Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ankara - Il presidente turco prepara una poltrona accanto a sé per il capo del Consiglio europeo, ma lascia in piedi la numero uno della Commissione europea

Erdogan riceve i leader dell’Ue, ma per Ursula Von der Leyen non c’è la sedia

Condividi la notizia:

Ankara – Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha ricevuto ieri i leader dell’Unione europea. Un incontro che ha lasciato dietro di sé uno strascico di polemiche per via di un “incidente” diplomatico, già ribattezzato “sofagate”. Perché se per il capo del Consiglio Ue, Charles Michel, il presidente aveva preparato una sedia accanto a sé con tanto di bandiere istituzionali, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, inizialmente è stata lasciata in piedi e poi fatta accomodare su un divano alla destra dei due. 


L’incontro tra Erdogan e i vertici Ue

L’incontro tra Erdogan e i vertici Ue


La scena è stata ripresa in un video diventato virale sui social in cui si sente un mugugno di disappunto da parte di von der Leyen mentre gli altri due si accomodano sulle poltrone. Nella scena successiva si vede la presidente della Commissione Ue seduta su un divano posto alla destra degli interlocutori.

Ursula von der Leyen “chiaramente è rimasta sorpresa, lo si vede nel video, ma ha preferito dare priorità alle questioni di sostanza rispetto al protocollo”. Lo ha detto il portavoce della commissione europea Eric Mamer. L’approccio ‘soft’ di von der Leyen all’incidente è confermato dal tweet sul vertice della stessa presidente che del video in questione omette proprio la parte del “mugugno”.

Meno diplomatico il commento su Twitter del gruppo del Ppe al Parlamento europeo. “Mettiamo le cose in chiaro. Qualcuno dovrebbe vergognarsi a causa della mancanza di un posto adeguato per Ursula von der Leyen nel palazzo di Erdogan. L’Ue ha indicato l’apertura al dialogo, ma siamo fermi sui nostri valori. “Le donne meritano lo stesso riconoscimento dei loro colleghi maschi”, ha aggiunto il Ppe.

Non tarda ad arrivare neppure il commento dell’ex presidentessa della Camera dei deputati Laura Boldrini. “I due uomini al centro della scena – scrive su Twitter -. Non è il caso, non è maleducazione. È un tema politico: il machismo al potere sminuisce le donne e comprime i loro diritti”.


Condividi la notizia:
7 aprile, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR