--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60

Cronaca Giudiziaria

Tribunale - Mano pesante del giudice, il pm aveva chiesto due anni e 8 mesi

Tre etti di cocaina in casa dell’amico, condannato a quattro anni

Bagnaia Viterbo - Tre etti di cocaina nell'appartamento dell'amico che lo ospita, condannato a quattro anni. Per l'accusa il padrone di casa, che ha patteggiato, era il complice che custodiva la droga.

Soriano nel Cimino - Il giudice ha ritenuto la pena troppo mite perché l'imputato non è stato collaborativo, non ha mai confessato il proprio delitto e non ha proposto alle parti civili alcun risarcimento

Spara al cane dei vicini, bocciata la richiesta di patteggiamento

Soriano nel Cimino Soriano nel Cimino - Aveva tentato di uccidere il cane dei vicini di casa per via dei continui litigi. L'imputato, un 82enne di Soriano, era pronto a patteggiare, ma il giudice Roberto Colonnello ha rigettato l'istanza perchè "non è possibile derubricare il fatto da tentata uccisione di animale a lesioni". Per il giudice infatti senza cure mediche il cane sarebbe deceduto. - Spara al cane dei vicini, chiesto patteggiamento 

Tribunale - Sutri - Imputato e parte offesa, un 47enne racconta in aula l'aggressione che avrebbe subito durante un litigio da un vicino - Entrambi sono finiti sotto processo

“Mi ha colpito alla testa con un paletto di ferro, grondavo sangue”

Sutri Sutri - (sil.co.) - "Mi ha colpito alla testa con un paletto di ferro, grondavo sangue". Lite tra vicini finisce nel peggiore dei modi. E' successo a Sutri, nella zona residenziale di Monte Faloppo, dove nel 2008 ha comprato casa un farmacista. E' lui la vittima dell'aggressione, ma anche imputato nel processo contro il vicino.

Tribunale - Vetralla - Secondo la vittima è la stessa donna che l'aveva avvicinata poco prima con una scusa

Anziana presa per il collo e scippata della collana d’oro, alla sbarra la presunta ladra

Vetralla Vetralla - (sil.co) - Anziana presa per il collo e scippata della collana d'oro, al via il processo alla presunta ladra. Secondo la vittima è la stessa donna che l'aveva avvicinata poco prima con la scusa della colf: "Mi fissava per vedere cosa avessi addosso". 

Carabinieri - Spaccio - Fermo convalidato col solo obbligo di firma per il 18enne e il 19enne di Montefiascone bloccati nel capoluogo

In libertà i baby-pusher arrestati con oltre un etto di droga e funghi allucinogeni

Il tribunale di Viterbo Viterbo - Più di un etto di droga e funghi allucinogeni, sono stati rimessi in libertà dopo la convalida del fermo i due giovanissimi di Montefiascone arrestati il 14 gennaio dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Viterbo che li hanno sorpresi nel capoluogo.Più di un etto di droga e funghi allucinogeni, arrestati due giovanissimi

Tribunale - L'imputato, 45 anni, dovrà versare alla vittima e all'ex suocero una provvisionale di diecimila e tremila euro

Condannato a 5 anni e 8 mesi lo chef stalker arrestato a Capodanno

Viterbo - Il tribunale Bagnoregio - (sil.co.) - E' stato condannato alla pesante pena di 5 anni e 8 mesi in primo grado lo chef 45enne originario di Capodimonte accusato di stalking, calunnia, detenzione di stupefacenti e danneggiamento ai danni della sua ex fidanzata, oggi 26enne, e dell'ex suocero. A padre e figlia, che si sono costituiti parte civile, l'uomo dovrà versare una provvisionale, rispettivamente, di 3mila e 10mila euro. 

Tribunale - Il medico ha risarcito la vittima dopo quasi otto anni - Venuta meno la parte civile è stato dichiarato estinto il reato di lesioni colpose - Assolto nel merito dalle altre accuse l'imputato

Sterile dopo l’inseminazione artificiale rimette la querela, assolto il ginecologo

Tribunale Capranica - Sterile dopo l'inseminazione artificiale rimette la querela, assolto il ginecologo. Il medico ha risarcito la vittima dopo quasi otto anni. Venuta meno la parte civile è stato dichiarato estinto il reato di lesioni colpose. Assolto nel merito dalle altre accuse l'imputato. Articoli: Sterile dopo inseminazione artificiale, processo a rischio prescrizione - Diventa sterile dopo l’inseminazione artificiale, disposta superperizia - “Un dolore allucinante e poi il sangue…”

Tribunale - Processo "Déjà vu" - Deposizione fiume in aula dell'ispettore Mauro Di Paola della polizia stradale, teste chiave dell'accusa

Supercar col trucco, ecco come funzionava il “sistema Marchetti”…

Viterbo - Operazione Déjà vu - Guardia di finanza e Polstrada nella concessionaria di via Mainella - Nel riquadro Elio Marchetti Viterbo - E' entrato nel vivo con la deposizione fiume dell'ispettore Mauro Di Paola, teste chiave del nucleo di polizia giudiziaria della stradale, il processo all’imprenditore del settore auto Elio Marchetti, 45 anni, arrestato per la seconda volta in tre anni il 3 maggio 2017.

Tribunale -Parte civile nel processo terminato a luglio l'editore ferrarese Fausto Bassini - Tre mesi più il risarcimento dei danni all'imputato Fabio Sanvitale

Libro sulla saponificatrice di Correggio, le motivazioni della storica condanna per plagio

Leonarda Cianciulli, la serial killer passata alla storia come "la Viterbo - Libro sulla saponificatrice di Correggio, ecco perchè la storica condanna per plagio. Parte civile nel processo terminato a luglio l'editore ferrarese Fausto Bassini, Tre mesi più il risarcimento dei danni all'imputato Fabio Sanvitale. Pubblicate le motivazioni della sentenza. Articoli: Saponificatrice di Correggio, condannato scrittore accusato di plagio - Saponificatrice di Correggio, valanga di testimoni al processo per plagio – In tribunale il caso della “Saponificatrice di Correggio”

Tribunale - La vittima ci ripensa dopo cinque giorni in una casa protetta - L'uomo è accusato di maltrattamenti, violenza sessuale e lesioni gravi, perseguibili d'ufficio

Picchiata dal marito ritira la querela, ma il processo va avanti lo stesso

Viterbo - Il tribunale Vejano - Picchiata dal marito lo denuncia poi ritira la querela, ma il processo va avanti lo stesso.  La vittima ci ripensa dopo cinque giorni in una casa protetta, ma l'uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi, perseguibili d'ufficio. In precedenza l'aveva aggredita con la figlia in braccio, facendo cadere a terra la bimba, di pochi mesi. 

Milano - Accusato di diffamazione da una delle supertestimoni dei processi "Ruby", l'ex direttore del Tg4 è difeso dall'avvocato viterbese Samuele De Santis

Dà delle “prostitute” alle ragazze del bunga-bunga, nuovi guai per Emilio Fede

Emilio Fede Milano - (sil.co.) - Passano dalla Tuscia i nuovi guai giudiziari del giornalista Emilio Fede. Accusato di diffamazione da Imane Fadil, una delle testi chiave dei processi "Ruby", modella 34enne che frequentava le cene del bunga-bunga ad Arcore, è difeso dall'avvocato viterbese Samuele De Santis.

Tribunale - Le rivalità tra correnti entrano nel processo per le fatture gonfiate a Franco Fiorito e Paolo Gianlorenzo - La testimonianza di Mauro Fapperdue sulla lotta interna tra Marini e Battistoni

“C’era un clima da coltelli dentro Forza Italia, chi si esponeva rischiava”

Giulio Marini e Francesco Battistoni Viterbo - "Il silenzio ha l'oro in bocca", scrisse Giulio Marini a un simpatizzante della corrente Battistoni. Le rivalità interne a Forza Italia entrano nel processo per le fatture gonfiate a Franco Fiorito e Paolo Gianlorenzo. 

Tribunale - Avevano fatto razzia prima a Monterosi e poi a Sutri - Sette mesi ciascuno a un uomo e due donne

Colpi a raffica nei supermercati, condannati i banditi della Audi nera

Viterbo - Il tribunale Viterbo - Due colpi in poche ore in altrettanti supermercati della Tuscia, il 21 maggio 2014, a Monterosi e a Sutri. Ma a Sutri le ladre sono state intercettate alla cassa e costrette a mollare la merce, facendo scattare la caccia a un'Audi A4 di colore nero con quattro nomadi, intercettata poco dopo dai carabinieri di Ronciglione.

Tribunale - Otto mesi di reclusione ad Anna Telesco e alla complice - Dovranno risarcire la vittima intercettata in una casa di riposo

Si spacciano per la sorella e la compagna del deputato Gaetano Pecorella, condannate per truffa

Anna Telesco e Gaetano Pecorella Viterbo - (sil.co.) - Condannata a otto mesi per truffa l'ex direttrice della Euroservice Catering Anna Telesco e la sua presunta complice. Ma "mensopoli" non c'entra.

Tribunale - Assolto ex socio di un autosalone - Per lo psichiatra soffriva di un disturbo borderline della personalità

“Migliaia di euro dissipati per fare la bella vita”, non fu bancarotta fraudolenta

Viterbo - Palazzo papale e l'ex chiesa di Santa Croce di notte Viterbo - "Migliaia di euro dissipati per fare la bella vita". Per il collegio non fu bancarotta fraudolenta. Assolto l'ex socio di un autosalone fallito nel 2010. Per la difesa l'imputato soffriva di un disturbo borderline della personalità. Il professor Giovanni Battista Traverso gli ha dato ragione. 

Tribunale - Imputato un uomo che avrebbe cercato di incastrare per vendetta il rivale in amore

“Mi hanno accoltellato”, finisce a processo per calunnia

Viterbo - Tribunale Viterbo - Denuncia per vendetta un connazionale dicendo di essere stato accoltellato la sera del 3 settembre 2011 a Viterbo, poi viene fuori che non era vero e finisce sotto processo per calunnia. Dietro la falsa denuncia ci sarebbe stata la volontà di farla pagare al rivale d'amore che gli aveva soffiato la fidanzata.

Tribunale - Risale al 2017 il maxisequestro vicino a Tobia - I presunti spacciatori sono stati arrestati a maggio - Sei anni al complice

Sette chili di droga nel casolare, due commercianti condannati a 10 anni e 8 mesi ciascuno

Nei riquadri Maurizio Casarelli e Camillo Lamanda Viterbo - Sono stati condannati a dieci anni e otto mesi ciascuno e a una maximulta di 100mila euro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i due commercianti trentenni viterbesi arrestati in carcere lo scorso 4 maggio, sette mesi dopo essere stati fermati e rilasciati in seguito all'arresto, il 14 ottobre 2017, di un altro trentenne e al ritrovamento di sette chili di stupefacenti in un casolare vicino a Tobia, tra i quali mezzo chilo di cocaina.  –  Sulla pagina Facebook “U.S. Viterbese 1908”:  “Una condanna spropositata solo perché ultras”

Tribunale - Accusata di essersi sottratta all'intimazione del giudice - In soccorso dei gatti intervennero l'allora sindaco Marini, Elvia Viglino e un veterinario della Asl

Evitano lo sfratto a una colonia felina ma finiscono a processo, assolta coppia

Poggino - Maria Ciucci con uno dei gatti della colonia felina Viterbo - Non volevano abbandonare la colonia felina composta da circa sessanta gatti che ospitavano nel giardino adiacente l'abitazione e il capannone del Poggino che erano finiti all'asta. Protagonisti i coniugi Alfredo e Maria Ciucci, di 77 e 73 anni, titolari di una ditta specializzata in cucine industriali. Finiti sotto processo, sono stati assolti.

Tribunale - Risale al 2017 il maxisequestro vicino a Tobia - I presunti spacciatori sono stati arrestati a maggio - Sei anni al complice

Sette chili di droga nel casolare, due commercianti condannati a 10 anni e 8 mesi ciascuno

Nei riquadri Maurizio Casarelli e Camillo Lamanda Viterbo - Sono stati condannati a dieci anni e otto mesi ciascuno e a una maximulta di 100mila euro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti i due commercianti trentenni viterbesi arrestati in carcere lo scorso 4 maggio, sette mesi dopo essere stati fermati e rilasciati in seguito all'arresto, il 14 ottobre 2017, di un altro trentenne e al ritrovamento di sette chili di stupefacenti in un casolare vicino a Tobia, tra i quali mezzo chilo di cocaina.  -  Sulla pagina Facebook "U.S. Viterbese 1908":  “Una condanna spropositata solo perché ultras”

Calciatori aggrediti allo stadio - Parla il segretario sportivo Alessandro Ursini - Anche il presidente Vincenzo Camilli tra i testi del processo a sei presunti ultras gialloblù

“Quel giorno quando arrivai allo stadio i tifosi erano molto agitati”

Sport - Calcio - Viterbese - Il presidente Vincenzo Camilli Viterbo - Alessandro Ursini, segretario sportivo della viterbese castrense, è stato ascoltato ieri in aula nel processo a carico di sei presunti ultras gialloblù che nel 2014 avrebbero aggredito alcuni giocatori della viterbese poco prima del derby contro il Montefiascone. Chiamato a testimoniare anche il presidente della viterbese Vincenzo Camilli. Articoli: “I sei ultras si sono traditi entrando allo stadio” - “Giocatori presi a calci e schiaffi da decine di tifosi…” – “Vincete il campionato o vi bruciamo le macchine” – Violano il Daspo, arrestati due tifosi gialloblù – Niente partite per sei tifosi della Viterbese

Tribunale - Sono stati denunciati alla finanza dalla stessa vittima dei quindici presunti strozzini "canepinesi"

Marmisti a processo per usura, chiesti 4 anni di reclusione

Guardia di finanza Soriano nel Cimino - (sil.co.) - Usura, chiesti quattro anni di reclusione ciascuno per un marmista di Soriano nel Cimino e un suo collaboratore. Mentre stenta a decollare il processo per usura e ricettazione ai quindici presunti strozzini "canepinesi", è giunto al rush finale il procedimento a carico di due artigiani di Soriano nel Cimino e delle rispettive mogli, accusati anche loro di usura dalla stessa presunta vittima.

Tribunale - Processo Esattorie Spa - Testimonianza fiume dell'ex ragioniere capo del comune Stefano Quintarelli - Imputati di peculato padre e figlia ai vertici della società

“Mancavano all’appello 4 milioni e 300mila euro di Tarsu”

Stefano Quintarelli Viterbo - Processo Esattorie Spa: "Mancavano all'appello 4 milioni e 300mila euro di Tarsu". Lo ha detto nel corso di una testimonianza fiume l'ex ragioniere capo del comune Stefano Quintarelli. Imputati di peculato padre e figlia ai vertici della società che dal 2007 al 2012 riscuoteva i tributi per il comune. Non dovrà essere sentito, invece, l'ex sindaco Leonardo Michelini. 

Criminalità organizzata -In tre sono imputati di favoreggiamento aggravato dal fine di agevolare un'associazione di stampo mafioso - Due sono fioristi ambulanti d'origine campana stanziali a Viterbo

Killer di camorra presi a Ponte di Cetti, al via il processo ai fiancheggiatori

Viterbo - Ponte dei Cetti - Il casale dove si sono nascosti i camorristi - Nei riquadri Giovanni Tabasco e Gaetano Formicola Viterbo - Killer di camorra presi a Ponte di Cetti, al via il processo ai tre presunti fiancheggiatori rinviati a giudizio dalla Dda di Roma. Due sono stanziali a Viterbo, dove fanno i venditori ambulanti di fiori.

Bilanci 2018 - Giustizia - Intervista a Paolo Auriemma, procuratore capo di Viterbo

“Nella Tuscia la droga viene spacciata perché viene consumata”

Viterbo - Il procuratore capo Paolo Auriemma Viterbo - Mafie e narcotraffico. I temi dell'intervista di bilancio al procuratore capo di Viterbo Paolo Auriemma, da quasi tre anni alla guida degli uffici di via Falcone e Borsellino.

Processo "Business & Friends" - I gestori sarebbero vittime di una banda accusata di associazione per delinquere - I nove imputati avrebbero anche tentato di taglieggiare un commercialista viterbese

Furbetti della telefonia, Telecom Italia e Wind parti civili

Viterbo - Polizia in centro Viterbo - Furbetti della telefonia, Telecom Italia e Wind si sono costituiti parti civli nel processo ai nove calabresi, tutti imparentati tra loro, scoperti nel 2016 dalla squadra mobile di Fabio Zampaglione in seguito a un tentativo di estorsione a un commercialista viterbese.Articoli: Truffa dei telefonini, in nove traditi dalle intercettazioni -  “Furbetti della telefonia”, business da centinaia di migliaia di euro - Truffe a compagnie telefoniche, 9 indagati
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR