--

Cronaca Nera

Montefiascone - Indagini dei carabinieri – Alla fine di ottobre svaligiato anche il supermercato Todis

Dopo la Coop, furto all’istituto “Dalla Chiesa”

Carabinieri Montefiascone – In venti giorni svaligiati il supermercato Coop e l’istituto “Dalla Chiesa” a Montefiascone.Articoli: Rubati cinque pc all’istituto “Dalla Chiesa” - Furto con  scasso al supermercato, bottino da oltre 10mila euro - Furto con esplosione alla Coop, indagini a 360 gradi - Furto con esplosione alla Coop

Mafia viterbese bis - Davanti al riesame il fratello del presunto boss Ismail - I giudici si sono riservati - In quattro sono stati arrestati per tentata estorsione aggravata

“Rebeshi e i tre ventenni sono accusati di metodo mafioso, non è competenza della Dda”

Mafia viterbese - Il blitz dei carabinieri del 28 novembre in cui è stato catturato Davide Rebeshi Viterbo - (sil.co.) – Mafia viterbese bis, davanti ai giudici del tribunale del riesame, che si sono riservati, David Rebeshi e i tre presunti complici in carcere dal 28 novembre con l'accusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Tribunale - Direttissima - Condannati con lo sconto di un terzo della pena i due fermati a San Martino al Cimino

In auto con mezz’etto di cocaina, patteggiano un anno di reclusione ciascuno

Viterbo - Tribunale - Carabinieri Viterbo - (sil.co.) - Hanno patteggiato un anno e 1500 euro di multa per detenzione ai fini dispaccio di stupefacente i due giovani d'origine albanese arrestati a San Martino al Cimino con cinquanta grammi di cocaina.Viaggiavano con la coca in macchina, arrestati

Cronaca - Un 50enne e 37enne sono finiti in manette per traffico e spaccio

Operazione antidroga a Roma, due arresti anche a Viterbo

Carabinieri Viterbo - Operazione antidroga a Roma, due arresti anche a Viterbo. L'accusa è di traffico e spaccio di droga. I due sono stati portati a Mammagialla. - Droga, 21 arresti a Roma controlli pure a Viterbo

Corte d'assise - Giallo di Ronciglione - Tra le parti offese manca la nonna di Landolfi, nuovo stop al processo - L'imputato in carcere "canta nel coro e vuole fare il barbiere" - VIDEO

La mamma di Sestina: “Non mi interessa incontrare la madre di Andrea…”

Giallo di Ronciglione - Le mamme di Maria sestina Arcuri e Andrea Landolfi Cudia (a destra) Viterbo - "Tra le parti offese manca la nonna di Landolfi", nuovo stop al processo per la morte di Sestina. "Non mi interessa incontrare la madre di Landolfi", ha detto intanto mamma Arcuri. "Andrea canta nel coro di Regina Coeli e in carcere vuole fare il barbiere", ha rivelato la mamma dell'imputato. Tribunale off limits a microfoni e telecamere. 

Carabinieri - Ischia di Castro -Si è volatilizzata dopo che la vittima ha versato 250 euro su un conto postapay

Vende orologio “fantasma” su internet, denunciata truffatrice

Carabinieri Ischia di Castro - Vende merce via internet, prende i soldi e si rende irreperibile, è stata identificata e denunciata dai carabinieri.

Giallo di Ronciglione - Parla la criminologa Anna Maria Casale, consulente della difesa - Riprende oggi lunedì 20 gennaio il processo per la morte di Maria Sestina Arcuri

“La stessa psicologa della procura dice che il figlio di Landolfi non è attendibile”

Giallo di Ronciglione - La scala da cui è precipitata sestina Arcuri (nell riquadro la criminologa Anna Maria Casale) Viterbo - "La stessa psicologa che ha fatto una consulenza per la procura dice che il bambino ha una sindrome post traumatica da stress, per cui non è attendibile nelle sue dichiarazioni". Dell'esame del figlio di 5 anni che avrebbe incastrato Andrea Landolfi Cudia parla la criminologa Anna Maria Casale, la criminologa forense consulente del difensore Giacomo Marini.

Cronaca - La relazione della direzione investigativa antimafia: "Con l'operazione Erostrato è emerso che il territorio non è immune dall'infiltrazione della criminalità organizzata"

“Nel Viterbese spaccio, furti, prostituzione e caporalato”

Scacco alla Mafia nel Viterbese - Gli arrestati all'uscita dalla caserma dei carabinieri Viterbo - "Il Viterbese non è immune dall'infiltrazione della criminalità organizzata". Lo afferma la Dia, la direzione investigativa antimafia, nella relazione sulle attività svolte e i risultati conseguiti nel primo semestre del 2019. Il "chiaro segnale" viene dall'operazione Erostrato del nucleo investigativo dei carabinieri di Viterbo.

Potenza - Gli investigatori non escludono né l'incidente né la pista della rivalità calcistica

Tifoso lucano investito e ucciso da ultras del Melfi

Polizia Potenza – Tifoso lucano investito e ucciso da ultras del Melfi. È morto a 33 anni un tifoso della squadra potentina Vultur Rionero. L’ha investito un’automobile a Vaglio di Basilicata (Potenza) con a bordo un gruppo di ultras del Melfi. C’è anche un ferito, che è stato trasportato all’ospedale San Carlo di Potenza.  La polizia indaga per capire se [...]

Cronaca - Il personale medico, decollato da Viterbo, ha raggiunto al largo di Civitavecchia un uomo che viaggiava su una Grimaldi Lines

Eliambulanza atterra su una nave per salvare un passeggero

L'eliambulanza Pegaso 33 atterrata su una nave Grimaldi per soccorrere un passeggero Viterbo - Straordinario intervento di salvataggio oggi, intorno all’ora di pranzo, da parte dell’Ares 118 e dell’equipaggio di Pegaso 33 di Elitaliana, decollato dalla base di Viterbo per prestare soccorso a un passeggero italiano su una nave Grimaldi Lines, partita da Palermo e diretta a Genova. Multimedia - Video: L'elicottero atterra sul "tetto" della nave

Sassari - Trovato dai carabinieri in compagnia di due donne

86enne evade dai domiciliari per andare al night

Orte - I carabinieri al casello autostradale Sassari – 86enne evade dai domiciliari per andare al night. L’anziano è stato sorpreso dai carabinieri della stazione di Valledoria, nel Sassarese, in un night club mentre sarebbe dovuto essere agli arresti domiciliari per ricettazione. L’86enne è stato fermato mentre era in compagnia di due donne e ora rischia il carcere per evasione.  

Foggia - Il corpo era dentro un'auto incendiata

Trovato cadavere carbonizzato

Carabinieri Foggia – Trovato cadavere carbonizzato.  Il corpo bruciato di un uomo carbonizzato è stato trovato in località Simeone, nelle campagne che circondano Torremaggiore, in provincia di Foggia. Il cadavere era dentro un’automobile incendiata di cui restava solo lo scheletro. Secondo i primi rilievi per l’identificazione, il corpo sarebbe di un uomo di cui la moglie aveva denunciato la scomparsa il [...]

Tarquinia - L'uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice

Stupra e rompe il naso alla ex, 34enne resta ai domiciliari

Tarquinia - Polizia Tarquinia - Si è avvalso della facoltà di non rispondere il 34enne arrestato dai poliziotti di Tarquinia per violenza sessuale, lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia. L'uomo, accusato di aver stuprato e rotto il naso alla ex, è comparso davanti al gip di Civitavecchia. Convalidato l'arresto, il giudice ha confermato i domiciliari.Picchia e stupra la ex, arrestato un trentaquattrenne

Cronaca - Ricorrono al riesame il fratello del boss albanese Ismail e i tre complici - Sono agli arresti da novembre per estorsione con metodo mafioso

Mafia viterbese bis, David Rebeshi chiede la libertà

Mafia viterbese - Il blitz dei carabinieri del 28 novembre in cui è stato catturato Davide Rebeshi Viterbo - (sil.co.) – Mafia viterbese bis, David Rebeshi chiede la libertà o un alleggerimento della misura. Questo lunedì, 20 gennaio, compariranno davanti ai giudici del tribunale del riesame di Roma i tre presunti complici e il fratello del presunto boss della "mafia viterbese" Ismail, finito in carcere un anno fa nel blitz dell'operazione Erostrato per associazione di stampo mafioso.

Ventenni arrestati per estorsione - Così il pusher avrebbe minacciato la vittima per un debito di droga - Concessi i domiciliari al ventenne e a un coetaneo, rimessa in libertà una ragazza di 19 anni

“Sei un figlio di puttana, se non mi dai i soldi entro stasera ti ammazzo”

Polizia Montefiascone - Ha ottenuto i domiciliari il pusher ventenne N.V. di Montefiascone arrestato il 14 gennaio dalla polizia in piazza Monte Peglia, a Orvieto Scalo, assieme a due presunti complici con l'accusa di tentata estorsione aggravata ai danni di un coetaneo, di mestiere cuoco, che avrebbe minacciato di morte per un debito di droga da 600 euro.

Tribunale - L'uomo aveva già un precedente e successivamente ha violentato una minorenne agganciata su Facebook

Seduce una vedova e la sottopone a continue violenze, condannato a due anni di reclusione

Violenza Viterbo - (sil.co.) - Condannato ieri a due anni per maltrattamenti in famiglia commessi tra il 2012 e il 2013 ai danni di una vedova residente in provincia di Viterbo, a casa della quale era riuscito a piazzarsi per ottenere gli arresti domiciliari, era stato già condannato per violenza sessuale a Salerno, mentre nel 2014, spacciandosi per uno studente di medicina di 25 anni, ha violentato una quindicenne romana agganciata su Facebook.

Giallo di Ronciglione -Secondo l'accusa il trentenne accusato di omicidio avrebbe anche "simulato di avere messo a dormire il figlio, disfacendo il letto" - La difesa: "Al vaglio le cartelle cliniche" - Il 20gennaio le parti scopriranno le carte

“Landolfi ha ripulito casa dalle tracce di sangue e vomito lasciate da Maria Sestina”

Giallo di Ronciglione - Terzo sopralluogo dei Ris - Nei riquadri: Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri Ronciglione - Morte di Maria Sestina Arcuri, prima di chiamare i soccorsi avrebbe ripulito la scena del delitto il fidanzato a processo per omicidio davanti alla corte d'assise del tribunale di Viterbo. Secondo l'accusa Andrea Landolfi avrebbe anche "simulato di avere messo a dormire il figlio, disfacendo il letto". Il difensore del trentenne annuncia: "Al vaglio le cartelle cliniche". Il 20gennaio le parti scopriranno le carte. 

Montalto di Castro - Il sindaco sospeso: "Pronto a farmi interrogare"

Lungomare e rifiuti, 18 indagati tra cui Caci

Sergio Caci Montalto di Castro - "Pronto a farmi interrogare". Su Sergio Caci è piovuta la tegola di una nuova inchiesta. Nuova nel senso di fresca di conclusione, ma il primo cittadino di Montalto, attualmente sospeso per una condanna in primo grado, sapeva di essere ancora oggetto delle attenzioni dei magistrati di Civitavecchia. - Caci: “I carabinieri mi hanno notificato un altro avviso di conclusione delle indagini”

Castiglione in Teverina - In tantissimi ai funerali - Proclamato il lutto cittadino

Addio a Natalia Burla, stroncata da un tumore a 22 anni

Natalia Burla Castiglione in Teverina - Addio a Natalia Burla, stroncata da un tumore a 22 anni.

L'inchiesta - Acquapendente - Confermato l'allontanamento dalla 25enne disposto otto mesi fa - Il maestro Lino indagato anche per esercizio abusivo della professione medica - Ma la perizia psicologica della professoressa Giannini avrebbe in parte alleggerito la posizione del 62enne

Giovane soggiogata da una setta, no alla revoca del divieto di avvicinamento chiesta dal santone

Il santone Pasquale Gaeta, alias maestro Lino, in tribunale Acquapendente - Giovane soggiogata da setta, no alla revoca del divieto di avvicinamento chiesta dal santone. Santone che nel frattempo sarebbe indagato anche per esercizio abusivo della professione medica. Un reato procedibile d'ufficio, senza bisogno della denuncia da parte della vittima che, nel caso specifico, sarebbe una 25enne che non ha mai sporto denuncia contro il presunto aguzzino, denunciato invece dalla madre. 

Tribunale - Carabinieri - Convalidato l'arresto di un trentenne a e di un 41enne - Alla vista dei militari hanno provato a occultare la droga sotto una panchina

Spacciavano al parco, divieto di dimora per i due pusher trovati con 15 dosi di hashsish

Carabinieri Viterbo - Divieto di dimora a Viterbo per i due spacciatori d'origine africana arrestati martedì pomeriggio dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile grazie ad alcuni cittadini che hanno dato indicazioni sulla presenza di presunti pusher nella zona di via Polidori, via Gargana e via Garbini, in prossimità del parco. Trovati con 15 dosi di hashish, due arresti per spaccio

Morte di Maria Sestina Arcuri - Aggredita sull'autobus la nonna di Andrea Landolfi - Ti devi vergognare", le avrebbero detto due donne sulla cinquantina costringendola a scendere prima della fermata - Il difensore del trentenne accusato di omicidio "Sporgeremo denuncia contro ignoti"

“Assassina, devi stare in galera come tuo nipote”

Andrea Landolfi con la nonna Mirella Iezzi - Nel riquadro: Maria Sestina Arcuri Roma - Morte di Maria Sestina Arcuri, aggredita sull'autobus la nonna di Andrea Landolfi. "Ti devi vergognare, assassina", le avrebbero detto due donne sulla cinquantina costringendola a scendere prima della sua fermata.

Viterbo - La casa in via dei Mille resta inagibile - Vigili del fuoco, polizia e 118 hanno evitato la tragedia - Intossicata una donna - FOTO E VIDEO

Incendio in centro, l’appartamento è stato divorato dalle fiamme

Viterbo - Incendio in appartamento in pieno centro, donna intossicata e palazzo evacuato Viterbo - Lingue di fuoco impressionanti sono uscite dalle finestre di un appartamento al terzo piano di una palazzina in via dei Mille, numero civico 34.Multimedia: video - fotocronaca: Incendio in via dei Mille - Fiamme in pieno centroAppartamento in fiamme in pieno centro storico, donna intossicata e palazzo evacuato

Operazione Erostrato - Ma non potranno muoversi da Viterbo - I difensori: "Non hanno nulla a che fare con l'associazione"

Mafia viterbese, liberi dopo un anno Erasmi e Pecci

Mafia a Viterbo - Manuel Pecci Viterbo - (sil.co.) - Dopo un anno agli arresti domiciliari hanno trascorso la prima notte da uomini liberi Manuel Pecci e Gabriele Erasmi.

Politica - Lo annuncia il Sergio Caci (FI), sindaco sospeso Montalto di Castro

“I carabinieri mi hanno notificato un altro avviso di conclusione delle indagini”

Sergio Caci Montalto di Castro - “I carabinieri mi hanno notificato un altro avviso di conclusione delle indagini”. A renderlo noto è Sergio Caci (FI), sindaco sospeso di Montalto di Castro.
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR