinare il futuro dell’America serve la cosa già importante in una democrazia, l’unità – ha continuato Biden -. Uniti per combattere i nemici che affrontiamo: l’odio, l’estremismo, la disoccupazione. L’America è molto migliore di tutto questo”.

“Siamo sotto il Campidoglio. Oggi segniamo il giuramento della prima donna di colore eletta come vicepresidentessa. Per tutti coloro che hanno appoggiato la nostra campagna io sono commosso per l’appoggio ricevuto. Per coloro che non ci hanno appoggiato dico: è giusto se non siete d’accordo con me, questa è la democrazia. Il dissenso non deve però portare alla divisione. Io vi faccio questa promessa: sarò il presidente di tutti gli americani”.

“Vi do la mia parola – ha concluso il neopresidente -. Difenderò la costituzione e la nostra democrazia. Insieme noi scriveremo una storia americana di luce, non di oscurità. Che questa sia la storia che ci guida, che ci ispira. L’America è ancora un raggio di sole per il mondo”.

Per Biden quella di oggi è stata la terza cerimonia di insediamento alla quale ha partecipato, dopo le prime due come vicepresidente di Obama. Per dare subito un segno di rottura con il mandato Trump, la nuova amministrazione Biden darà il via libera a 17 ordini esecutivi, tra cui quello che permetterà il rientro degli Stati Uniti nell’accordo sul clima di Parigi.


Condividi la notizia:
20 gennaio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR