Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Terni - Carabinieri - Il ragazzo "avrebbe avuto il ruolo di pusher"

Spaccio a Casoria, tra i 55 indagati c’è anche un 27enne che vive a Terni

Condividi la notizia:

Terni – Spaccio a Casoria, tra i 55 indagati c’è anche un 27enne che vive a Terni.

Nelle primissime ore della mattinata odierna i carabinieri del comando della compagnia di Terni, nell’ambito di una vasta operazione coordinata dalla procura della repubblica di Napoli nord, che ha portato all’esecuzione di 55 misure cautelari emesse dal gip del tribunale di Napoli nord nei confronti altrettante persone (accusate di cessione di sostanze stupefacenti, reati in materia di armi e per i reati di furto in abitazione, rapina, procurata evasione di soggetto detenuto presso la propria abitazione), hanno notificato la misura restrittiva a un 27enne, originario dell’hinterland napoletano ma da pochi mesi trasferitosi a Terni.

L'operazione dei carabinieri di Napoli Nord

“Il ragazzo – si legge nella nota della polizia – nell’ambito dell’organizzazione criminale smantellata nella mattinata odierna avrebbe avuto la funzione di pusher, coinvolto in diversi episodi di spaccio di varie sostanze stupefacenti nel solo territorio di Casoria e non nel ternano, dove aveva soltanto eletto domicilio”.

Dalle indagini coordinate dalla procura di Napoli nord, e realizzate dai carabinieri della sezione operativa della compagnia di Casoria collaborati a livello locale da diversi reparti dell’arma sparsi sul territorio nazionale tra cui Terni, è emerso che gli indagati avrebbero preso contatti telefonici con gli acquirenti accordandosi su quantità e luogo di consegna della droga.

“Lo stupefacente – concludono gli inquirenti – era affidato per la consegna a soggetti incensurati o comunque di giovane età, in alcuni casi anche minorenni, e sempre in piccole quantità in modo da avere meno problemi con le forze dell’ordine”.


Condividi la notizia:
23 febbraio, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR