--

--

Cronaca Giudiziaria

Organismo congressuale forense - Astensione alla vigilia delle elezioni per sensibilizzare l'opinione pubblica - Salta il processo Asl, rinviata la discussione delle difese

Giornata della dignità e dell’orgoglio, avvocati in sciopero anche a Viterbo

Un'aula di tribunale Viterbo - E' in corso oggi, anche a Viterbo, lo sciopero degli avvocati organizzato dall'Organismo congressuale forense nell'ambito della “Giornata della dignità e dell'orgoglio dell'avvocatura e della salvaguardia delle tutele: parliamone prima”. Saltato il processo Asl, è stata rinviata a maggio la discussione delle difese. 

Tribunale - Al via col racconto choc delle vittime il processo a un produttore di nocciole dei Cimini che con due complici avrebbe organizzato un feroce pestaggio

“Ci hanno fatto inginocchiare, puntato la pistola e picchiato con una spranga”

Viterbo - Tribunale Viterbo - "Ci hanno fatto inginocchiare, puntato una pistola alla fronte e picchiato con una spranga di ferro". E' cominciata così la drammatica testimonianza di un operaio, presunta vittima col cognato di un feroce pestaggio organizzato con due complici da un imprenditore agricolo dei Cimini, produttore di nocciole, suo datore di lavoro, che lo riteneva responsabile di un furto di attrezzi agricoli. 

Canino - Alla sbarra tre romeni, ma solo il palo è stato riconosciuto con certezza dalle vittime

Razzie nei casolari di campagna, due assoluzioni e una condanna

Canino Canino - Accusati di una serie di razzie nelle campagne tra Canino e Tessennano, tre romeni sono finiti alla sbarra con l'accusa di furto e tentato furto, ma uno solo è stato condannato. Il processo, per fatti che risalgono al 2012, si è concluso ieri con due assoluzioni e una condanna a tre mesi e 150 euro di multa davanti al giudice Giacomo Autizi.

Viterbo - Spaccio di droga in centro - Davanti al gip Francesco Rigato il giocatore di baseball - Coordinate dal procuratore capo Paolo Auriemma le indagini

Coca nella cassetta della posta, oggi interrogatorio in carcere per Castillo

Rodolfo Feliz Castillo Viterbo - (sil.co.) - Cocaina nella cassetta della posta, oggi interrogatorio di garanzia in carcere per l'ex stella del baseball viterbese Rodolfo Feliz Castillo, accusato di detenere, in concorso con un presunto complice, stupefacente sufficiente a confezionare 104 dosi. Articoli: Coca nella cassetta della posta, finisce in carcere Rodolfo Feliz Castillo – Coca in camera da letto, Feliz Castillo ancora nei guai

Tribunale - Insieme al direttore di area tecnica è accusato di abuso d'ufficio

Birindelli vs Gigli, nuovo processo per l’ex direttore Ater

Ugo Gigli Viterbo - Ugo Gigli e Valentina Fraticelli di nuovo a processo. Per "abuso d'ufficio, per aver elevato rilievi e sanzioni disciplinari nonché disposto il licenziamento disciplinare nei confronti di Angela Birindelli, ingegnere funzionario dell'Ater, sulla base di presupposti inesistenti e dunque cagionando alla medesima un danno ingiusto".

Omicidio Meredith Kercher - La decisione della suprema corte calca quella della corte d'appello di Firenze

Revisione del processo a Guede, anche la Cassazione dice no

Rudy Guede fuori dal carcere di Mammagialla Viterbo - Omicidio Meredith Kercher, anche la Cassazione ha detto no alla revisione del processo a Rudy Guede.Articoli: “La responsabilità di Guede tiene a prescindere dalla responsabilità degli altri” – “Prematuro parlare di semilibertà, per Guede solo permessi premio”

Milano - L'ex fotografo dei vip va in comunità - Ai fan fuori da San Vittore: "Sono un mito? Lo so"

Fabrizio Corona è uscito dal carcere

Fabrizio Corona Milano – Fabrizio Corona è uscito dal carcere e tornerà in una comunità terapeutica. Lo ha deciso il tribunale di sorveglianza di Milano che ha accolto un’istanza del legale dell’ex fotografo dei vip, che ha sempre messo in luce lo stato di ex tossicodipendente di Corona. La stessa richiesta era stata respinta lo scorso 13 settembre da un altro giudice della [...]

Delitto di Perugia -"No alla riapertura del caso", ha detto il sostituto procuratore della corte di cassazione Ferdinando Lignola - In serata la decisione della suprema corte

“La responsabilità di Guede tiene a prescindere dalla responsabilità degli altri”

Rudy Guede fuori dal carcere di Mammagialla Roma - Delitto di Perugia, il sostituto procuratore della corte di cassazione Ferdinando Lignola, davanti alla V sezione penale, ha chiesto di rigettare l’istanza di revisione di Rudy Guede. La suprema corte deciderà in giornata se riaprire il caso.“Prematuro parlare di semilibertà, per Guede solo permessi premio”

Operazione Déjà vu - Giro di auto dall'estero - E' uno dei due fratelli di Latina coinvolti nell'inchiesta sfociata in sei arresti il 3 maggio 2017

E’ il titolare di una società cartiera il primo teste contro Elio Marchetti

Viterbo - Operazione Déjà vu - Guardia di finanza e Polstrada nella concessionaria di via Mainella - Nel riquadro Elio Marchetti Viterbo - (sil.co.) - Operazione Déjà vu, slitta al 16 maggio la prima udienza dibattimentale del processo all'imprenditore del settore auto Elio Marchetti. Martedì doveva essere sentito il primo testimone dell'accusa, un imprenditore pontino, anche lui indagato, titolare di una delle presunte società cartiera create ad hoc per evadere il fisco. 

Mammagialla - Parla un poliziotto della penitenziaria aggredito da due detenuti finiti in infermeria per gesti fai autolesionismo

“All’improvviso mi ha colpito con una testata in faccia”

Viterbo - Il carcere di Mammagialla Viterbo - "All'improvviso mi ha colpito con una testata in faccia, poi è scoppiato il parapiglia". Così ha raccontato l'aggressione subita da due detenuti ricoverati in infermeria per gesti di autolesionismo uno dei tre poliziotti vittime della violenta reazione, scattata per futili motivi. 

Tragedia alla casa di riposo - Per il professor Massimo Lancia, che ha effettuato l'autopsia per la procura: "Potrebbe essere stata un fatto anomalo"

Cade da carrozzina e muore, nuova perizia per chiarire il giallo

Civita Castellana - Il pronto soccorso dell'ospedale Andosilla Nepi - Anziana di 86 anni muore quindici giorni dopo essere caduta presso la Rsa Santa Rita di Nepi. Il tribunale dispone un'ulteriore perizia medico legale per chiarire il giallo della dinamica dell'incidente. Ieri, nel frattempo, è stato sentito il professor Massimo Lancia dell'università di Perugia, che ha effettuato l'autopsia sulla vittima. Articoli: “Trauma incompatibile con la caduta dalla sedia a rotelle” - Anziana muore alla casa di riposo, alla sbarra un medico e un’infermiera 

Tribunale - In aula si parla delle performance del "persecutore seriale" di Fabrica di Roma - 400 euro di multa alle vittime che non sono venute a testimoniare

“C’è un filmato in cui lo stalker prende a sassate l’auto delle vittime”

I carabinieri di Fabrica di Roma Fabrica di Roma - (sil.co.) - "C'è un filmato in cui lo stalker prende a sassate l'auto delle vittime". Ne parla in aula l'ex vicecomandante dei carabinieri di Fabrica di Roma, al processo al presunto persecutore seriale più volte denunciato dai vicini di casa. Mancavano le vittime, una coppia di coniugi che, per non essersi presentati a testimoniare, sono stati multati di 200 euro ciascuno. - Doppio processo per il “serial stalker” di Fabrica di Roma

Processo "Jackpot" - Raffica di furti per comprare stupefacenti, parla il comandante dei carabinieri di Bassano Romano

“Intercettati, parlavano di come piazzare la refurtiva per comprare droga”

Viterbo - Carabinieri - Operazione Jackpot - La refurtiva Bassano Romano - Operazione Jackpot, al via il processo ai quattro imputati che hanno scelto il rito ordinario del filone viterbese della maxinchiesta sulla raffica di "furti per acquistare droga da spacciare", mentre per il filone romano i relativi procedimenti sono in corso nella capitale. Tutti di Bassano Romano, a giudizio davanti al giudice Elisabetta Massini sono finiti tre uomini e una donna, quest'ultima convivente di uno e sorella di un altro degli imputati. 

Ronciglione - Al via l'intricato processo al quarantenne che con due complici avrebbe teso un agguato alla ex convivente e al suo ex coniuge

“L’ex della mia ex moglie ci ha aggrediti con spranghe e sampietrini”

Viterbo - Il tribunale Ronciglione - (sil.co.) - Con due complici riempie di botte l'ex compagna e il suo ex marito. Il movente sarebbe stata la gelosia da parte dell'ex convivente nei confronti dell'ex consorte della donna. "L'ex della mia ex moglie ci ha aggrediti con spranghe e sampietrini", ha raccontato l'ex coniuge in aula. E' entrato ieri nel vivo l'intricato processo al quarantenne e al 21 e al 27enne romani arrestati per lesioni e minacce a fine settembre 2017 a Ronciglione.Articoli: Con due complici riempie di botte la compagna e l’ex marito… - Violenze sulla compagna l’ex marito e i figli, arrestato

Monterosi - Al processo per furto al popolare attore testimonia un operaio dell'Italgas

“Manomesso il contatore del gas della villa di Fabrizio Bracconeri”

Fabrizio Bracconeri Monterosi - Dal tribunale di “Forum” a quello di Viterbo. E' ripreso ieri il processo per furto di gas metano a Fabrizio Bracconeri. Parte offesa: l’Italgas. In aula un operaio: "Chiuso per morosità, dopo due anni abbiamo scoperto che il contatore era stato manomesso".- Furto di gas, a processo l’attore Bracconeri

Cronaca - Al centro del processo gli sversamenti nel fosso d'Arlena, nel tratto sottostante la Cassia

Liquami nel lago di Bolsena, a giudizio il direttore del Cobalb

Fosso di Arlena Bolsena  - Liquami nel lago di Bolsena all'altezza del fosso d'Arlena, a giudizio il direttore del Cobalb. Parte offesa la Provincia. I fatti risalgono all'estate del 2013 quando l'allora sindaco di Bolsena, Paolo Dottarelli, emise un'ordinanza di divieto di balneazione nello specchio di lago antistante la foce del fosso. Articoli: “Il lago è un ecosistema a rischio” - Fanghiglia maleodorante e chiazze oleose sul lago di Bolsena

Tribunale - Il controverso youtuber sotto processo a Viterbo per truffa e appropriazione indebita

“Scomparsa l’opera affidata da un artista sorianese a Andrea Dipré”

Andrea Diprè Soriano nel Cimino - Sparito il quadro affidato da un artista 65enne di Soriano nel Cimino al controverso youtuber Andrea Dipré, ex fidanzato di Sara Tommasi e pornoattore, all'epoca in cui il "re del trash" spopolava facendo il critico d'arte in televisione. Dipré è sotto processo a Viterbo per truffa e appropriazione indebita. Vittima Giorgio Aquilanti. - Denunciato da un pittore, Andrea Diprè sotto processo a Viterbo

Tribunale - Nepi - Anziana muore dopo incidente alla casa di riposo, parla il medico dell'Andosilla che ha dato il via alle indagini

“Trauma incompatibile con la caduta dalla sedia a rotelle”

Civita Castellana - Il pronto soccorso dell'ospedale Andosilla Nepi - Giallo per la morte di un'anziana ospite di una casa di riposo di Nepi. La donna, che aveva 86 anni, è morta all'ospedale Andosilla di Civita Castellana, in seguito a una presunta caduta dalla sedia a rotelle, avvenuta il 6 giugno 2012 all'interno della Rsa dove si trovava da un paio d'anni. Secondo il medico del pronto soccorso, che ha fatto scattare la denuncia, il trauma sarebbe stato però incompatibile con la caduta dalla carrozzina.- Anziana muore alla casa di riposo, alla sbarra un medico e un’infermiera

Bassano Romano - Saranno processati per abuso d'ufficio tre dipendenti comunali e il titolare di un'agenzia funebre

Estumulazioni di salme fuorilegge, quattro rinvii a giudizio

Bassano Romano - Cimitero Bassano Romano - Estumulazioni di salme fuorilegge, rinviati a giudizio per abuso d'ufficio tre dipendenti comunali e il titolare di un’impresa funebre. Sono stati denunciati nel 2014 da alcune ditte di onoranze funebri concorrenti.- Estumulazioni illecite, denunciate quattro persone

Tribunale - Otto indagati e tre rinvii a giudizio per un presunto giro di ragazze reclutate nell'est europeo

Fatta prostituire non appena sbarcata dall’aereo arrivato dalla Romania

La prostituta contratta col cliente Civita Castellana - Sulla strada non appena sbarcata dall'aereo giunto in Italia dalla Romania.Davanti al gup con l'accusa di reclutare ragazze nell'est europeo per far fare loro le prostitute in Italia sette romeni, tra cui una donna, di età compresa tra i 29 e i 35 anni, e un italiano, un uomo di 58 anni residente a Fabrica di Roma. In tre sono stati rinviati a giudizio. 

Aggressione al bar di San Pellegrino - In aula la testimonianza della barista picchiata e minacciata per avere negato alcolici a tre avventori

“Schioccavano la cintura, minacciando di bruciare il locale”

Viterbo - Tribunale Viterbo - "Ubriachi e minacciosi, schioccavano la cintura a torso nudo". E' la testimonianza della titolare del Due Righe Book Bar di Viterbo al processo ai tre giovani di32, 34 e 36 anni accusati di lesioni personali, minacce, percosse e stalking per avere aggredito due bariste e un avventore la sera del 7 maggio 2011 a San Pellegrino.

Arlena di Castro - I carabinieri raccontano il blitz in cui hanno liberato una diciassettenne barattata dai genitori per un furgone

“Minore incinta in una casa infestata dai topi e senza corrente”

Carabinieri Arlena di Castro - (sil.co.) -"Una bambina incinta in una casa infestata dai topi e senza corrente elettrica con un cavo allacciato a un lampione". Così hanno descritto la vittima i carabinieri intervenuti il 9 febbraio 2014 in un appartamento di Arlena di Castro. A carico del proprietario due processi: uno per sottrazione di minore e l'altro per furto di energia elettrica.- Minorenne ceduta per un furgone…

Montefiascone - Rimessa dal genitore la querela contro il 26enne a processo per maltrattamenti in famiglia - Perizia psichiatrica per l'imputato

Il figlio gli spacca il naso, il padre lo perdona

Carabinieri Montefiascone - Rompe il naso al padre durante un litigio, il genitore lo perdona, la difesa chiede l'abbreviato e il giudice dispone una perizia psichiatrica. E' la sintesi della prima udienza del processo iniziato ieri a carico di un 26enne falisco accusato di maltrattamenti in famiglia. Dato saliente, il padre, nonostante sia finito in ospedale a causa dell'aggressione, lo ha perdonato.- Spacca il naso al padre, venticinquenne in manette

Tribunale - Un anno a un 36enne italo-americano accusato a Roma di far parte di una banda specializzata in colpi in banca

Condannato per spaccio rapinatore seriale di banche

Viterbo - Il tribunale Viterbo - Si è fatto condannare a un anno per spaccio dal tribunale di Viterbo un 36enne italo-americano accusato di far parte di una banda di rapinatori seriali di banche che avrebbe messo a ferro e fuoco il quartiere Fleming di Roma. 

Tribunale - Due anni e otto mesi al trentenne viterbese arrestato due volte in una settimana a settembre

Ai domiciliari per droga armato di pistola, condannato

Viterbo - Ai domiciliari con la pistola - L'arma sequestrata dalla polizia Viterbo - E' stato condannato a due anni e 8 mesi il trentenne arrestato due volte in una settimana a settembre: la prima per spaccio e la seconda perché ai domiciliari con una pistola col colpo in canna. Il mezzo chilo di hashish e marijuana sequestrato sarebbe stato sufficiente a confezionare oltre 1600 spinelli. Senza lo sconto di un terzo della pena dell'abbreviato, sarebbe stato condannato a quattro anni. 
    • Articoli recenti

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564