Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Alle 10,30 di ieri il suono prolungato della campanella ha dato lo stop alle lezioni

Gli alunni dell’istituto comprensivo protagonisti nella giornata nazionale contro il cyberbullismo

Condividi la notizia:


Montalto di Castro - La giornata nazionale contro il cyberbullismo

Montalto di Castro – La giornata nazionale contro il cyberbullismo

Montalto di Castro - La giornata nazionale contro il cyberbullismo

Montalto di Castro – La giornata nazionale contro il cyberbullismo

Montalto di Castro - La giornata nazionale contro il cyberbullismo

Montalto di Castro – La giornata nazionale contro il cyberbullismo

Montalto di Castro – Riceviamo e pubblichiamo – Gli alunni dell’istituto comprensivo statale di Montalto di Castro e Pescia Romana protagonisti nella giornata nazionale contro il cyberbullismo.

La mattina del 9 febbraio, gli studenti della scuola primaria e della scuola secondaria di secondo grado di Montalto di Castro e Pescia Romana, entrando a scuola, hanno trovato, appesi ai cancelli, dei grandi fiocchi blu.

Perché questi fiocchi? Che staranno a rappresentare? Le esclamazioni sono state le più svariate, ma la maggior parte di loro ha pensato, ironizzando, alla nascita di qualche bel maschietto. Solo più tardi hanno scoperto che erano stati appesi per celebrare la seconda giornata nazionale contro il bullismo. Una giornata di discussione, riflessione, approfondimento per aiutare i nostri ragazzi a capire ed avere maggiore consapevolezza di un fenomeno oramai troppo diffuso tra le giovanissime generazioni.

In particolare nell’era digitale, che ci vede tutti connessi h24, in cui i rapporti sociali sono soprattutto virtuali, è necessario fornire loro gli strumenti per un uso consapevole della tecnologia ma soprattutto delle chat, dei forum e dei social network. Ecco perché questa seconda edizione della giornata nazionale del bullismo intitolata “Safer Internet day” vuole richiamare l’attenzione di educatori, genitori, studenti, istituzioni scolastiche ed enti locali proprio sul tema del cyberbullismo: ognuno di noi, assumendo atteggiamenti consapevoli e “non ostili” può contribuire a costruire una rete migliore, che sia di arricchimento per la persona umana e non di degrado e “imbarbarimento”.

Alle 10,30 il suono prolungato della campanella ha dato lo stop alle lezioni in tutte le scuole di ogni ordine e grado di Viterbo e provincia.

Gli alunni del nostro istituto comprensivo, nello specifico quelli delle classi quarte e quinte della scuola primaria e di tutte le classi della scuola secondaria di primo grado, hanno indossato una mascherina, realizzata nei giorni precedenti, decorata con slogan, parole e disegni contro il bullismo; le attività sono state sospese per dedicare spazio alla visione di filmati e video sul tema, per poi continuare con riflessioni e approfondimenti.

Ogni alunno ha riportato le proprie esperienze e conoscenze, mostrando un grande interesse per l’argomento, che necessita naturalmente di essere sviluppato nei mesi a venire, attraverso gli strumenti e i mezzi che ogni docente riterrà più opportuni ed idonei, nell’ottica di un’educazione affettiva che potenzi le capacità introspettive e li renda coscienti delle emozioni proprie e di quelle altrui.

Tra l’altro, uno degli obiettivi dell’educazione civica, riguarda proprio il saper riconoscere ed utilizzare in modo consapevole i principali strumenti di informazione e comunicazione in rete. Inoltre, nel Ptof del nostro istituto è dedicata una sezione apposita alla “prevenzione e al contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione e del bullismo, anche informatico” con una serie di servizi offerti all’utenza scolastica come “Lo sportello di psicologia scolastica” e lo sportello di ascolto “Bulli in rete” attivato dal comune, strumenti necessari per intercettare le situazioni di disagio e malessere che alcuni adolescenti vivono nel loro rapporto con l’ambiente scolastico e di vita; situazioni “a rischio” che possono sfociare nell’esclusione sociale o in atti estremi, con la distruzione della vita stessa.

Questa seconda edizione della giornata nazionale contro il bullismo ci ricorda, allora, che dobbiamo essere sempre vigili e presenti, che non dobbiamo abbandonare i nostri figli/studenti davanti ad uno schermo, ma dobbiamo saperli ascoltare, guidare e supportare per renderli cittadini consapevoli del mondo digitale!

Un ringraziamento particolare va alle tre referenti per le azioni di prevenzione e contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo che hanno reso possibile questo evento: la maestra Roberta Ronca e le professoresse Cristina Pollastrelli ed Elena Federici.

Assunta Olimpieri
Docente I.C. Montalto di Castro


Condividi la notizia:
10 febbraio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR