Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Il commissario all’emergenza sul caso AstraZeneca: "È sicuro, spero si chiuda così"

Figliuolo: “Il piano non cambia, a fine mese 500mila vaccini al giorno”

Condividi la notizia:

Roma – Il commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo è fiducioso. “Il piano non cambia, a fine mese avremo 500mila vaccini al giorno. Da oggi l’inoculazione del vaccino AstraZeneca è aperta alla platea dei 60-79 anni, mentre gli under 60 che hanno già ricevuto la prima dose, riceveranno anche la seconda”.


Francesco Paolo Figliuolo

Francesco Paolo Figliuolo


Il generale Figliuolo parla a margine di una visita a Piediripa di Macerata, spiegando come gli sviluppi sulla somministrazione di AstraZeneca non faranno arrestare il piano della cmpagna vaccinale in Italia.  “L’Ema – ha sottolineato – ha detto che AstraZeneca è un vaccino sicuro e spero che la vicenda si concluda così”.

L’obiettivo dunque rimane sempre quello: raggiungere il mezzo milione di somministrazione al giorno entro fine mese, così da tagliare quanto prima il traguardo dell’immunità di gregge.

“Tra questo trimestre e il prossimo arriveranno 30 milioni di dosi AstraZeneca – ha ricordato Figliuolo -. Le seconde dosi vanno a chi ha già fatto la prima”. Per quanto riguarda le altre, “abbiamo allargato la platea dai 60 ai 79 anni: circa 13.275.000 possibili utenti di cui 2.270.000 hanno già ricevuto la prima dose in precedenza e quindi prioritariamente il target è questo”.

“Adesso è importante ridare fiducia a tutti e vaccinarci. Se ci vacciniamo usciamo. Se riusciamo a completare gli over 80, come si sta ben facendo qui e i fragili, noi riusciremo poi subito ad aprire alle classi produttive” ha concluso.


Condividi la notizia:
8 aprile, 2021

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR