Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

Cronaca Giudiziaria

Tribunale - Era imputato di corruzione con l'imprenditore Giuseppe Sarnella

Terme di Civitavecchia, assolto l’ex sindaco Moscherini

Tarquinia - Il candidato sindaco Gianni Moscherini Civitavecchia -  Terme di Civitavecchia, assolti con formula piena dall'accusa di corruzione l'ex sindaco Gianni Moscherini e l'imprenditore Giuseppe Sarnella.

Tribunale - Montefiascone - E' tra i sette imputati, nelle vesti di costruttore - L'inchiesta è partita dalla denuncia di tre sorelle

Abusi edilizi, nel vivo il processo all’ex assessore all’urbanistica Massimo Ceccarelli

Montefiascone - Il cantiere sequestrato a Poggio del Crognolo Montefiascone - Abusi edilizi a Poggio del Crognolo, è partito tutto dalla denuncia di tre sorelle proprietarie di un terreno confinante. Una delle quali architetto. E' il processo a sette imputati, tra i quali, nelle sue vesti di costruttore, l'allora assessore all'urbanistica Massimo Ceccarelli. Un teste dell'accusa: "Fu rimosso a tempo di record un tecnico del comune che aveva sospeso i lavori". 

Tribunale - Prima della sentenza il collegio vuole esaminare le denunce - Sono state presentate dopo ben otto mesi

Maresciallo accusato di concussione: “Mai chiesto soldi alla vittima di uno strozzino”

Il tribunale di Viterbo Viterbo - (sil.co.) - Si avvia verso la conclusione il processo al maresciallo dei carabinieri accusato di concussione da un professore che aveva appena salvato facendo arrestare il suo strozzino. Ieri è stato interrogato in aula l'ex comandante della stazione dei carabinieri di Vejano, Santo Antonio Catanzariti, mentre il prossimo 10 marzo sono previste discussione sentenza. Al vaglio del collegio, nel frattempo le denunce sporte dopo ben otto mesi dalla presunta vittima. Articoli: “Disse che, se non gli davo i soldi, l’usuraio che mi minacciava sarebbe uscito dal carcere” - Maresciallo-eroe accusato di concussione da una presunta vittima di usura

Tribunale - Spaccio in carcere - Hashish e cocaina erano custoditi in una "tasca"

Droga nascosta nel doppiofondo delle mutande, nei guai un detenuto

La polizia penitenziaria Viterbo - (sil.co.) - Droga nascosta nel doppiofondo delle mutande, nei guai un detenuto del carcere di Mammagialla. Hashish e cocaina erano custoditi in una "tasca" realizzata scucendo l'elastico dei boxer. 

Tribunale - Sul suo sito internet vendeva qualsiasi cosa riguardasse la tecnologia

Diamanti e bella vita alle Canarie coi soldi delle vittime, alla sbarra per truffe online

Guardia di finanza Viterbo - (sil.co.) - Processo a Viterbo per il re delle truffe online. Coi soldi sottratti alle vittime avrebbe comprato diamanti e fatto la bella vita alle Canarie. Sul suo sito internet vendeva qualsiasi cosa riguardasse la tecnologia. A prezzi super concorrenziali. Dalle televisioni di ultima generazione ai cellulari di qualsiasi marca. Peccato che stia ancora aspettando il corriere chi li ha comprati.

Tribunale - Tuscania - In due a processo davanti alla corte d'assise, parti civili i figli della vittima - Tra i testimoni il comandante del Nas, Fernando Signore

Precipita dalla casa di riposo, per la procura è abbandono aggravato dalla morte

Carabinieri e 118 Tuscania - Precipita dalla casa di riposo, per la procura fu abbandono aggravato dalla morte. La tragedia a Villa Iris, il 15 gennaio 2019. Vittima un 81enne i cui figli si sono costituiti parte civile. Accusa e difesa vogliono sentire il comandante del Nas, Fernando Signore. Testimonierà l'8 marzo.Precipita dalla casa di riposo e muore

Tribunale - Sei anni fa il blitz dei carabinieri - Presunta vittima un'anziana di 93 anni - Nei guai finì anche un'assistente, subito licenziata

Maltrattamenti alla casa di riposo, gestori assolti con formula piena

Carabinieri del Nas Grotte di Castro - (sil.co) - Sono stati assolti pochi giorni fa con formula piena i gestori di una casa di riposo di Grotte di Castro, finiti sotto processo con l'accusa di maltrattamenti aggravati e abbandono di incapaci. Nei guai finì anche un'assistente, subito licenziata. Da poco vedova, se la sarebbe presa con gli anziani. Anziani maltrattatati in casa di riposo, tre denunce

Tribunale - Ma è stato condannato a una multa per diffamazione e a una provvisionale di 5mila euro

Stalking sulle colleghe di maggioranza, assolto l’ex consigliere Massimiliano Baglioni

Vitorchiano - Massimiliano Baglioni Vitorchiano - (sil.co.) - Stalking sulle colleghe di maggioranza, assolto Massimiliano Baglioni. L'ex consigliere del comune di Vitorchiano è stato condannato a una multa di 716 euro per diffamazione e a un risarcimento di 5mila euro all’assessore Annalisa Creta.

Reggio Calabria - Avrebbe avuto l'appoggio della cosca Pisano

‘Ndrangheta, arrestate 49 persone: ai domiciliari il sindaco di Rosarno

Carabinieri Reggio Calabria - Operazione contro la 'Ndrangheta dei carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria: arrestate 49 persone. A finire ai domiciliari anche il sindaco di Rosarno e un consigliere comunale. Secondo gli investigatori i due avrebbero ricevuto l'appoggio della cosca Pisano, conosciuta come "i diavoli di Rosarno", in cambio della promessa di incarichi nell'organigramma comunale a uomini di fiducia del gruppo criminale.

Cagliari - Operazione Ichnos - Tra novembre 2017 e febbraio 2018 avrebbe fornito agli "isolani" otto chili di droga - Inflitti due secoli di carcere a 23 imputati

Fiumi di eroina e cocaina in Sardegna, 6 anni al boss di mafia viterbese Ismail Rebeshi

L'operazione Ichnos dei carabinieri - Nel riquadro: Ismail Rebeshi Cagliari - (sil.co.) - Traffico di droga tra la Penisola e la Sardegna, sei anni di reclusione con lo sconto di un terzo della pena al boss di mafia viterbese Ismail Rebeshi, il 38enne d'origine albanese già condannato lo scorso 11 giugno a dodici anni (sempre col rito abbreviato) per associazione di stampo mafioso.Articoli: Narcotraffico, chiesti sei anni per Ismail Rebeshi - Narcotraffico, Ismail Rebeshi ha fatto scena muta – Narcotraffico, sulla piazza coca ed eroina valevano 10 milioni di euro – “Un uomo pericoloso, legato alla criminalità italiana e albanese” – Arrestato il più grande trafficante di droga del Viterbese

Tribunale - Operazione Terra madre - Parla l'ex sindaco di Farnese, Dario Pomarè - Nel vivo il processo a Antonio Pira e ai figli

“Gli olivi abbattuti li ho recuperati, i cani uccisi a bastonate li ho persi per sempre…”

Farnese - Il terreno devastato dell'ex sindaco (nel riquadro Dario Pomarè) Farnese - (sil.co.) - "Gli olivi abbattuti li ho rifatti, i cani uccisi a bastonate li ho persi per sempre". Ha raccontato così, con la voce ancora spezzata dall'orrore, il ritrovamento di due dei suoi tre cani massacrati a bastonate la mattina del 19 febbraio 2015  l'ex sindaco di Farnese Dario Pomarè. Della strage di animali, e non solo, sono imputati i Pira, il padre 78enne e i due figli maschi. 

Tribunale - Operazione Family - Particolare inedito rivelato in aula da uno degli investigatori - In manette quattro uomini e tre donne

“Furti e razzie, banditi traditi dai volti scoperti e da un paio di scarpe rosa”

Operazione Family - Le immagini delle telecamere - Nei riquadri: Gli arrestati Viterbo - (sil.co.) - "Operazione Family, i banditi sono stati traditi non solo dai filmati delle telecamere che li hanno ripresi a volto scoperto, ma anche da un paio di scarpe rosa shocking". Un particolare finora inedito quello emerso ieri durante il processo alla banda di ladri composta da tre uomini e quattro donne che dopo avere depredato i viterbesi durante le festività di fine 2014, a gennaio  2015 avrebbe iniziato a fare trasferte anche in provincia. 

Monterosi - Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso del consigliere ora in minoranza

Alberico Boccolini torna ad essere presidente del consiglio

Monterosi - Il comune Monterosi - Con sentenza n. 14142/2020, pubblicata il 30.12.2020, il Tar del Lazio ha accolto il ricorso proposto da Alberico Boccolini, rappresentato e difeso dall’avvcato Caterina Santoro del foro di Viterbo, con conseguente riacquisizione da parte del ricorrente del proprio ruolo di presidente del consiglio del comune di Monterosi e, dunque, con conseguente ripristino della posizione giuridica lesa.

Capranica - La vittima, riavuta la machina nel giro di poche ore, non ha sporto denuncia

Sorpreso alla guida di una vettura rubata confessa il furto, assolto

Viterbo - Il tribunale  Capranica - (sil.co.) - Fermato mentre è alla guida senza patente di una vettura rubata poche ore prima a Roma, accesa con una chiave artigianale, confessa il furto ma viene assolto. L'accusa aveva chiesto un anno per ricettazione. La vittima, riavuta la macchina in poche ore, non ha sporto querela. 

Tribunale - Per la difesa non si tratta di "armi", ma di attrezzi da lavoro

In macchina con pugnale, coltello e mazza… nei guai due macellai

Carabinieri I carabinieri al casello dell’Autosole a OrteOrte – (sil.co.) – Fermati dai carabinieri al casello dell’Autosole di Orte, finiscono sotto processo dopo essere stati trovati in macchina con una mazza da baseball, un coltello e un pugnale. Ma la difesa prova a giocarsi la carta del lavoro. Gli imputati, infatti, due uomini, di mestiere farebbero [...]

Tribunale - Oltre al rimessaggio dei mezzi da diporto, l'azienda fornisce anche servizi di manutenzione

Barche lavate abusivamente vicino al lago, denunciata ditta di nautica

Il tribunale di Viterbo Viterbo - (sil.co.) - Accusato di scaricare rifiuti liquidi speciali nel piazzale antistante il capannone, è finito sotto processo il titolare di una rimessa di barche sul lago di Bolsena. Oltre al rimessaggio dei mezzi da diporto, l'azienda fornisce anche servizi di manutenzione, tra i quali il lavaggio dei natanti. Ma nessuno avrebbe mai visto schiuma. 

Tribunale - Maltrattamenti all'asilo - Per gli avvocati di parte civile l'imputata, alla sua prima esperienza, era assolutamente inadeguata - E' stata condannata a due anni in primo grado

“Maschi della scolaresca allo sbaraglio, la maestra accudiva soltanto le bambine”

Nepi - L'istituto comprensivo Alessandro Stradella Nepi - "Maschi della scolaresca allo sbaraglio, la maestra accudiva soltanto le bambine". Per gli avvocati di parte civile dei genitori di sette delle piccole vittime, l'imputata, alla sua prima esperienza, era assolutamente inadeguata. E' stata condannata a un anno, 11 mesi e 15 giorni in primo grado. 

Tribunale - In aula la testimonianza della vittima

Picchia la moglie davanti alla bimba malata, situazione precipitata durante il primo lockdown

Violenza sulle donne - foto di repertorio Viterbo - Picchia la moglie davanti alla bimba malata: "Tu non sei buona neanche a fare i figli sani". Si è aperto con la testimonianza della vittima, assistita dal centro antiviolenza "Battiti-La casa delle donne" il processo a un uomo accusato di maltrattamenti aggravati in famiglia.  - Picchiata davanti alla figlioletta, parti civili la vittima e l’associazione antiviolenza Battiti

Bilanci 2020 -Il presidente Stefano Brenciaglia fa il punto - E' alla guida dell'ordine provinciale dallo scorso mese di giugno

“Avvocati garanzia di libertà di fronte ai cambiamenti imposti dalla pandemia”

Stefano Brenciaglia Viterbo - (sil.co.) - "Gli avvocati sono una garanzia di libertà di fronte ai cambiamenti imposti dalla pandemia", dice Stefano Brenciaglia, il nono presidente dell'ordine degli avvocati della provincia di Viterbo. La sua nomina risale allo scorso 16 giugno, in piena era Coronavirus. 

Tribunale - Rapina a mano armata da Bracci -Di nuovo davanti al gup a aprile il boss Giuseppe Trovato e il ristoratore Antonio Loria

Colpo da centomila euro in gioielleria, rinviato il processo a basista e pianificatore

Rapina alla gioielleria Bracci - Nei riquadri Antonio Loria e Giuseppe Trovato Viterbo - (sil.co.) - Colpo alla gioielleria Bracci, come anticipato è stata rinviata al 20 aprile l'udienza preliminare prevista ieri a carico del boss di mafia viterbese Giuseppe Trovato e del noto ristoratore viterbese Antonio Loria.

Tribunale - E' stato condannato a un anno e 8 mesi l'ex agente penitenziario Angelo Fortuna

Estorsione e usura, Salvatore Bramucci patteggia 3 anni e 4 mesi

Nel riquadro Salvatore Bramucci Viterbo - (sil.co.) - Estorsione e usura, Salvatore Bramucci ha patteggiato una condanna a tre anni e quattro mesi di reclusione con lo sconto di un terzo della pena previsto dal rito. E ottenuto la restituzione di otto orologi di grandissimo valore, tra i quali sei Rolex. Aveva già patteggiato un anno e otto mesi l'ex penitenziario Angelo Fortuna, con cui Bramucci è stato arrestato il 9 gennaio dell'anno scorso. Grande accusatore un commercialista. 

Tribunale - Operazione Déjà vu - Guai giudiziari in Italia anche per il fornitore tedesco delle auto di lusso

Supercar col trucco, processo bis per Elio Marchetti e altri quattro

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti Viterbo - Supercar col trucco, processo bis per Elio Marchetti e altri quattro tra cui la sorella. Ma il collegio, che è lo stesso che ha già condannato l'imprenditore a 5 anni e 4 mesi, si astiene. E si astiene non solo dal "Déjà vu bis", ma anche dal "Déjà vu ter" a carico del fornitore tedesco del noto imprenditore del settore auto viterbese. 

Tribunale - L'imputato l'aveva assunta per la figlia malata terminale di cancro - La presunta vittima se ne è andata denunciandolo dopo pochi giorni

Accusato di violenza dalla badante, assolto dopo dieci anni

Tuscania Tuscania - (sil.co.) - Accusato di violenza dalla badante ma è innocente, assolto dopo dieci anni. Protagonista un uomo di Tuscania, padre di cinque figli, che l'aveva assunta per la figlia malata terminale di cancro. Era il 2011. La presunta vittima se ne è andata dopo pochi giorni denunciandolo. Articoli: “Mio padre pensava solo a mia sorella col cancro, lei si ubriacava tutte le sere” - Violenza sessuale sulla badante, uomo a processo

Tribunale - Nepi - Inchiodata dalle telecamere nascoste dopo la denuncia dei genitori

Maltratta i bambini dell’asilo, maestra condannata a due anni

Il tribunale di Viterbo Nepi - Maltratta gli scolaretti dell'asilo, condannata la maestra Silvia Palma. "Ti lego alla sedia e ti prendo a calci nel sedere”. Inchiodata dai filmati delle telecamere nascoste, è stata condannata ieri in primo grado a un anno, 11mesi e 15 giorni la maestra dell’asilo di Nepi finita a processo davanti al giudice Gaetano Mautone per maltrattamenti aggravati e abbandono di minori.

Ostia - 17 le condanne per un totale di oltre 150 anni di carcere

Maxi-processo al clan Spada, confermata in appello l’associazione mafiosa

Giustizia Ostia - Confermata l'associazione a delinquere di stampo mafioso per il clan Spada. Lo hanno stabilito i giudici della Corte d'assise di appello.

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR